Home

    Fitch conferma il rating dell'Italia: BBB con outlook negativo

    Fitch conferma il rating dell'Italia: BBB con outlook negativo


    L'agenzia Fitch ha confermato il rating dell'Italia - BBB con outlook negativo - così come hanno fatto nell'ottobre scorso Standard&Poor's e Moody’s. Il rating attuale riflette la situazione debitoria del nostro Paese, che non ha provveduto a...

    L'agenzia Fitch ha confermato il rating dell'Italia - BBB con outlook negativo - così come hanno fatto nell'ottobre scorso Standard&Poor's e Moody’s. Il rating attuale riflette la situazione debitoria del nostro Paese, che non ha provveduto a realizzare un piano di aggiustamento strutturale. In più, a pesare c'è anche il settore bancario ritenuto ancora "debole". Tra gli elementi favorevoli c'è invece un indebitamento solo moderato del settore privato, oltre ad un sistema pensionistico pubblico sostenibile.

    Nel report di Fitch c'è poi un giudizio netto sul Governo attuale, non destinato a durare: "Le grandi differenze ideologiche tra il Movimento Cinque stelle e la Lega metteranno probabilmente a dura prova la coalizione e consideriamo che la Lega potrebbe andare verso nuove elezioni, per tornare all'accordo precedente con Forza Italia e Fratelli d'Italia che, secondo i calcoli, si aggiudicherebbero la maggioranza dei seggi". La possibilità di elezioni anticipate è molto concreta secondo Fitch: "Non ci aspettiamo che questo governo possa vedere un intero mandato, mentre cresce la possibilità di elezioni anticipate dalla seconda metà di quest'anno".

    In generale, le tensioni nel Governo non fanno bene all'economia: "Le differenze di vedute all'interno della coalizione di governo e l'attuale assenza di un programma di politica economica ben definito contribuiscono a creare un clima di incertezza tra gli investitori".

    Le riforme di questo Governo nel complesso non hanno convinto l'agenzia: "La riforma del mercato del lavoro, con il 'decreto dignità' dello scorso anno e le nuove misure pensionistiche che hanno un impatto moderatamente negativo sulla crescita a medio termine dell'Italia. Ci aspettiamo che il governo si concentri sulle prossime elezioni europee, seguite dal bilancio 2020 e potenzialmente da altre elezioni nazionali, cosa che potrebbe allontanare lo sviluppo di nuove misure di riforma. Vediamo un moderato potenziale al rialzo per la sostenibilità del debito a medio termine nel caso in cui un nuovo governo fosse più stabile; un orizzonte di pianificazione più lungo potrebbe facilitare alcuni aggiustamenti fiscali, insieme a un mix di politiche più stabili e favorevoli alla crescita".

    Nonostante le critiche evidenti, Palazzo Chigi ha espresso soddisfazione per la conferma del rating da parte dell'agenzia: "Le valutazioni di Fitch confermano la solidità economica del nostro Paese e, come era prevedibile, risentono del rallentamento economico transitorio che sta investendo tutto il continente europeo. Andiamo avanti con la strada tracciata nella manovra per assicurare sviluppo ed equità sociale all’Italia, prestando attenzione ai rischi provenienti dal contesto internazionale".

    E inoltre: "I fondamentali economici del Paese, cioè i conti con l'estero, la solidità finanziaria delle famiglie, la loro capacità di risparmio, la tenuta dell'occupazione, la riconquistata forza del sistema bancario, sono solidi. Su questa base, nella seconda parte dell'anno le nostre misure di politica economica e il miglioramento del quadro macroeconomico internazionale daranno impulso alla ripresa che alimenterà la crescita ben oltre il 2019. Siamo certi dell’impatto positivo sulla crescita e sulla produttività che avranno il corposo piano di investimenti pubblici, le riforme strutturali adottate a sostegno degli investimenti privati, le misure fiscali in favore delle imprese e il potenziamento del sistema di reinserimento al lavoro associato al reddito di cittadinanza".

    PROSEGUI LA LETTURA

    Fitch conferma il rating dell'Italia: BBB con outlook negativo é stato pubblicato su Polisblog.it alle 01:17 di Saturday 23 February 2019

    Reddito di Cittadinanza: previsto l'obbligo di accettare il lavoro se il salario è superiore a 858 euro

    Reddito di Cittadinanza: previsto l'obbligo di accettare il lavoro se il salario è superiore a 858 euro


    I percettori del Reddito di Cittadinanza saranno obbligati ad accettare un'offerta di lavoro qualora il salario minimo dovesse essere di almeno 858 euro al mese. Questa novità è stata prevista da un emendamento firmato dalla Senatrice Matrisciano...

    I percettori del Reddito di Cittadinanza saranno obbligati ad accettare un'offerta di lavoro qualora il salario minimo dovesse essere di almeno 858 euro al mese. Questa novità è stata prevista da un emendamento firmato dalla Senatrice Matrisciano (M5S) - una conterranea di Luigi Di Maio - ed è stato approvato oggi dalla Commissione Lavori del Senato e quindi inserito nel 'decretone'; lunedì prossimo, 25 febbraio, il provvedimento arriverà in aula.

    L'emendamento Matrisciano fissa dunque un limite minimo allo stipendio perché questo si possa considerare congruo; l'assegno dovrà essere superiore del 10% rispetto "alla misura massima del beneficio fruibile dal singolo individuo (comprensiva della componente ad integrazione del reddito prevista per i nuclei residenti in abitazione in locazione)".

    PROSEGUI LA LETTURA

    Reddito di Cittadinanza: previsto l'obbligo di accettare il lavoro se il salario è superiore a 858 euro é stato pubblicato su Polisblog.it alle 23:30 di Friday 22 February 2019

    Fratelli di Crozza, si ride con l'evergreen Berlusconi e Recalcati. Crozza fa fatica a rinnovarsi

    Fratelli di Crozza, si ride con l'evergreen Berlusconi e Recalcati. Crozza fa fatica a rinnovarsi


    [live_placement] Alla fine doveva succedere: dopo diverse stagioni del suo one man show con diversi titoli (Crozza Italia, Crozza nel Paese delle meraviglie, poi Fratelli di Crozza, i primi due su La7 e il terzo su Nove) Maurizio Crozza si è ritrovato...

    [live_placement]

    Alla fine doveva succedere: dopo diverse stagioni del suo one man show con diversi titoli (Crozza Italia, Crozza nel Paese delle meraviglie, poi Fratelli di Crozza, i primi due su La7 e il terzo su Nove) Maurizio Crozza si è ritrovato in difficoltà nello scegliere nuovi bersagli da aggiungere alle sue imitazioni.

    I motivi? Di Salvini si parla 24 ore su 24. Il comico genovese l'ha portato in scena diverse volte, ma non ha mai veramente graffiato. Toninelli? Il ministro dei Trasporti  inanella diverse gaffe, ma viene preso in giro abbondantemente già dai social.

    Così il povero Crozza si ritrova a dover spulciare tra quei personaggi meno citati della scena politica, a cominciare da Carlo Calenda, l'ultima speranza del Partito Democratico. Crozza gioca sul fatto che lanci delle liste senza metterci la faccia e sulla sua finta modestia. Il problema è che la performance non decolla e risulta un po' ripetitiva nell'evidenziare che si tratta dell'ennesimo politico di sinistra benestante.

    Va decisamente peggio con Alberto Forchielli, tuttologo nichilista che frequenta i talk show di La7. Sicuramente l'imitazione regalerà maggiore notorietà all'originale, ma qui si è evidenziata la difficoltà nel reperire nuovi personaggi.

    A parte un irresistibile Recalcati, lo psicanalista conduttore di Lessico amoroso su Rai3, Crozza si rivela in grande spolvero solo con l'usato sicuro, ovvero il sempreverde Berlusconi che ora sonnecchia e dichiara guerra alla Cina.

     

    Fratelli di Crozza, anticipazioni puntata 22 febbraio 2019
    Dopo il successo di ascolti registrato con l’ultima stagione con una media del 5,4% di share, Maurizio Crozza torna in prima serata e in diretta dagli studi di Milano con Fratelli di Crozza, da stasera alle 21:25 sul Nove (canale del gruppo Discovery Italia al tasto 9 del telecomando). Tvblog seguirà la prima puntata in liveblogging.

    Al centro della prima puntata, come sempre, la stretta attualità politica e sociale. Dopo i nuovi personaggi anticipati nelle scorse settimane e divenuti subito virali in rete: da Carlo Calenda e il suo progetto “Siamo Europei”, al profeta del talk show Alberto Forchielli fino alla ‘psicobanalisi’ di Massimo Recalcati, quali saranno le maschere che saliranno sul palco domani?

    Fratelli di Crozza: dove vederlo
    Fratelli di Crozza sarà visibile in live streaming gratuito su DPLAY (sul sito dplay.com – o su App Store o Google Play), il servizio OTT di Discovery Italia. Tutte le puntate saranno disponibili anche on demand dal giorno dopo, mentre ogni singolo sketch estratto dallo show e contenuti inediti saranno raccolti tutti in una sezione speciale completamente dedicata a Fratelli di Crozza.

    Fratelli di Crozza è prodotto da ITV Movie per Discovery Italia. È un programma di Maurizio Crozza, Andrea Zalone, Francesco Freyrie, Vittorio Grattarola, Alessandro Robecchi, Alessandro Giugliano, Claudio Fois e Gaspare Grammatico. La regia è di Massimo Fusi, scenografia di Marco Calzavara e fotografia di Daniele Savi. Chief Operating Officer ITV Movie, Patrizia Sartori.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Fratelli di Crozza, si ride con l'evergreen Berlusconi e Recalcati. Crozza fa fatica a rinnovarsi é stato pubblicato su Tvblog.it alle 23:18 di Friday 22 February 2019

    Uomini e Donne: la scelta, Gemma Galgani incontra Claudia Giulia e Lorenzo (VIDEO)

    Uomini e Donne: la scelta, Gemma Galgani incontra Claudia Giulia e Lorenzo (VIDEO)


    Anche stasera, esattamente come nella scorsa puntata, Gemma Galgani è l'ospite d'eccezione del castello in cui Lorenzo Riccardi ha trascorso gli ultimi due giorni in vista della scelta per la donna che potrebbe essere la compagna della sua vita fra...

    Anche stasera, esattamente come nella scorsa puntata, Gemma Galgani è l'ospite d'eccezione del castello in cui Lorenzo Riccardi ha trascorso gli ultimi due giorni in vista della scelta per la donna che potrebbe essere la compagna della sua vita fra Claudia Dionigi e Giulia Cavaglia.

    Solo una delle due la spunterà, ma nell'attesa 'la dama che viene dalla nebbia' ha avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con le due corteggiatrici. Prima ha potuto incontrare Claudia che si è sfogata per via del suo stato d'animo in confusione, ritrovandosi negli atteggiamenti della dama, spesso criticata anche per questo: "Siamo nella favola, speriamo che finisca con il principe azzurro" si augura Gemma nei confronti della Dionigi.

    Subito dopo è venuto il turno di Giulia. La Galgani trova in lei un atteggiamento sicuro. "Tu sei proprio una guerriera, un esempio da seguire" dice la giovane modella, scatta l'abbraccio e l'in bocca al lupo della dama, porterà bene?

    Anche Lorenzo non poteva mancare all'appello. Gemma lo trova molto agitato e ancora troppo confuso: "Sono teso ed emozionato, ma me la sono vissuta bene e non rimpiango nulla" sorridente, il tronista abbraccia affettuosamente la dama che lo ringrazia "per la bella persona che sei".

    Speciale Uomini e Donne: La scelta - puntata 22 febbraio 2019, anticipazioni

    Le anticipazioni sulla seconda puntata in onda stasera, 22 febbraio 2019

    PROSEGUI LA LETTURA

    Uomini e Donne: la scelta, Gemma Galgani incontra Claudia Giulia e Lorenzo (VIDEO) é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 23:10 di Friday 22 February 2019

    Sanremo Young, Amanda Lear su Tutto quello che un uomo:

    Sanremo Young, Amanda Lear su Tutto quello che un uomo: "Non l'avrei fatta cantare a due uomini"


    UPDATE: via social, Amanda Lear ci fa sapere che non abbiamo colto il senso della sua dichiarazione. Né noi, né Noemi. "Non capendo il testo per una complessità squisitamente linguistica nella scrittura del brano", ne ha fatto "soltanto una questione...

    UPDATE: via social, Amanda Lear ci fa sapere che non abbiamo colto il senso della sua dichiarazione. Né noi, né Noemi.

    "Non capendo il testo per una complessità squisitamente linguistica nella scrittura del brano", ne ha fatto "soltanto una questione melodica, del tutto slegata dal testo".
    Non c'entra quindi la natura del pezzo, non c'entra quindi il significato del brano, la struttura della canzone, la composizione del duetto: c'entra solo la melodia che ritiene più adatta a un duetto uomo/donna. Lear dixit. E noi riportiamo.

    Sanremo Young, come Ora o mai più, è una continua fucina di contestazioni e di giudizi spesso tranchant, che neanche la giovane età dei concorrenti riesce a placare. Un dibattito più tecnico di quel che anima il confronto tra concorrenti e giurati nello show di Amadeus, ma la Clerici ha un bel daffare a gestire l'Academy, in particolare la fumina Noemi - che ha talvolta il vizio di parlare addosso ai colleghi, ma il pregio di essere davvero intellettualmente onesta ("Ve lo dobbiamo", dice ai ragazzi) - e la 'spietata' Amanda Lear, che ha nel teen talent di Rai 1 un po' la funzione di Ornella Vanoni nella versione 'agèe'.

    La Lear fa sentire il suo peso, magari anche a scapito della 'lucidità' di giudizio (il 3 iniziale e il 6 alla seconda esibizione richiederebbero una spiegazione) e forse a volte la voglia di scardinare gli equilibri sfugge di mano. Come successo alla fine dell'esibizione di Maxi Urban che ha duettato con Sergio Cammariere in Tutto quello che un uomo nella seconda puntata, dedicata ai duetti con artisti che abbiano gareggiato al Festival.

    Al termine del brano, il commento di Amanda Lear è preciso:

    "Questo brano non l'avrei fatto cantare a due uomini. L'avrei fatto cantare a un uomo e a una donna".
    Nessuno chiede il perché, mentre Noemi si lancia in un tentativo di 'salvataggio' commentando "Ma sì, un tocco di modernità! Siamo moderni".

    Pur assunto che restare al duetto uomo/donna per le canzoni d'amore è davvero d'antan (oltre che stereotipato e per vari versi un pizzico bigotto, per quanto sia assurdo a dirsi a una regina della trasgressione, dell'alterità, della libertà artistica), andrebbe fatto peraltro notare che il brano in questione non sarebbe neanche tra i papabili per un duetto uomo/donna: due uomini che raccontano cosa farebbero per la propria amata sembrerebbe proprio la lettura esegeticamente più vicina alle intenzioni narrative del brano. A volte il desiderio di provocare può far fare passi falsi anche alle regine (e tra i passi falsi non inserisco certo il ricordo dei tempi in cui fumava canne ascoltando i Nomadi, che a qualcun altro son certa potrà far storcere il naso...).

    PROSEGUI LA LETTURA

    Sanremo Young, Amanda Lear su Tutto quello che un uomo: "Non l'avrei fatta cantare a due uomini" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 23:09 di Friday 22 February 2019

    Italia's Got Talent 2019, Claudio Bisio bacia in bocca Federica Pellegrini (Foto)

    Italia's Got Talent 2019, Claudio Bisio bacia in bocca Federica Pellegrini (Foto)


    Claudio Bisio non ha perso il vizio di baciare in bocca, a tradimento, le sue partner televisive (e Michelle Hunziker e Vanessa Incontrada ne sanno qualcosa...).Durante la sesta puntata di Italia's Got Talent, infatti, ha baciato in bocca Federica...

    Claudio Bisio non ha perso il vizio di baciare in bocca, a tradimento, le sue partner televisive (e Michelle Hunziker e Vanessa Incontrada ne sanno qualcosa...).

    Durante la sesta puntata di Italia's Got Talent, infatti, ha baciato in bocca Federica Pellegrini dopo l'esibizione del concorrente Mangusta, un cantante/comico demenziale.

    Mangusta si è esibito con una canzone dal titolo Acuti in ciabatte: il concorrente, effettivamente, si è esibito, indossando un paio di ciabatte.

    Claudio Bisio è rimasto entusiasta dalla canzone di Mangusta, dagli acuti altissimi e cantata in una lingua incomprensibile, e, di conseguenza, ha detto sì.

    Italia's Got Talent 2019, la sesta puntata

    La sesta puntata dell'edizione 2019 di Italia's Got Talent, in onda su Sky Uno e Tv8.

    Consapevole dell'impresa impossibile di ottenere altri 3 sì, Bisio ha iniziato a sponsorizzare il concorrente, strappando il sì di Federica Pellegrini.

    Claudio Bisio, quindi, l'ha ringraziata, stampandole un bacio appassionato in bocca.

    Per la cronaca, Mangusta ha ottenuto altrettanti no, da Mara Maionchi e Frank Matano.

    E l'unico che ci ha guadagnato, alla fine, è stato proprio Bisio...

    PROSEGUI LA LETTURA

    Italia's Got Talent 2019, Claudio Bisio bacia in bocca Federica Pellegrini (Foto) é stato pubblicato su Tvblog.it alle 23:00 di Friday 22 February 2019

    Stefano Bettarini, la fidanzata Nicoletta Larini si perde in autostrada e scoppia in lacrime


    Nicoletta Larini, la fidanzata di Stefano Bettarini, concorrente della quattordicesima edizione de L'Isola dei Famosi, si è persa in autostrada, viaggiando da Milano, dove si trovata per prendere parte ad una puntata di Mattino Cinque, verso Viareggio,...

    Nicoletta Larini, la fidanzata di Stefano Bettarini, concorrente della quattordicesima edizione de L'Isola dei Famosi, si è persa in autostrada, viaggiando da Milano, dove si trovata per prendere parte ad una puntata di Mattino Cinque, verso Viareggio, la città dove vive. A causa di alcune indicazioni errate e a causa anche dell'assenza del navigatore, la Larini è scoppiata in lacrime e ha anche documentato la propria disavventura tramite alcuni video condivisi su Instagram. I video in questione sono stati successivamente rimossi.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Stefano Bettarini, la fidanzata Nicoletta Larini si perde in autostrada e scoppia in lacrime é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 20:28 di Friday 22 February 2019

    Crostata con crema Pan di Stelle: la ricetta

    Crostata con crema Pan di Stelle: la ricetta


    La crostata con crema Pan di Stelle è un dolce semplice e goloso che potete preparare insieme ai bambini, potete gustarlo a merenda o a colazione, ma si presta bene anche come torta di compleanno o come dessert da offrire ad amici e familiari. La...

    La crostata con crema Pan di Stelle è un dolce semplice e goloso che potete preparare insieme ai bambini, potete gustarlo a merenda o a colazione, ma si presta bene anche come torta di compleanno o come dessert da offrire ad amici e familiari. La ricetta della crostata con crema Pan di Stelle è molto semplice, si tratta di un guscio di pasta frolla classica, farcito con la crema Pan di Stelle e guarnito con i biscotti Pan di Stelle, un dolcetto semplice ma che ameranno tutti.

    Ingredienti

    440 gr di farina
    250 gr di burro
    140 gr di zucchero
    1 uovo
    1 tuorlo
    1 vasetto di crema Pan di Stelle
    10 – 12 biscotti Pan di Stelle

    Crema di nocciole Pan di Stelle: in arrivo nei supermercati

    C'è un nuovo prodotto in città: la crema di nocciole Pan di Stelle! Arriverà nei supermercati a inizio 2019.

    Preparazione
    Prendete il mixer e mettete dentro la farina e il burro freddo a pezzettini, impastate per qualche minuto in modo da avere un composto sabbioso. Unite quindi lo zucchero, l’uovo e il tuorlo e impastate tutti gli ingredienti fino ad avere un panetto liscio e morbido. Avvolgete l’impasto con la pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per 40 minuti circa.

    Stendete l’impasto su una spianatoia infarinata allo spessore di circa un centimetro, trasferitelo in uno stampo per crostate ben imburrato e infarinato. Fate dei buchetti sulla base usando una forchetta.

    Mettete sulla frolla un po’ di carta da forno e aggiungete dei legumi secchi. Cuocete in forno caldo a 170°C per 20 minuti circa. Fate intiepidire e poi trasferite il vostro guscio su un piatto da portata.

    Farcite la crostata con la crema Pan di Stelle (se serve fatela ammorbidire per qualche minuto a bagnomaria) e poi guarnite con i biscotti Pan di Stelle. Se volete potete aggiungere delle nocciole e completare con un pochino di zucchero a velo.

    La ricetta del cheesecake al pan di stelle per i bambini

    La ricetta del cheesecake al pan di stelle, un dolce buonissimo e perfetto per i bambini

    PROSEGUI LA LETTURA

    Crostata con crema Pan di Stelle: la ricetta é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 19:57 di Friday 22 February 2019

    Tod's alle sfilate di Milano e il dominio della pelle nella linea autunno inverno 2019-2020

    Tod's alle sfilate di Milano e il dominio della pelle nella linea autunno inverno 2019-2020


    Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 ...

    Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020 Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020

    La pelle è la vera protagonista dell'autunno inverno 2019-2020 di Tod's, che a Milano Moda Donna ha portato la sua collezione femminile per la prossima stagione fredda. Non si hanno dubbi sul lei motiv della linea, così come non si dubita della bravura del marchio nel mandare in passerella look completi, dove scarpe e accessori sono la vera ciliegina sulla torta.

    Proprio così, gli accessori, che mai come in questo caso sembrano essere stati l'origine e l'ispirazione per l'intera collezione. Il classico beige, il nero, il cammello, con punte piacevolissime di rosa cipria, rosso cremisi, ghiaccio e verde bottiglia, hanno infatti caratterizzato le borse, le pochette e i borsoni, esattamente come lo hanno fatto con gli indumenti.

    Capispalla grandi protagonisti, caratterizzati da una linea molto semplice ed essenziale, i cui vezzi sono stati il colore e l'aspetto lucido della pelle. Il beige-arancio che compare nella maggior parte dei capi è un tocco autunnale che non scade nella cupezza della stagione fredda e ci piace. Solo un dubbio, come sarà il confort in un look total leather? Diamo un 7 alla vestibilità sulla fiducia, perché i tagli sartoriali ci sembrano tutto sommato poco avviluppanti e invece molto ariosi.

    Poco gradito l'animalier, per fortuna molto poco invadente.

    Eleganza 6.5
    Originalità 9
    Tavolozza di Colori 9
    Sensualità 7
    Vestibilità e taglio 7 17 Guarda la Galleria "Milano Moda Donna sfilata Tod's autunno inverno 2019-2020"

    PROSEGUI LA LETTURA

    Tod's alle sfilate di Milano e il dominio della pelle nella linea autunno inverno 2019-2020 é stato pubblicato su Fashionblog.it alle 19:49 di Friday 22 February 2019

    Rocketman: nuovo trailer italiano del biopic su Elton John

    Rocketman: nuovo trailer italiano del biopic su Elton John


    [Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto] 20th Century Fox ha reso disponibile un nuovo trailer italiano di Rocketman, il biopic dedicato all'icona della musica pop Elton John.Il film è un mix tra musical e fantasy diretto da Dexter...

    [Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

     

    20th Century Fox ha reso disponibile un nuovo trailer italiano di Rocketman, il biopic dedicato all'icona della musica pop Elton John.

    Il film è un mix tra musical e fantasy diretto da Dexter Fletcher (Eddie the Eagle) e interpretato da Taron Egerton nei panni del cinque volte premio Grammy Elton John, Bryce Dallas Howard (Jurassic World -Il regno perduto), Richard Madden (Il trono di spade), Jamie Bell (Fantastic Four) e Gemma Jones (Bridget Jones’ Baby).

    "Rocketman" è un epico fantasy musicale sull'incredibile storia umana degli anni rivoluzionari di Elton John. Il film segue il fantastico viaggio di trasformazione dal timido pianista prodigio Reginald Dwight nella superstar internazionale Elton John. Questa storia ispiratrice, narrata sulle canzoni più amate di Elton John e interpretata dalla star Taron Egerton, racconta la storia universalmente riconoscibile di come un ragazzo di provincia diventerà una delle figure più iconiche della cultura pop.

     

     

     

    Rocketman: nuovo trailer del biopic su Elton John

    [Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

     

    Disponibile un secondo trailer del biopic Rocketman che mette in mostra la voce di Taron Egerton che riprende i classici di Elton John. Dopo il grande successo di Bohemian Rhapsody, diventato il film campione di incassi più visto del genere, dovremo attenderci molti altri biopic musicali in arrivo e il primo che proverà a bissare il successo del bioopic dei Queen è proprio "Rocketman".

    Taron Egerton ha rivelato che Elton John gli ha dato un consiglio importante riguardo al ruolo, consigliando all'attore di essere se stesso così da evitare una sua mera imitazione.

    Nel trailer viene accennato il nome di Reginald Kenneth Dwight, vero nome del cantante prima di diventare un'icona della musica ci sono ulteriori accenni alla lotta per farcela nel mondo della musica alla fine degli anni '60 fino al successo strepitoso negli anni '70, quando John affronta una dipendenza da alcol e droghe che lo ha quasi ucciso.

    Alla regia di "Rocketman" c'è Dexter Fletcher che torna a dirigere Taron Egerton dopo il biopic sportivo Eddie the Eagle - Il coraggio della follia.

    "Rocketman" arriva nei cinema italiani il 30 maggio.

     

     

     

    Fonte: Collider

     

     

    Rocketman: nuova featurette e un poster del biopic su Elton John

    [Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

     

    Paramount ha reso disponibili una nuova featurette e una locandina per il film biografico Rocketman che racconta vita e carriera di Elton John. La clip propone uno sguardo al protagonista Taron Egerton mentre assume il ruolo di questa icona del mondo della musica pop. Il film arriverà nei cinema a maggio e si spera cavalchi il successo del recente Bohemian Rhapsody, il biopic campione d'incassi su Freddy Mercury e i Queen.

    "Rocketman" è un epico fantasy musicale sull'incredibile storia umana degli anni rivoluzionari di Elton John. Il film segue il fantastico viaggio di trasformazione dal timido pianista prodigio Reginald Dwight nella superstar internazionale Elton John.

    Questa storia ispiratrice, narrata sulle canzoni più amate di Elton John e interpretata dalla star Taron Egerton, racconta la storia universalmente riconoscibile di come un ragazzo di provincia diventerà una delle figure più iconiche della cultura pop. "Rocketman" è interpretato anche da Jamie Bell nel ruolo del paroliere e compositore di lunga data di Elton, Bernie Taupin, Richard Madden nel ruolo del primo manager di Elton, John Reid, e Bryce Dallas Howard nei panni della madre di Elton, Sheila Farebrother.

    Nella nuova featurette, Taron Egerton parla del ruolo di una leggenda del rock e di come è stato vivere da superstar. Matthew Vaughn, che ha diretto Taron Egerton nei film della serie "Kingsman", è a bordo come produttore affiancato da Elton John e Claudia Schiffer come produttori esecutivi. Rocketman arriva nei cinema il 30 maggio 2019.

     

     

     

    Rocketman: nuove immagini ufficiali di Taron Egerton nei panni di Elton John

    Dopo un primo teaser trailer sono approdate su Twitter nuove sfiziose immagini di Rocketman che mostrano la radicale trasformazione di Taron Egerton in Elton John.

    Una delle nuove immagini di "Rocketman" mostra Taron Egerton nei panni di Elton John durante la sua ormai leggendaria performance del 1975 al Dodger Stadium di Los Angeles. Egerton indossa la scintillante uniforme dei Dodgers, proprio come quella indossata da John durante la performance. John è stato in grado di realizzare due sold out di fila, esibendosi davanti a più di 100.000 persone e suonando per oltre 3 ore per quelle che rappresentano la vetta delle sue performance live.

    Una seconda immagine di Rocketman presenta una giovane versione di Elton John di Taron Egerton seduto ad un pianoforte, che canta al microfono in uno studio di registrazione. La terza e ultima immagine mostra Taron Egerton in pieno stile rockstar nei panni di un Elton John degli anni '70, con una giacca in pelle bianca personalizzata, occhiali scintillanti e una camicia con una profonda scollatura. John era in cima al mondo in quegli anni e gli eccessi erano all'ordine del giorno.

    "Rocketman", nelle sale dal 31 maggio, proverà a cavalcare il grande successo di Bohemian Rhapsody. Il ritratto di Rami Malek di Freddie Mercury è stato ampiamente elogiato, il che ha aiutato il film a diventare il biopic musicale con il più alto incasso di tutti i tempi con 714 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, risultato che ha sorpreso i produttori, il chitarrista Brayn May, ma molto meno chi conosce l'entità del fandom di Freddy Mercury.

     

    #ROCKETMAN OPENS IN THEATRES MAY 31, 2019. Im excited to see Taron Egerton star as Elton John. ❤️ pic.twitter.com/vGmU3vbHog

    — Tee/ThatsITLA (@ThatsITLA) 4 gennaio 2019

    Burnin’ out his fuse up here alone… ✨ @TaronEgerton is #Rocketman, in theatres Summer 2019. pic.twitter.com/1Ts6RWGTdb

    — Rocketman (@rocketmanmovie) 28 dicembre 2018

    #NEW Promotional photo of Taron as Elton John in Rocketman (2019) pic.twitter.com/OjX1bBgBTw

    — Taron Egerton (@DailyTaronNews) 3 gennaio 2019

     

     

    Rocketman: primo teaser trailer italiano del biopic su Elton John

     

    20th Century Fox ha reso disponibile un primo teaser trailer italiano di Rocketman, il biopic su vita e carriera dell'iconico cantautore britannico Sir Elton John interpretato dal Taron Egerton, protagonista della serie action "Kingsman" e al suo secondo biopic dopo "Eddie the Eagle".

    "Rocketman" viene descritto come un'epico fantasy musicale sulla storia umana senza censura degli anni rivoluzionari di Sir Elton John.

    Elton John dopo aver ascoltato tre brani registrati presso gli Abbey Road Studios da Egerton si è detto "sbalordito" dalla voce dell'attore britannico.

    Elton ha detto a Taron: 'Non copiarmi, non pensare di cantarlo esattamente nel modo in cui l'ho cantato, non pensare di doverlo eseguire nel modo in cui l'ho eseguito. Penso che la sfida per l'attore sia incarnare lo spirito e non pensare di dover fare un'imitazione".

    Taron ha già interpretato un classico di Elton John in passato, cantando "I'm Still Standing" per il film d'animazione Sing.

    Il cast del film include anche Jamie Bell come il leggendario paroliere Bernie Taupin, Bryce Dallas Howard come la madre di John e Richard Madden come John Reid, ex manager di lunga data del cantautore. Alla regia troviamo Dexter Fletcher che non è estraneo al biopic musicale, il regista ha recentemente terminato di girare il biopic sui Queen, Bohemian Rhapsody, dopo il licenziamento di Bryan Singer.

    "Rocketman" arriva nei cinema il 31 maggio 2019.

     

     

    Rocketman: prima immagine ufficiale di Taron Egerton nei panni di Elton John

    Svelata una prima immagine ufficiale di Taron Egerton (Kingsman - Secret Service) nei panni di Elton John in Rocketman. Il biopic di Elton John è entrato in sviluppo nel 2012, quando il musicista ha dichiarato di volere la pop star Justin Timberlake per ritrarlo sul grande schermo. L'anno seguente Michael Gracey è stato scelto per dirigere con Tom Hardy collegato come protagonista, ma è a quel punto che lo sviluppo del film è entrato in una fase di stallo. Nel 2017 è stato poi annunciato che Hardy aveva abbandonato sostituito da Egerton e che Dexter Fletcher era il nuovo regista.

    "Rocketman" racconterà la storia della vita di Elton John, a partire dai suoi primi anni fino alla sua svolta e alla ricaduta della tossicodipendenza, tornando poi alla vita e ad una seconda parte della sua carriera di enorme successo. Il film biografico è stato descritto come un "fantasy musicale", con un cast che include anche Jamie Bell come il leggendario paroliere Bernie Taupin, Bryce Dallas Howard come la madre di John e Richard Madden come John Reid, ex manager di lunga data del cantautore. Dexter Fletcher non è estraneo al biopic musicale, il regista ha recentemente terminato il biopic sui Queen, Bohemian Rhapsody, dopo il licenziamento di Bryan Singer.

    Non ci sono dettagli sulla trama di "Rocketman", ma Taron Egerton ha recentemente partecipato adì alcune sessioni in studio per registrare alcuni dei più grandi successi di Elton John con risultati sorprendenti a quanto ha riferito il produttore del film, David Furnish, che è anche il marito di Elton John. Furnish che ha ascoltato le registrazioni ha detto che John ha trovato "sbalorditivo" il lavoro di Egerton.

    Rocketman arriva nei cinema il 31 maggio 2019.

     


    An epic musical fantasy. An uncensored human story. @TaronEgerton stars as Sir Elton John in @RocketmanMovie, in theatres Summer 2019. #Rocketman pic.twitter.com/m9QyDXQyTp


    — Paramount Pictures (@ParamountPics) 28 settembre 2018

     

     

     

     

    Fonte: Screenrant

     

     

    PROSEGUI LA LETTURA

    Rocketman: nuovo trailer italiano del biopic su Elton John é stato pubblicato su Cineblog.it alle 19:44 di Friday 22 February 2019

    Ricordi?: trailer, foto e poster del film con Luca Marinelli premiato a Venezia

    Ricordi?: trailer, foto e poster del film con Luca Marinelli premiato a Venezia


    [Per guardare il trailer clicca sull'immagine in alto] Il 21 marzo arriva nelle sale, con Bim Distribuzione, Ricordì? il film di Valerio Mieli già regista di Dieci Inverni (vincitore di un David di Donatello per il migliore regista esordiente)...

    [Per guardare il trailer clicca sull'immagine in alto]

     

    Il 21 marzo arriva nelle sale, con Bim Distribuzione, Ricordì? il film di Valerio Mieli già regista di Dieci Inverni (vincitore di un David di Donatello per il migliore regista esordiente) presentato alle Giornate degli Autori a Venezia dove ha vinto il Premio del pubblico.

    Ricordi? - Recensione del film di Valerio Mieli

    Dopo quasi 10 anni d'attesa, il regista di Dieci Inverni è finalmente tornato dietro la macchina da presa.

     

    La trama ufficiale:

     

    Una lunga grande storia d'amore, raccontata però sempre solo attraverso i ricordi, più o meno falsati dagli stati d’animo, dal tempo, dalle differenze di punto vista, dei giovani protagonisti. Il viaggio di due persone negli anni: insieme e divise, felici, infelici, innamorate tra loro, innamorate di altri, visto in un unico flusso di colori ed emozioni. I due si conoscono raccontandosi fantasiosi episodi d’infanzia. Anche la festa in cui si incontrano però è ricordata, e in due versioni: il mondo di lui, malinconico, quello di lei allegro e ancora incantato. Passano gli anni. Lo sguardo di lui si trasforma, si alleggerisce. Quello di lei matura, si fa più complesso e più scuro. Il rapporto che sembrava consolidarsi rischia ora di perdere magia. Inizia una crisi. Nel corso del film i due ragazzi crescono e cambiano: lui scopre che è possibile un amore che dura nel tempo, lei impara la nostalgia. Con la distanza le immagini di questa relazione, come quelle dell’infanzia, di un lutto, di un’amicizia tradita, di una grande gioia, si modificano. Si saturano di emozione, o invece sbiadiscono, si cancellano, finché, riesumate da un profumo, da una parola, riemergono più forti, in un presente che scivola via per farsi subito memoria.
     

    Nel cast al fianco dei protagonisti Luca Marinelli e Linda Caridi, troviamo Giovanni Anzaldo, Camilla Diana, Anna Manuelli, Eliana Bosi, David Brandon, Benedetta Cimatti, Andrea Pennacchi, Maria Chiara Giannetta, Angelo Barbagallo, Flavia Mattei, Alice Pagani, Jacopo Mandò e Francesca Pasquini.

     

     

    È la nostalgia che rende tutto bello, e inventiamo una felicità perfetta che non c'è mai stata, o siamo stati davvero felici ma lo capiamo solo dopo? È da questa domanda che sono partito. Come il ricordo permea la nostra esistenza, è un tema affascinante da trattare al cinema perché permette di raccontare oltre alla vita, l'esperienza della vita: di realizzare per così dire un film in soggettiva emotiva. Spero che la storia dei personaggi risuoni con i ricordi e le emozioni di ciascuno di noi, essendo secondo me anche la nostra vita, un unico flusso di sensazioni e memoria.

    Valerio Mieli - Regista

     

    "Ricordi?" è una coproduzione italo-francese tra la BIBI Film e Les Films d'Icio con Rai Cinema ed in collaborazione con Cattleya.

     

     

     

     

    28 Guarda la Galleria "Ricordi?: foto e poster del film con Luca Marinelli"

    PROSEGUI LA LETTURA

    Ricordi?: trailer, foto e poster del film con Luca Marinelli premiato a Venezia é stato pubblicato su Cineblog.it alle 19:27 di Friday 22 February 2019

    Croce e Delizia, la recensione: commedia che abbatte omofobia e pregiudizi con la forza dei sentimenti

    Croce e Delizia, la recensione: commedia che abbatte omofobia e pregiudizi con la forza dei sentimenti


    Due anni dopo il divertente Moglie e Marito, il romano Simone Godano torna al cinema con una commedia decisamente più ambiziosa, Croce e Delizia, perché legata all'attualità, all'accettazione di quegli 'altri' che nell'Italia di oggi si faticano a...

    Due anni dopo il divertente Moglie e Marito, il romano Simone Godano torna al cinema con una commedia decisamente più ambiziosa, Croce e Delizia, perché legata all'attualità, all'accettazione di quegli 'altri' che nell'Italia di oggi si faticano a sopportare, ad abbracciare, ad includere.

    Nuovamente sceneggiata da Giulia Steigerwalt, l'opera seconda di Godano guarda alla famiglia moderna attraverso le lenti arcobaleno dell'amore LGBT, cavalcando inoltre l'immancabile scontro sociale (alla Ferie d'Agosto di Paolo Virzì) e generazionale, tra padri e figli. Un rischio non da poco all'interno di una sceneggiatura quasi interamente ambientata in una splendida villa di Gaeta, a picco sul mare, in piena estate. Proprietari sono i Castelvecchio, famiglia dalla mentalità aperta ma narcisista e disunita. Tony, ex donnaiolo ed ex mercante d'arte, ha perdutamente perso la testa per Carlo, pescivendolo di Nettuno. Ed è qui che subentrano i Petagna, ruspanti e sboccati popolani costretti a trascorrere le vacanze insieme agli eccentrici vicini perché i capifamiglia hanno deciso di gettare la maschera, dichiarare il loro amore e annunciare l'imminente unione civile. Pubblicamente gay in età adulta. Peccato che i figli di Tony e Carlo, ovvero l'irrequieta Penelope e l'omofobo Sandro, non siano propriamente d'accordo. Tanto da voler 'boicottare' le nozze.

    E' una commedia cinica, che prova a fuggire dal solito insostenibile buonismo della cinematografia nazionale, quella diretta da Godano. Non a caso tutti i protagonisti, tolto il positivo Carlo, sono 'negativi', tra rancori mai sopiti e puro narcisismo, ignoranza e odio nei confronti del 'diverso'. Lo scontro totale che porterà le due famiglie ad un passo dall'implosione suscita ilarità, genuina grazie alla coattaggine dei Petagna e all'esibita snobberia dei Castelvecchio. Il cliché, elemento sempre particolarmente pericoloso quando si vanno a trattare tematiche LGBT all'interno della cinematografia nazionale, viene qui cavalcato ma con intelligenza, grazie anche ad uno splendido Fabrizio Bentivoglio, perfettamente calatosi negli abiti dell'estroso Tony. Al suo fianco un Alessandro Gassmann che raramente eccede, tanto da giocare di sottrazione, in grado di dare al proprio Carlo quella bontà d'animo che di fatto farà da collante ai due universi famigliari, così spaventosamente diversi.

    L'omofobia, esibita e urlata dal rozzo Filippo Scicchitano, viene qui depotenziata, per non dire ridicolizzata, attraverso la disarmante semplicità dell'amore, che non conosce differenze di genere. L'amore tra due uomini, che hanno abbattuto muri e preconcetti perché semplicemente travolti dal sentimento, ma anche l'amore di due padri per i rispettivi figli e l'amore tra Jasmine Trinca, impeccabile nel rendere credibile una ragazza disturbata, interrotta e mai maturata perché segnata da un'infanzia complicata in quanto figlia abbandonata, e un uomo così sfacciatamente distante, il pacato Alessandro Gassmann, futuro sposo di quel padre tanto odiato e al tempo stesso amato.

    La forza di Croce e Delizia sta nel non forzare la mano ai suoi personaggi, umanizzati dal regista e dalla sceneggiatrice, che di fatto sono chiamati ad accettare gli altri per quello che sono. 'Se ti fa schifo che bacio un uomo, sono problemi tuoi!', sbraita Gassman al figlio Scicchitano, che proprio non riesce a motivare quella relazione, tanto inattesa quanto dirompente. L'odio nei confronti del 'diverso' continua ad esistere, persino tra i pescatori che guardano basiti ad un loro bacio in alto mare, ma ai due padri innamorati poco importa, perché stanno bene insieme, si sono casualmente trovati e completati. Cast impeccabile anche nei ruoli minori, vedi una serafica Lunetta Savino e una ritrovata Anna Galiena, all'interno di una commedia corale dai giusti tempi comici e dall'evoluzione sapientemente bilanciata. Tutt'altro che secondario lo sguardo dei più piccoli, talmente innocenti da non vedere alcun problema in due uomini che si amano, perché privi di sovrastrutture e filtri. 'Se te piace', sentenzia con serenità il secondogenito di Gassman nel commentare la storia d'amore con Bentivoglio, lasciando galleggiare quell'amarissima realtà che vede i più grandi, e l'odierna società tutta, in prima fila nel deviare, deformare, limitare le menti delle generazioni future, accecandole con il pregiudizio.

    Voto di Federico 7

    Croce e Delizia (commedia, Italia, 2019) di Simone Godano; con Alessandro Gassmann, Jasmine Trinca, Fabrizio Bentivoglio, Filippo Scicchitano, Lunetta Savino, Anna Galiena, Rosa Diletta Rossi, Clara Ponsot, Giandomenico Cupaiuolo - uscita giovedì 28 febbraio 2019.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Croce e Delizia, la recensione: commedia che abbatte omofobia e pregiudizi con la forza dei sentimenti é stato pubblicato su Cineblog.it alle 18:33 di Friday 22 February 2019

    Venezuela, militari aprono il fuoco al confine: una donna morta e 15 feriti

    Venezuela, militari aprono il fuoco al confine: una donna morta e 15 feriti


    Le forze armate venezuelane fedeli a Maduro avrebbero sparato contro un gruppo di indigeni al confine con il Brasile uccidendo una donna e ferendo altre 15 persone. Il fuoco sarebbe stato aperto dall’esercito a un posto di blocco di indigeni Pemon a...

    Le forze armate venezuelane fedeli a Maduro avrebbero sparato contro un gruppo di indigeni al confine con il Brasile uccidendo una donna e ferendo altre 15 persone. Il fuoco sarebbe stato aperto dall’esercito a un posto di blocco di indigeni Pemon a Gran Sabana, appunto alla frontiera brasiliana.

    Venezuela: la Camera approva la risoluzione, “Illegittime le ultime elezioni”

    "La posizione del governo italiano è favorevole ad un clima che possa favorire una riconciliazione nazionale"

    Frontiera chiusa da Maduro che ha inviato i blindati e che non lascia passare gli aiuti umanitari mentre nel paese scarseggiano anche i beni di prima necessità come il latte per i bambini. Maduro è sostenuto dal presidente russo Vladimir Putin secondo cui gli aiuti americani sono solo un pretesto per entrare nel paese e rovesciare il legittimo presidente.

    Dell’uccisione della donna e del ferimento di altre 15 persone nel villaggio di Kumarakapai, lungo la strada di confine tra Venezuela e Brasile, ha parlato Americo De Grazia, deputato all'assemblea nazionale. Tre dei feriti sono ora ricoverati in condizioni gravi. I militari avrebbero sparato contro un gruppo di indigeni che si opponeva "al passaggio di una colonna di mezzi" dell’esercito, ha detto De Grazia a Tv Venezuela.

    Juan Guaidò, presidente del Parlamento venezuelano che si è autoproclamato leader legittimo del paese assumendo i poteri di governo, nelle scorse ore aveva emesso un decreto per autorizzare l'ingresso degli aiuti umanitari nel Paese, per aprire insomma le frontiere. Guaidò ha parlato di "garanzie e benefici" ai membri delle forze armate che adempiranno "il mandato della Costituzione".

    Intanto secondo le Nazioni Unite sono 3,4 milioni (l'11% della popolazione) i venezuelani che hanno dovuto lasciare il paese avvolto in una crisi politica ed economica che ad oggi non vede sbocchi. Secondo la stima di Unhcr e dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) i venezuelani sono emigrati al ritmo di 5mila persone al giorno nel 2018.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Venezuela, militari aprono il fuoco al confine: una donna morta e 15 feriti é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:07 di Friday 22 February 2019

    Evasione, Di Maio e Bonafede:

    Evasione, Di Maio e Bonafede: "Le soglie di punibilità vanno riabbassate a 50mila euro"


    In una intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha detto che vuole riportare le soglie di punibilità per la dichiarazione infedele a 50mila euro. In particolare, l'intervistarle gli ha fatto notare che...

    In una intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha detto che vuole riportare le soglie di punibilità per la dichiarazione infedele a 50mila euro. In particolare, l'intervistarle gli ha fatto notare che attualmente la lotta all'evasione fiscale sembra scomparsa dall'agenda di governo, nonostante il MoVimento 5 Stelle abbia sempre promesso le "manette per gli evasori". Il guardasigilli ha allora risposto:

    "Le manette agli evasori, cioè l’inasprimento delle pene, sono legate al varo di un sistema fiscale più equo, così come prevede il contratto di governo. Però ci sono stati alcuni interventi vergognosi del governo Renzi sull’evasione fiscale, per esempio l’aumento delle soglie di punibilità per alcune fattispecie di reato. E per questo proporrò all’esecutivo di abbassarle. Renzi triplicò la soglia di punibilità per la dichiarazione infedele da 50 mila a 150 euro. Ecco, io voglio riportarla a 50 mila. E in generale, voglio ripristinare per alcune soglie il livello precedente"

    Bonafede ha poi detto che proporrà molto presto un disegno di legge e quando l'intervistatore gli ha fatto notare che il governo PD rivendicava risultati record nella lotta all'evasione, mentre l'attuale governo pentastellato ha solo varato condoni e saldi e stralci, il ministro ha risposto:

    "Su quei temi abbiamo trovati soluzioni in linea con il contratto. Detto questo, il maggior recupero di risorse dall’evasione deriva dagli strumenti sempre più efficaci di cui dispongono la Guardia di Finanza e le altre autorità. Invece il Pd ha varato norme che secondo me favorivano gli evasori"

    Il giornalista ha detto a Bonafede che la Lega non permetterà mai al M5S di intervenire su questo, il guardasigilli ha risposto:

    "Io propongo di cancellare alcune soglie vergogna. E non posso pensare che nel governo qualcuno possa apprezzare quelle norme fatte da Renzi"

    Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio ha rilanciato l'intervista di Bonafede e ha detto:

    "Le soglie di punibilità per gli evasori saranno nuovamente abbassate. L’evasione è un reato, grave, dannoso per lo Stato e per i cittadini. Sono contento che finalmente venga trattato come tale. C’è stato chi ha ben pensato di allargare le maglie della giustizia nei confronti degli evasori. Il governo Renzi, ad esempio, ha fatto sì che la punibilità per la dichiarazione infedele non scatti più a 50.000 Euro, ma dai 150.000 Euro. In pratica ha triplicato la soglia! Alfonso Bonafede, che ringrazio per impegno e passione, ha già deciso di proporre al Governo la cancellazione di questa vergogna e io sarò ovviamente al suo fianco"

    Poi Di Maio ha chiosato:

    "Noi vogliamo un sistema fiscale giusto, equo, ma chi evade sappia che pagherà per il danno che arreca a tutti quanti. Senza mezze misure.
    Mi sembra il minimo"

    Evasione Fiscale in Italia: raggiunta quota 108 miliardi

    Secondo una ricerca del Centro studi di Unimpresa, l'evasione fiscale in Italia ha toccato quota 108 miliardi

    PROSEGUI LA LETTURA

    Evasione, Di Maio e Bonafede: "Le soglie di punibilità vanno riabbassate a 50mila euro" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:53 di Friday 22 February 2019

    Veronica Satti convocata da Selvaggia Lucarelli in tribunale: ecco perché

    Veronica Satti convocata da Selvaggia Lucarelli in tribunale: ecco perché


    E' ormai passato un anno dal ritorno del Grande Fratello nella sua versione NIP e da un episodio che ha scosso - non poco - l'opinione pubblica. Si tratta di Luigi Favoloso e un presunto messaggio sessista rivolta alla giornalista Selvaggia Lucarelli...

    E' ormai passato un anno dal ritorno del Grande Fratello nella sua versione NIP e da un episodio che ha scosso - non poco - l'opinione pubblica. Si tratta di Luigi Favoloso e un presunto messaggio sessista rivolta alla giornalista Selvaggia Lucarelli su scritto in una maglietta indossata (per la quale chiese scusa) a camere spente durante la fascia oraria della giornata in cui la diretta sul Mediaset Extra e sul sito del reality era momentaneamente interrotta.

    L'opinionista non si fece scrupoli nel rendere pubblico ciò che accadde quella notte, rimandando anche ad eventuali azioni legali che, alla fine, ci sono state. La Procura sta ascoltando i concorrenti presenti nella casa e testimoni dell'atto, tra cui anche Veronica Satti (figlia di Bobby Solo) che ha raccontato tramite Instagram Stories, che potete vedere nel filmato in apertura, di essere stata contattata per dare la sua versione:

    Sono appena uscita dalla Questura perché mi hanno chiamata a testimoniare, mi ha fatto chiamare la signora Selvaggia Lucarelli, per quanto riguarda tutta quella polemica che ci fu nella casa con Luigi Favoloso. Non mi voglio pronunciare su chi ha torto e chi ragione, ma da genovese, passando, ho visto il Ponte Morandi e per me è allucinante pensare di poter spendere soldi per cose così futili. Non legittimo il gesto ovviamente, ma parlo proprio della parte pratica, dei soldi. Io sinceramente non ce li ho i soldi per queste cose.
     

    PROSEGUI LA LETTURA

    Veronica Satti convocata da Selvaggia Lucarelli in tribunale: ecco perché é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 16:13 di Friday 22 February 2019

    Rogo Thyssen, 7 morti: niente carcere per i manager condannati

    Rogo Thyssen, 7 morti: niente carcere per i manager condannati


    L'ordine di carcerazione emanato in Italia nel 2016 relativo ai due manager tedeschi della Thyssenkrupp, per i sette morti del rogo scoppiato nel 2007 nello stabilimento torinese del gruppo, è valido anche in Germania. La decisione è stata presa...

    L'ordine di carcerazione emanato in Italia nel 2016 relativo ai due manager tedeschi della Thyssenkrupp, per i sette morti del rogo scoppiato nel 2007 nello stabilimento torinese del gruppo, è valido anche in Germania. La decisione è stata presa nelle scorse ore dal Tribunale regionale di Essen, in Nordreno-Vestfalia.

    Thyssen, ex manager chiede la grazia a Mattarella. I parenti delle vittime in rivolta

    Lo strazio dei familiari e lo sconcerto dell'opinione pubblica: continua a far parlare la sentenza d'appello Thyssenkrupp.

    Ma, almeno per ora, per i due dirigenti d’azienda Harald Espenhahn e Gerald Priegnitz giudicati responsabili di omicidio colposo non si apriranno le porte del carcere. I manager hanno infatti impugnato la decisione e non potranno essere arrestati prima della pronuncia di merito.

    Una beffa per i familiari delle vittime del rogo del 6 dicembre di 12 anni fa negli stabilimenti Thyssen di Torino. Anche perché in Germania i due manager non sconterebbero in ogni caso più di 5 anni di carcere, la pena massima prevista dall’ordinamento tedesco per il reato di omicidio colposo.

    In Italia invece la Cassazione aveva condannato Espenhahn a 9 anni e 8 mesi e Priegnitz a 6 anni e 10 mesi. La sorella di una delle vittime commenta: "Sono disgustata, ci hanno presi in giro fin dall'inizio. Con tutto quello che ci hanno fatto passare, ci stanno facendo morire uno dopo l’altro". A parlare è Laura Rodinò, sorella di Rosario, una della sette vittime del rogo alla Thyssen.

    "Non posso immaginare che possa esserci ancora un altro appello. Siamo stufi - prosegue la donna - l'Italia non deve permettere una cosa del genere. Quei due assassini sono stati condannati in Italia e devono rispettare la legge italiana, non ci importa niente di quella tedesca. Certo, sono contenta che i giudici tedeschi abbiano preso questa decisione, ma perché solo dopo tutto questo tempo e solo dopo che li abbiamo stanati con la nostra battaglia? Ce ne hanno fatte passare talmente tante, che non possiamo non pensar male".

    PROSEGUI LA LETTURA

    Rogo Thyssen, 7 morti: niente carcere per i manager condannati é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:26 di Friday 22 February 2019

    Tria:

    Tria: "Le regole Ue non consentono interventi anti-crisi, vanno riviste"


    Il ministro dell'Economia Giovanni Tria oggi è stato a Tor Vergata per l'inaugurazione dell'anno accademico e ha parlato anche delle norme europee che, secondo lui, sono state "approvate in fretta" ormai "quasi un decennio fa" e possono funzionare nei...

    Il ministro dell'Economia Giovanni Tria oggi è stato a Tor Vergata per l'inaugurazione dell'anno accademico e ha parlato anche delle norme europee che, secondo lui, sono state "approvate in fretta" ormai "quasi un decennio fa" e possono funzionare nei periodi di crescita, ma non in quelli di crisi, perché "non rispondono all'esigenza di far fronte al veloce rallentamento" che è attualmente in corso in tutta l'Eurozona.

    Secondo Tria, dunque, le regole devono essere riviste in quanto esse non permettono "di tenere conto della mutevolezza delle condizioni economiche" e quindi "impediscono aggiustamenti discrezionali delle politiche finendo con l'agire in direzione prociclica se non strutturalmente deflattiva".

    Insomma, il titolare del MEF ritiene che l'UE non debba pensare solo alle regole fiscali e ai tecnicismi, ma deve puntare "a qualcosa di più grande" per ridare fiducia e affrontare i momenti di crisi. Tria ha poi spiegato meglio:

    "Quello che sto suggerendo non è non avere regole, ma che nelle politiche economiche i tecnicismi non dovrebbero avere lo stesso peso politico delle ragioni fondamentali del cooperare tra nazioni"

    Inoltre ha aggiunto che per ricostruire la fiducia bisogna prima "guardare perché stiamo insieme e poi guardare se l'architettura risponde efficacemente", ma, ha detto il ministro, "oggi avviene il contrario".

    Tria ha anche parlato del periodo in cui sono state serrate le trattative tra Italia e Ue per la legge di bilancio è ha detto:

    "Sembrava che l'Italia volesse mettere in discussione le regole tecniche e addirittura la moneta unica, come se l'unico motivo per stare insieme fosse il rispetto delle regole fiscali. Ma il progetto europeo ha bisogno di puntare a qualcosa di più grande, giocando un ruolo decisivo per una globalizzazione sostenibile"

    PROSEGUI LA LETTURA

    Tria: "Le regole Ue non consentono interventi anti-crisi, vanno riviste" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:55 di Friday 22 February 2019

    "Spara a Salvini e mira bene". Lui: "Non mi fate paura"


    "Spara a Salvini e mira bene": la scritta minacciosa contro il vicepremier e ministro dell’Interno è apparsa su un muro a Parma. La firma è anarchica. La replica del ministro, via Facebook, non si è fatta attendere: "Indignato per questa...

    "Spara a Salvini e mira bene": la scritta minacciosa contro il vicepremier e ministro dell’Interno è apparsa su un muro a Parma. La firma è anarchica.

    La replica del ministro, via Facebook, non si è fatta attendere: "Indignato per questa istigazione alla violenza, ovviamente non mi fanno paura e mi aspetto una condanna da tutto il mondo della politica, della cultura e dell’informazione. Vedremo...".

    Qualche giorno fa Salvini si era detto soddisfatto per l’arresto di un gruppo di anarco-insurrezionalisti considerati gli autori di un attentato con una bomba carta contro una sede del Carrocio ad Ala, in Trentino. Salvini, come ricorda l’Adnkronos, ha anche diffuso una mappa dei centri sociali ritenuti più pericolosi dal Viminale.

    Solidarietà al leader della Lega da parte del compagno di partito e vice presidente del Senato Roberto Calderoli: "Le scritte spray comparse a Parma in cui si invita a sparare contro Matteo Salvini sono l’ennesimo attacco (per fortuna solo dimostrativo) contro le nostre istituzioni e contro la nostra democrazia".

    "L’ennesimo - ricorda l’ex ministro per le Riforme e la Semplificazione nei governi Berlusconi II e IV - perché da mesi, soprattutto tra Milano e Torino, si stanno ripetendo scritte spray, volantini o manifesti che inneggiano al ritorno della lotta armata e indicano nei giudici o nei poliziotti i nemici. E da mesi in tutto il Nord avvengono attentati incendiari o esplosivi contro le sedi della Lega. E Matteo Salvini, cui va tutta la mia solidarietà e vicinanza umana e che certo non si fermerà per queste minacce e andrà avanti dritto nel suo lavoro, è diventato il principale bersaglio di questa violenza senza nome, senza volto, senza divisa o senza bandiera".

    Tutto questo "mi ricorda - prosegue Calderoli - il clima d'odio che si respirava quarant'anni fa. Purtroppo qualche cattivo maestro continua a soffiare sul fuoco, demonizzando l'avversario politico, alimentando l'odio che sta iniziando a tradursi in violenza. L'ho detto nei mesi scorsi, lo ripeto oggi: attenzione che avanti così e purtroppo ci scappa il morto. Io sono seriamente preoccupato".

    PROSEGUI LA LETTURA

    "Spara a Salvini e mira bene". Lui: "Non mi fate paura" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:36 di Friday 22 February 2019

    Di Maio incontra l’ambasciatore francese a Roma

    Di Maio incontra l’ambasciatore francese a Roma


    Disgelo tra Francia e Italia. L'ambasciatore francese in Italia Christian Masset ha incontrato oggi a Roma il vicepremier Luigi Di Maio, dopo il caso diplomatico aperto sull’asse Roma-Parigi proprio dal capo politico del M5s.Masset, fanno sapere da...

    Disgelo tra Francia e Italia. L'ambasciatore francese in Italia Christian Masset ha incontrato oggi a Roma il vicepremier Luigi Di Maio, dopo il caso diplomatico aperto sull’asse Roma-Parigi proprio dal capo politico del M5s.

    Masset, fanno sapere da Palazzo Farnese (sede delle rappresentanza diplomatica): "Ha ricordato la volontà della Francia di lavorare con l'Italia su tutte le tematiche nel quadro del rispetto reciproco e della volontà di cooperare".

    Di Maio e l’ambasciatore avrebbero parlato di temi comuni come il sostegno alla crescita economica, il rafforzamento della politica industriale e delle cooperazioni industriali in corso tra i due paesi. Non della Tav, almeno secondo quanto reso pubblico.

    La recente crisi diplomatica Italia-Francia, con tanto di richiamo in patria di Masset da parte di Macron, si era aperta dopo che Di Maio aveva incontrato nella capitale francese un gruppo di esponenti dei Gilet gialli. Un’ingerenza inammissibile per Parigi.

    Nelle settimane precedenti la Francia aveva già minacciato la rottura dei rapporti con l’Italia dopo alcune improvvide dichiarazioni dello stesso ministro e vicepremier Luigi Di Maio sul "franco coloniale francese" criticando la politica transalpina verso l'Africa tacciandola di neocolonialismo.

    Francia, l'ambasciatore torna in Italia: 'I leader politici hanno mostrato rammarico'

    L'ambasciatore francese in Italia, Christian Masset, tornerà oggi a Roma

    PROSEGUI LA LETTURA

    Di Maio incontra l’ambasciatore francese a Roma é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:56 di Friday 22 February 2019

    Europa League: Inter-Eintracht e Napoli-Salisburgo

    Europa League: Inter-Eintracht e Napoli-Salisburgo


    A Nyon, nella sede svizzera dell'UEFA, si sono svolti oggi i sorteggi degli ottavi di finale di Europa League, competizione in cui l'Italia ha ancora in gara due squadre, il Napoli e l'Inter. I partenopei ieri hanno battuto il Zurigo per 2-0,mentre...

    A Nyon, nella sede svizzera dell'UEFA, si sono svolti oggi i sorteggi degli ottavi di finale di Europa League, competizione in cui l'Italia ha ancora in gara due squadre, il Napoli e l'Inter. I partenopei ieri hanno battuto il Zurigo per 2-0,mentre l'Intera ha segnato quattro gol contro il Rapid Vienna nei match di ritorno dei sedicesimi. Oggi hanno conosciuto i nomi dei loro prossimi avversari, che sono i tedeschi dell'Eintracht di Francoforte per i nerazzurri e gli austriaci del Salisburgo per i partenopei. Evitate, dunque, le più pericolose inglesi, spagnole e portoghesi.

    Queste tutte le sfide degli ottavi di Europa League 2018-2019:
    Chelsea - Dynamo Kiev
    Eintracht Francoforte - Inter
    GNK Dinamo Zagabria - Benfica
    Napoli - Salisburgo
    Valencia - Krasnodar
    Siviglia - Slavia Praga
    Arsenal - Stade Rennais
    Zenit San Pietroburgo - Villareal

    Le partite di andata si giocheranno il 7 marzo, quelle di ritorno il 14 marzo 2019.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Europa League: Inter-Eintracht e Napoli-Salisburgo é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 13:22 di Friday 22 February 2019

    Guida autonoma Apple: arriva un Van elettrico?

    Guida autonoma Apple: arriva un Van elettrico?


    Il primo modello a guida autonoma di Apple sarà un EV, ma non un'auto elettrica. Al contrario, la casa di Cupertino starebbe virando verso l'idea di costruire un van, un minibus elettrico per la precisione, che si guida da solo. Non più un prodotto...



    Il primo modello a guida autonoma di Apple sarà un EV, ma non un'auto elettrica. Al contrario, la casa di Cupertino starebbe virando verso l'idea di costruire un van, un minibus elettrico per la precisione, che si guida da solo. Non più un prodotto per la mobilità personale, quindi, ma un mezzo di trasporto per più passeggeri.

    Lo riporta, citando però fonti anonime, il giornale tedesco Manager Magazine. Secondo tali fonti gli ingegneri Apple starebbero lavorando ad un van con due colorazioni, nero e argento, che richiamano quelle degli iPhone.

    Anche il design generale del mezzo a guida autonoma richiamerebbe quello degli smartphone della mela morsicata e Apple starebbe sviluppando in casa le batterie, i motori elettrici, sedili speciali e gran parte della componentistica interna dell'abitacolo.

    Il licenziamento di 200 dipendenti Apple impegnati nel progetto Titan, di cui si è sparsa la notizia a gennaio di quest'anno, ha fatto pensare inizialmente che il sogno di un'auto a guida autonoma Apple fosse tramontato per sempre.

    500 Golf elettriche a guida autonoma per Apple?

    Secondo fonti di stampa cinesi Apple avrebbe ordinato a Volkswagen 500 auto elettriche e-golf di pre-produzione per fare test sulla guida autonoma.

    Poi si è diffusa la notizia che Apple non avrebbe abbandonato il progetto, ma che si starebbe concentrando solo sullo sviluppo del software per rendere autonome le auto di altri costruttori.

    Adesso torna in auge l'ipotesi che Apple voglia fare tutto da sola, ma che il prodotto non sarà un'automobile elettrica ma bensì un furgone che si guida da solo. Insomma, l'incertezza al riguardo è sempre più grande.

    Di sicuro Apple sta sperimentando difficoltà ben maggiori di quanto potesse pensare, cinque anni fa, quando ha iniziato ad assumere decine di profili di alto livello provenienti dall'industria automobilistica. I dipendenti del progetto Titan sono presto cresciuti fino a superare il migliaio, con la promessa di portare sul mercato l'Apple Car già nel 2019.

    Ma la storia è andata in modo molto diverso: già nell'ottobre 2016 sono arrivati i primi licenziamenti, seguiti da molti altri nei mesi e negli anni successivi fino agli ultimi, quelli di gennaio. In mezzo, non sono mancate spy-story con dipendenti infedeli che hanno cercato di passare segreti industriali del Project Titan alla concorrenza cinese.

    Guida autonoma: ingegnere Apple accusato di spionaggio

    In appena sei mesi è il secondo dipendente Apple accusato di passare ai concorrenti cinesi informazioni riservate sulle auto a guida autonoma del Project Titan.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Guida autonoma Apple: arriva un Van elettrico? é stato pubblicato su Autoblog.it alle 13:00 di Friday 22 February 2019

    Giovanni Ciacci in autunno approda a Mediaset?

    Giovanni Ciacci in autunno approda a Mediaset?


    “Ringrazio @milly_carlucci per il bellissimo ruolo offertomi per questa nuova edizione di @ballandoconlestelle, ma per cause non dipendenti né da me né dalla Signora Carlucci non farò parte del cast di questa nuova edizione. Faccio i miei più...

    “Ringrazio @milly_carlucci per il bellissimo ruolo offertomi per questa nuova edizione di @ballandoconlestelle, ma per cause non dipendenti né da me né dalla Signora Carlucci non farò parte del cast di questa nuova edizione. Faccio i miei più grandi auguri a tutti per questa nuova ed esplosiva edizione... ci vediamo presto in un’altra prima serata ...su un altra rete”.


    Questo è il messaggio che Giovanni Ciacci ha scritto sui suoi social. Dunque il popolare esperto di moda non sarà nel cast della nuova edizione di Ballando con le stelle, in partenza sulla prima rete della Rai da sabato 30 marzo.

    Nel post Ciacci ringrazia Milly e fa gli auguri a tutto il team di Ballando, che più di una volta ha definito casa sua. Nel medesimo post dice che lo si vedrà prossimamente in una prima serata su altra rete. Qualcuno dice che la prima serata in oggetto sia il nuovo programma di Barbara d'Urso "Live non è la D'Urso", altri dicono un prime time di Rai2, magari The Voice insieme a Simona Ventura.

    Secondo le informazioni in nostro possesso, nessuna delle due opzioni scritte in questi giorni sarebbe quella corretta: per Giovanni Ciacci si aprirebbero le porte di Mediaset a partire dal prossimo autunno, cosa che comunque non escluderebbe un nuovo impegno in Detto fatto, qualora le circostanze lo permettano. Staremo a vedere.

    Nel frattempo Ciacci è sempre visibile tutti i giorni alle ore 14 su Rai2 in Detto fatto insieme a Bianca Guaccero.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Giovanni Ciacci in autunno approda a Mediaset? é stato pubblicato su Tvblog.it alle 12:28 di Friday 22 February 2019

    SBK Australia: Bautista al comando dopo le libere

    SBK Australia: Bautista al comando dopo le libere


    ...

    Seconda e ultima sessione di libere a Phillip Island con lo spagnolo, neo-acquisto di Ducati, Alvaro Bautista, a comandare la classifica combinata, mettendo un piede in territorio Rea-Kawa.

    Con il miglior tempo nel giro individuale nella FP2 è stato, insieme alla sua Ducati Panigale V4, anche il pilota più veloce in pista durante la sessione. Diciamo pure che la sfida pre-campionato era stata annunciata da Ducati tempo fa, ma adesso, Bautista sembra fare sul serio, sembra proprio aver dichiarato guerra al binomio (Rea-Kawasaki) che da 4 anni domina la Superbike. Con un crono fermo a 1' 30" e 327 millesimi, il pilota di Toledo precede il cannibale di soli 14 millesimi. Dietro di loro, l'altro ufficiale Kawasaki, Leon Haslam. Continuano, invece, gli acciacchi per Chaz Davies che non va oltre il 14° posto.

    SBK Australia 2019: orari TV su Sky e TV8

    Il Mondiale SBK 2019 inizierà questo weekend in diretta su Sky Sport ed Eurosport e anche "in chiaro" su TV8

    Al quarto posto troviamo Tom Sykes e la sua BMW del team BMW Motorrad WorldSBK che arresta temporaneamente la corsa verso l'ottimizzazione. Sykes non molla comunque e spinge al massimo per portare in officina consigli utili ai meccanici. Ottavo il compagno di squadra Markus Reiterberger a più di mezzo secondo dal leader.

    Superate le difficoltà della FP1 e la scivolata del pomeriggio, Alex Lowes, del team Pata Yamaha WorldSBK, si piazza in quinta posizione. Miglioramenti importanti per il compagno di squadra Michael van der Mark che, però, si ferma in nona posizione. Sesto Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) che in mattinata era stato il pilota Yamaha più veloce della sessione. Ancora problemi per il nostro Marco Melandri che deve accontentarsi della 13ª piazza.

    Dietro, in crescita esponenziale, la Honda di Leon Camier (Moriwaki Althea Honda Team) che continua a registrare ottimi tempi. Alla ricerca del ritmo ideale il compagno di squadra Kiyonari, caduto nel corso della sessione pomeridiana. A completare la top ten, il turco del team Turkish Puccetti Racing, Toprak Razgatlioglu.

    Dunque, un incontro a due: Bautista Vs il cannibale... ma in scena resteranno anche Haslam, Sykes e Lowes, che daranno sicuramente filo da torcere ad entrambi.

    SBK test, Bautista-Ducati super. Rea “sornione”?

    Tuttavia, se in questo antipasto degli ultimi test Dorna aveva l’obiettivo di spodestare il cannibale Rea dalla prima casella dei tempi, c’è riuscita.

     

    5 Guarda la Galleria "Superbike 2019: prove libere a Phillip Island"

    PROSEGUI LA LETTURA

    SBK Australia: Bautista al comando dopo le libere é stato pubblicato su Motoblog.it alle 12:08 di Friday 22 February 2019

    The Hot Zone arriva (finalmente) in tv

    The Hot Zone arriva (finalmente) in tv


    The Hot Zone arriva in tv: della miniserie si parla fin dal 2014, ovvero da quando Ridley Scott acquisì i diritti del bestseller di Richard Preston ispirato a una storia vera, quella di una dottoressa americana che nel 1989 cercò di evitare la prima...

    The Hot Zone arriva in tv: della miniserie si parla fin dal 2014, ovvero da quando Ridley Scott acquisì i diritti del bestseller di Richard Preston ispirato a una storia vera, quella di una dottoressa americana che nel 1989 cercò di evitare la prima vera epidemia di Ebola. A cinque anni dalla prima traccia di The Hot Zone, National Geographic annuncia la messa in onda della miniserie in sei parti nella tarda Primavera del 2019: la prima puntata andrà in onda, almeno negli USA, il 27 maggio prossimo in tre prime serate e potrebbe arrivare da noi in Estate.

    Nel ruolo della protagonista Nancy Jaax, scienziata dell’esercito americano in prima linea, come detto, per evitare una possibile e letale epidemia di Ebola, c'è Julianna Margulies (vincitrice di un Golden Globe e due Emmy per il ruolo di Alicia Florrick in The Good Wife e di un Emmy per l'interpretazione di Carol Hathaway in E.R.). Con lei nel cast Noah Emmerich (già nel ruolo dell'agente del controspionaggio Stan Beeman in The Americans, che riparte da quel 1989 che ha visto la fine della serie FX), che qui interpreta il marito della protagonista, il Tenente Colonnello Jerry Jaax, e Liam Cunningham (anche noto come Davos Seaworth ne Il trono di spade).

    La storia segue le vicende della dottoressa dell'Esercito USA Nancy Jaax che nel 1989 registra i primi casi di Ebola su scimmie in un laboratorio di Washington e cerca di arginare una possibile epidemia di questo virus, particolarmente letale (e che difatti anni dopo colpirà ampie fasce di popolazione soprattutto in Africa). Un thriller scientifico prodotto da  Fox 21 Television Studios, Scott Free Productions e Lynda Obst Productions, che vede come produttori esecutivi Kelly Souders, Brian Wayne Peterson (questi primi due anche in veste di showrunner), Lynda ObstJeff Vintar e Ridley Scott. E noi stiamo già aspettando...

    4 Guarda la Galleria "The Hot Zone, con Julianna Margulies"

    PROSEGUI LA LETTURA

    The Hot Zone arriva (finalmente) in tv é stato pubblicato su Tvblog.it alle 12:00 di Friday 22 February 2019

    Mitsubishi con Engelberg Tourer e ASX restyling

    Mitsubishi con Engelberg Tourer e ASX restyling


    L'89° edizione del salone di Ginevra sarà per Mitsubishi un'importante occasione per presentare le sue ultime e più interessanti novità. Tra le più attese, sicuramente la concept Engelberg Tourer: si tratta di un prototipo di un SUV completamente...

    L'89° edizione del salone di Ginevra sarà per Mitsubishi un'importante occasione per presentare le sue ultime e più interessanti novità. Tra le più attese, sicuramente la concept Engelberg Tourer: si tratta di un prototipo di un SUV completamente elettrico che in Mitsubishi assicurano non tradisca la tradizione del marchio in fatto di efficienza in off road, ma anzi, ne sia una evoluzione.

    Al momento non abbiamo molte altre informazioni a riguardo, dato che dal Giappone è sino ad oggi trapelata un'unica immagine raffigurante la firma luminosa dell'anteriore del veicolo, sarà proprio in occasione della kermesse svizzera che potremo scoprire e conoscere più dettagliatamente questo ambizioso progetto.

    Più attuale è, invece, sicuramente il restyling della ASX: il veicolo subirà così una decisa evoluzione di stile, con la zona anteriore che sarà anch'essa caratterizzata dal Dynamic Shield, con firma luminosa a LED che ne percorre le sagomature. La tecnologia a LED sarà disponibile, ovviamente, anche per i gruppi ottici anteriori e posteriori. Nuove anche le tinte per la carrozzeria con le aggiunte Red Diamond, Sunshine Orange e Oak Brown.

    Mitsubishi: al Salone di Ginevra con il nuovo SUV Engelberg Tourer

    Mitsubishi sarà presente a Ginevra con il concept Engelberg Tourer che dovrebbe poter fare affidamento su una alimentazione ibrida o elettrica.

    Sulla ASX restyling si aggiorna anche la connettività, con l'adozione del sistema di ultima generazione Smartphone-Link Display Audio che, grazie a uno schermo da 8", rende più accessibile e intuitiva l'interfaccia per la navigazione e la visualizzazione a video dei parametri del veicolo. Dal punto di vista tecnico, infine, il propulsore in dote sarà un 2.0 benzina aspirato abbinabile alla trasmissione manuale a cinque rapporti o al cambio automatico CVT, configurabile sia con due che con quattro ruote motrici.

    Mitsubishi sarà presente in Svizzera anche con un aggiornamento della sua Outlander Sport che porterà in dote nuovi fari anteriori a LED e un design più accattivante e vicino al nuovo corso stilistico intrapreso dal gruppo giapponese. Ginevra sarà anche l'occasione per conoscere il pick-up L200 da una tonnellata, per la prima volta in Europa. Si tratta di un veicolo estremamente dinamico e adatto a qualunque soluzione lavorativa che richieda un importante aiuto nel movimentare grossi pesi.

     

    PROSEGUI LA LETTURA

    Mitsubishi con Engelberg Tourer e ASX restyling é stato pubblicato su Autoblog.it alle 12:00 di Friday 22 February 2019

    Un bug in Safari crea lo scherzo perfetto

    Un bug in Safari crea lo scherzo perfetto


    In iOS c'è un piccolo bug passato inosservato finora e scoperto da quelli di MacRumors che consente di inviare titoli contraffatti su siti Web reali via iMessage. È una peccatuccio veniale, qualcosa cui Apple rimedierà sicuramente coi prossimi...

    In iOS c'è un piccolo bug passato inosservato finora e scoperto da quelli di MacRumors che consente di inviare titoli contraffatti su siti Web reali via iMessage. È una peccatuccio veniale, qualcosa cui Apple rimedierà sicuramente coi prossimi update; nel frattempo, però, ecco come fare un tiro mancino agli amici.

    Puma Fi, la sfida di Puma alle scarpe auto-allaccianti di Nike

    Anche Puma non ha resistito al richiamo, e ha annunciato le Puma Fi, scarpe auto-allaccianti controllabili via app su iPhone che fanno la guerra alle Adapt BB di Nike.

    Le funzionalità di condivisione di iOS consentono di inoltrare in un secondo un indirizzo Web ai propri contatti in Rubrica. Basta aprire una pagina con Safari, usare il pulsante di condivisione e selezionare Messaggi per l'invio. Volendo, è anche possibile selezionare una frase significativa della pagina, che verrà poi allegata al messaggio con tanto di anteprima del sito in questione. Ed è lì che casca l'asino: il trucco consiste nello scrivere un titolo farlocco nel campo di ricerca della pagina Web, selezionarlo e solo dopo condividere il tutto; ciò creerà un finto titolo applicato ad una pagina Web vera.

    Creare Titoli Finti


    Aprite un sito Web con funzioni di ricerca, come Melablog.it o Apple.it
    Mettete l'iPhone in modalità orizzontale (altrimenti non funziona)
    Toccate l'icona di ricerca nel sito Web
    Immettete un testo farlocco
    Toccate il pulsante di Condivisione e selezionate Messaggi
    Immettete il nome della persona a cui fare lo scherzo e date Invio

    Il giochetto funziona sia da iPhone che da iPad, ma non da Mac, e solo verso utenti Apple (niente Android, in altre parole). E ora che lo sapete, buon divertimento.

    5 Guarda la Galleria "Bug Safari - Scherzo dei Titoli Finti"

    PROSEGUI LA LETTURA

    Un bug in Safari crea lo scherzo perfetto é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:39 di Friday 22 February 2019

    Sara Peluso perdona Collovati dopo la frase sulle donne

    Sara Peluso perdona Collovati dopo la frase sulle donne


    Sara Piccinini in Peluso rompe il silenzio. Domenica scorsa, durante l'ultima puntata di Quelli che il calcio, la giornalista (ed ex arbitro di calcio, nonché moglie del calciatore del Sassuolo Federico Peluso) è stata "bersagliata" da Fulvio...

    Sara Piccinini in Peluso rompe il silenzio. Domenica scorsa, durante l'ultima puntata di Quelli che il calcio, la giornalista (ed ex arbitro di calcio, nonché moglie del calciatore del Sassuolo Federico Peluso) è stata "bersagliata" da Fulvio Collovati con la discussa quanto ormai celebre frase sulle donne e la tattica calcistica ("Quando sento una donna parlare di tattica, mi si rivolta lo stomaco"). Un'affermazione che è costata all'ex calciatore la "squalifica" dal campo di Quelli che per tre domeniche. Ha spiegato la Peluso in un'intervista rilasciata al settimanale Spy, in edicola da venerdì 22 febbraio:

    Quelli che il calcio, Collovati: "Quando una donna parla di tattica mi si rivolta lo stomaco"

    Quelli che il calcio, polemiche per le dichiarazioni di Fulvio Collovati: "Le donne non possono parlare di tattica"

    "Ero collegata da Empoli per la partita Empoli-Sassuolo. Ho letto le formazioni e ho spiegato come sarebbero scese in campo le squadre, secondo le tattiche usate dai rispettivi mister. A un certo punto ho detto che avrebbero usato il 4-3-3 come schema. A quel punto Fulvio è uscito con quella frase. Mi sono resa conto dopo che la frase era riferita a me, un colpo basso. Ho chiesto la parola, ma in studio era scoppiato il caos. Ho spiegato che, oltre a essere moglie di un calciatore, ho fatto per tre anni l'arbitro di calcio quindi qualcosa mastico".

    Dopo un momento di dispiacere (comprensibile), tra i due è tornato il sereno ed è scoppiata la pace. "Ho sentito Collovati su Instagram, mi ha scritto chiedendomi scusa. Mi ha detto che si è pentito e ha sbagliato. Io gli ho risposto: 'Amici come prima'. Se mi sono sentita offesa? Per offendermi devi farmi veramente male. Però ammetto, non è stato carino", ha aggiunto la Peluso.

    Fulvio Collovati sospeso dalla Rai per frasi sulle donne a Quelli che il calcio

    Fino a sabato 9 marzo l'ex calciatore non potrà svolgere alcuna attività in tv e in radio per il servizio pubblico.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Sara Peluso perdona Collovati dopo la frase sulle donne é stato pubblicato su Tvblog.it alle 11:24 di Friday 22 February 2019

    Previsioni traffico e meteo 23 e 24 febbraio 2019

    Previsioni traffico e meteo 23 e 24 febbraio 2019


    Le previsioni traffico e meteo per il 23 e 24 febbraio 2019 indicano il normale incremento degli spostamenti a corto e medio raggio nel weekend verso le località turistiche. Alcuni appuntamenti sportivi e due concerti completano il quadro. Il tempo...

    Le previsioni traffico e meteo per il 23 e 24 febbraio 2019 indicano il normale incremento degli spostamenti a corto e medio raggio nel weekend verso le località turistiche. Alcuni appuntamenti sportivi e due concerti completano il quadro. Il tempo sarà sereno al nord e su gran parte del centro; pioggia al sud.

     

    Previsioni traffico 23-24 febbraio 2019
    Venerdì 22 febbraio a Milano allo 20.30 si gioca la partita di calcio Milan-Empoli. Peevista circolazione in aumento, dalle 19 alle 21, sulla A8 Milano-Varese, tra Milano nord e l’allacciamento con la A4, con attese in uscita a Milano nord e sulla A4 Milano-Brescia, verso Torino, tra Milano est e Milano Viale Certosa ed attese code in uscita a Milano Viale Certosa ed a Milano est. Al termine della partita, flussi intensi di traffico ancora sulla A4 verso Brescia, tra Milano Viale Certosa e Milano est e sulla A8 dei laghi, verso Varese, tra l’allacciamento con la A4 e Milano nord.

    Traffico in aumento a Napoli per la Napoli City Half Marathon, in programma per domenica 24. Previste code già nella mattinata di sabato 23 sulla Tangenziale in uscita a Fuorigrotta, oltre che nella mattinata di domenica. A Bologna, sabato 23 alle 21 è in programma il concerto di Emma al palazzetto di Casalecchio di Reno. Previste code dal tardo pomeriggio alle uscite di Casalecchio della Tangenziale e del Raccordo.

    Ora gli appuntamenti di domenica 24 febbraio. A Genova alle 12.30 si gioca Sampdoria-Cagliari. Attese dalle 11 alle 12.30 sulla A7 Serravalle-Genova a Genova ovest e sulla A12 Genova-Sestri Levante a Genova est. A Bologna alle 15 si gioca Bologna-Juventus. Sul Raccordo e sulla Tangenziale, attese in uscita a Bologna Casalecchio. Inoltre in serata sono previste code negli stessi tratti per il concerto al palazzetto di Casalecchio dei Negramaro, in programma alle 21. Alle 18 a Parma si gioca Parma-Napoli; dalle 16.30 alle 18, possibili attese sulla A1 Milano-Napoli in uscita a Parma. Alle 20.30 a Firenze si gioca Fiorentina-Inter. Attese in uscita sulla A1 a Firenze Sud.

    Domenica mattina soleggiato su tutto il nord ad eccezione del Friuli nella zona di Udine, dove è prevista nebbia. Soleggiato su tutto il centro Italia e la Sardegna. Soleggiato sulle regioni meridionali ad esclusione della Calabria, dove è prevista pioggia nella zona di Crotone e su tutta la parte meridionale della regione (neve sui principali rilievi centrali). Pioggia su tutte le coste della Sicilia, tranne quella meridionale da Mazara del Vallo a Gela, dove sarà coperto. Nel pomeriggio soleggiato su tutto il territorio nazionale ad esclusione di Calabria e Sicilia, dove è prevista pioggia su gran parte di queste due regioni. In serata sereno su tutta l'Italia, ad eccezione di una leggera foschia in Lombardia nella pianura centrale e della pioggia su tutta la Sicilia.

    Il divieto di circolazione in autostrada per i mezzi pesanti oltre 7,5 tonnellate sarà in vigore domenica 20 dalle 9 alle 22. Attenzione ai tutor in autostrada. Sono aumentate le tratte coperte dal nuovo sistema. Qui sotto l'elenco completo.

    Nuovi Tutor: aumentano le tratte, ecco dove sono

    L'elenco completo dei tratti autostradali su cui sono attivi i nuovi Tutor; dove sono gli apparecchi che rilevano la velocità media.

    Ricordiamo anche che siamo nel periodo in cui è obbligatorio portare in auto delle catene da neve o montare pneumatici invernali marcati M+S, sulle strade che lo prevedono. Al seguente link di Autostrade per l'Italia c'è l'elenco dei tratti autostradali dove vige l'obbligo. Per le strade extraurbane è necessario prestare attenzione ai cartelli o consultare il sito web dell'ente proprietario della strada, nella maggior parte dei casi l'Anas o la Provincia. Infine il consueto link con l'elenco delle chiusure per lavori in autostrada.

     

    Previsioni meteo 23-24 febbraio 2019
    Eccoci alle previsioni meteo, elaborate dall'Aeronautica militare. Nel pomeriggio di venerdì 22, soleggiato su tutto il nord, il centro e la Sardegna; leggermente coperto su tutte le regioni del sud. In serata nebbia in Toscana tra Pisa e Livorno e nelle Marche tra Ancona e Jesi. Pioggia sulla Puglia garganica e sul litorale della provincia di Bari. Pioggia anche in Molise nella zona nord-occidentale e nord-orientale. Sereno al nord, coperto nelle altre regioni meridionali.

    Sabato 23, in mattinata tempo soleggiato lungo tutto l'arco alpino e in Liguria. Coperto nella Pianura padana, pioggia a Brescia. Soleggiato in tutte le regioni centrali e in Sardegna. Neve debole sui rilievi della Puglia settentrionale, coperto lungo la costa adriatica e soleggiato lungo la costa jonica. Neve su quasi tutta la Basilicata. Neve debole anche sui principali rilievi della Calabria settentrionale e centrale, pioggia su tutta la zona meridionale della regione. Pioggia in Sicilia lungo la costa nord-orientale, soleggiato o coperto sul resto dell'isola. Sereno in Campania.

    Nel pomeriggio di sabato coperto al nord-ovest, soleggiato al nord-est, al centro e in Sardegna. Neve su tutto l'Abruzzo occidentale e tutta la Basilicata. Pioggia sulla Puglia centrale e meridionale, neve sui rilievi. Pioggia sulla Calabria settentrionale, neve sui maggiori rilievi regionali. Pioggia sulla Sicilia settentrionale. Sereno in Campania. In serata sereno su tutto il nord e il centro. Neve in Molise e Basilicata. Coperto in Puglia. Pioggia su tutta la Calabria (neve sui rilievi) e sulla Sicilia settentrionale e orientale. In Campania pioggia lungo la costa da Salerno verso sud; neve sui maggiori rilievi regionali.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Previsioni traffico e meteo 23 e 24 febbraio 2019 é stato pubblicato su Autoblog.it alle 10:59 di Friday 22 February 2019

    Entro il 2019 la Carta di Credito Smart di Apple

    Entro il 2019 la Carta di Credito Smart di Apple


    Apple sta collaborando con Goldman Sachs ad un progetto congiunto volto alla creazione di una speciale carta di credito, diversa da quelle a cui eravamo abituati finora. È la prossima evoluzione di Apple Pay. Apple...

    Apple sta collaborando con Goldman Sachs ad un progetto congiunto volto alla creazione di una speciale carta di credito, diversa da quelle a cui eravamo abituati finora. È la prossima evoluzione di Apple Pay.

    Apple Pay Italia: Lista Aggiornata delle Banche 2019

    Ecco la lista aggiornata delle banche in Italia che supportano Apple Pay nel 2018.

    La nuova carta verrà dapprima distribuita ai dipendenti di Cupertino per i test interni, dopodiché sarà lanciata in pompa magna nel corso dell'anno. Sarà accessibile attraverso l'app Wallet di iPhone, e offrirà feature uniche di ottimizzazione della spesa, gestione degli obiettivi di bilancio, integrazione coi programmi premi e intelligenza artificiale proattiva:

    "I dirigenti hanno discusso l'idea di prendere in prestito l'interfaccia dell'app di fitness di Apple, che mostra "anelli" da chiudere ogni giorno con esercizi e attività fisica, e che invii notifiche agli utenti riguardo le loro abitudini di spesa. Potrebbero esserci perfino notifiche basate sull'analisi delle abitudini di spesa del possessore della carta, avvisandolo ad esempio quando ha speso troppo per il vettovagliamento familiare settimanale."

    A parte i frizzi e lazzi, la carta sarà comunque emessa da Goldman Sachs, e si affiancherà al network Mastercard per effettuare le transazioni; pare che tra offrirà tra l'altro il 2% di cashback (rimborso sulle spese effettuate) e anche più se l'acquisto è per prodotti Apple. Sarà anche per questo che, con iOS 12.2 Beta, la mela ha aggiornato l'interfaccia di Wallet con alcune interessanti novità che potete scoprire leggendo il post di approfondimento che trovato qui di seguito.

    iOS 12.2: tutte le novità della Beta 3

    Dal redesign dell'app Apple TV Remote, all'arrivo di HomeKit TV per controllare la TV in salotto con Siri. Ecco tutte le novità di iOS 12.2 Beta 3.

    PROSEGUI LA LETTURA

    Entro il 2019 la Carta di Credito Smart di Apple é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:33 di Friday 22 February 2019

    Peugeot Traveller: la nostra video prova

    Peugeot Traveller: la nostra video prova


    La parola d'ordine è comfort su tutta la linea, ma anche versatilità di utilizzo. Abbiamo testato il monovolume Peugeot Traveller in versione BlueHDi 180 S&S EAT6 in allestimento Business Vip.Lavoro o svago, lo spazio non è mai abbastanza. E' così...

    La parola d'ordine è comfort su tutta la linea, ma anche versatilità di utilizzo. Abbiamo testato il monovolume Peugeot Traveller in versione BlueHDi 180 S&S EAT6 in allestimento Business Vip.

    Lavoro o svago, lo spazio non è mai abbastanza. E' così che privati, imprenditori, famiglie più o meno allargate prendono in considerazione la possibilità di abbandonare l'auto classica optando per un van da 6/8 posti adibito al trasporto persone: i cosiddetti "people mover".

    Questi nuovi van, multispazio o monovolume che dir si voglia, si guidano in maniera molto simile all’automobile, sono più capienti e comodi e non hanno nulla a che vedere con i "veicoli commerciali" di una volta...

    Peugeot Traveller: come è fatto

    Linee fluide e armoniose fanno del Peugeot Traveller un multispazio compatto ed elegante. Ad un primo sguardo si avverte da subito la continuità stilistica con le ultime vetture del marchio del Leone, in particolare i proiettori incastonati nella carrozzeria rimandano alla berlina compatta 308, mentre la firma luminosa a LED, integrata nei fari a boomerang cromati fanno il verso alla 508. Ma non solo, molto curati gli interni con una grande attenzione alla qualità e al dettaglio, uno degli elementi di "pregio" e di distinzione del nuovo corso Peugeot.

    Il Peugeot Traveller è disponibile in tre diverse lunghezze da 4,60 m a 5,30 m, mentre la sua altezza di soli 1,90 metri garantisce l'accesso senza problemi anche ai parcheggi coperti. Il Peugeot Traveller è basato sulla piattaforma modulare EMP2. Può disporre fino a nove posti spaziosi con un volume del bagagliaio di 1.500 litri che può essere ampliato per arrivare ad una capacità di ben 4.900 litri grazie ai sedili scorrevoli dalle molteplici configurazioni, mentre le porte laterali, anch'esse scorrevoli in maniera automatica, rendono possibile l'apertura e la chiusura anche con le mani occupate.

    Motorizzazioni moderne ed efficienti, ovviamente Euro6, da 95 a 180 CV, cambio automatico EAT6 automatico a controllo elettronico a 6 rapporti oppure, in alternativa, manuale, sempre a sei rapporti.

    Non manca la tecnologia a bordo con un navigatore preciso nelle sue indicazioni e molto chiaro sia sul display touchscreen centrale che sull’Head Up Display e VisioParck 180°. E' possibile abbinare lo smartphone in maniera facile ed intuitiva tramite Bluetooth per poter gestire telefono e la propria musica, così come ricaricarlo grazie alla presa USB presente sulla consolle centrale insieme alle prese da 12 V.

    Nuova Peugeot 508: primo contatto con la sedan francese

    Abbiamo provato la nuova Peugeot 508 sulle strade del Principato di Monaco, il luogo ideale dove sfoggiare il nuovo design stiloso e raffinato della nuova ammiraglia francese.

    Infine, il massimo del comfort nell’allestimento Business Vip consiste nella possibilità di girare i sedili della seconda fila per utilizzare un tavolino centrale a scomparsa, trasformando così la zona posteriore in un vero e proprio salottino.

    Peugeot Traveller: come va

    PROSEGUI LA LETTURA

    Peugeot Traveller: la nostra video prova é stato pubblicato su Autoblog.it alle 10:00 di Friday 22 February 2019

    ASUS ROG svela la nuova Maximus XI Apex

    ASUS ROG svela la nuova Maximus XI Apex


    ASUS ROG ha annunciato la nuova motherboard Maximus XI Apex pensata per offrire le massime prestazioni. ASUS ha svelato la nuova scheda madre della serie ROG Maximus, la ROG Maximus XI Apex. La nuova arrivata si presenta come una scheda madre in...

    ASUS ROG ha annunciato la nuova motherboard Maximus XI Apex pensata per offrire le massime prestazioni.

    ASUS ha svelato la nuova scheda madre della serie ROG Maximus, la ROG Maximus XI Apex. La nuova arrivata si presenta come una scheda madre in standard ATX con chipset Intel Z390 per gli enthusiast e gli amanti delle prestazioni estreme e dell’overclocking.

    Sfruttando un layout ottimizzato, un migliorato sistema di controllo ed erogazione dell’alimentazione e un più evoluto supporto alle memorie DDR4 con frequenze di 4800+ MHz, la ROG Maximus XI Apex è la scelta ideale per gli appassionati di overclock che prediligono l’installazione di un sistema di raffreddamento ad azoto liquido (LN2) e che vogliano sfruttare appieno il potenziale delle più recenti CPU multi-core Intel.

    La Maximus XI Apex monta un circuito VRM Extreme Engine Digi+ potenziato, alimentato da due connettori ausiliari a otto pin, oltre a un circuito di rilevamento della condensa, un dissipatore di calore VRM migliorato e sistema Probelt per l'overclocking estremo. Queste caratteristiche garantiscono un controllo totale e costante delle temperature di tutti i componenti, anche di quelli più cruciali ed anche in condizioni particolarmente critiche, quali quelle che si possono creare quando questi ultimi sono particolarmente spinti al limite.

    La Maximus XI Apex è equipaggiata con due slot DIMM a doppia capacità realizzati con un esclusivo design memory-trace che consentono l’installazione fino a 32GB di memoria DDR4-4800 per slot, per una capacità di memoria complessiva di ben 64GB. La scheda offre controllo delle temperature e prestazioni ottimizzate anche per lo storage con due slot M.2 installabili verticalmente e circondati da un dissipatore passivo aggiuntivo.

    ASUS 5-Way Optimization è il modo più semplice ed immediato per sfruttare al massimo e in tutta sicurezza il potenziale di questa scheda e dell’intero sistema, mediante l’overlock intelligente delle CPU e ottimizzando il controllo delle ventole, consentendo al sistema di raffreddamento di adeguarsi dinamicamente ai differenti carichi di lavoro, gestendo efficacemente dalle situazioni meno impegnative fino ai giochi particolarmente esigenti o elaborati rendering grafici, in modo da raffreddare in maniera bilanciata sia la CPU che la GPU.

    La nuova motherboard ROG Maximus XI Apex è progettata per essere anche il cuore delle build gaming più spinte, offrendo un elevato numero di connettori per le ventole, supporto SLI / 3-way CFX bidirezionale, ampia connettività, scheda di rete integrata Intel Wireless-AC 9560 (CNVi), audio SupremeFX per un suono immersivo e di qualità e la tecnologia Aura Sync per una totale personalizzazione della propria postazione di gioco e la sincronizzazione degli effetti di illuminazione tra i diversi device compatibili.

    La ROG Maximus XI Apex è disponibile al prezzo consigliato di 449,00 euro.

    PROSEGUI LA LETTURA

    ASUS ROG svela la nuova Maximus XI Apex é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 09:00 di Friday 22 February 2019

    La tenera storia del Beagle che adotta un opossum

    La tenera storia del Beagle che adotta un opossum


    Oggi vogliamo raccontarvi una storia davvero tenerissima, ovvero la storia di una beagle di nome Molly, che purtroppo nelle scorse settimane ha avuto una gravidanza difficile, che non è andata a buon fine. I genitori umani di Molly, Elle e Sara Moyle...

    Oggi vogliamo raccontarvi una storia davvero tenerissima, ovvero la storia di una beagle di nome Molly, che purtroppo nelle scorse settimane ha avuto una gravidanza difficile, che non è andata a buon fine. I genitori umani di Molly, Elle e Sara Moyle raccontano che la loro cagnolina era diventata triste e apatica, dopo aver perso i suoi cuccioli, ma a quanto pare le cose sono cambiate radicalmente quando la piccolina ha incontrato un nuovo simpatico amico.

    Un pomeriggio, Molly è rientrata in casa con un adorabile cucciolo di opossum sulla schiena. E da allora sono stati inseparabili.
    Non è ancora chiaro come i due abbiano fatto a incontrarsi e a diventare così amici, ma da quel momento l’umore di Molly è nettamente migliorato. La cagnolina ama trascorrere le sue giornate insieme al suo amico Opossum, ed aspetta il suo arrivo ogni pomeriggio, sotto l’albero del giardino di casa. Quando il cucciolotto si sveglia, scende dai rami e trascorre il suo tempo insieme alla nuova mamma adottiva.
    L'umore giocoso di Molly era cambiato da quando aveva perso i cuccioli, ma dopo aver formato questa nuova alleanza è più felice che mai. Entrambi avevano bisogno l'uno dell'altro. E' evidente quanto siano felici insieme.
    Che dire? I nostri amici animali non smettono davvero mai di sorprenderci con le loro dimostrazioni di amicizia senza confini, non siete d’accordo? Australia, l'opossum che assomiglia a Pikachu porta ora il suo nome

    via | La Stampa

    PROSEGUI LA LETTURA

    La tenera storia del Beagle che adotta un opossum é stato pubblicato su Petsblog.it alle 08:00 di Friday 22 February 2019