ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia

    Come nascondere contatti WhatsApp

    Come nascondere contatti WhatsApp


    Tutti abbiamo quegli amici che non si fanno gli affari loro e preferiscono spiarci le conversazioni WhatsApp. Per tutelare la nostra privacy, quindi, possiamo nascondere tutti i contatti che vogliamo, in modo da renderli invisibili agli occhi di gente...

    Tutti abbiamo quegli amici che non si fanno gli affari loro e preferiscono spiarci le conversazioni WhatsApp. Per tutelare la nostra privacy, quindi, possiamo nascondere tutti i contatti che vogliamo, in modo da renderli invisibili agli occhi di gente non autorizzata. Vediamo insieme come fare a nascondere contatti WhatsApp sia su iPhone che su Android.

    Per il nostro scopo basterà seguire pochi e semplici passaggi. Quindi utenti ficcanaso non saranno in grado di spiarci. Inoltre vi consigliamo di utilizzare un’app locker, ovvero un’app che blocca le app da noi scelte con un codice inserito da noi. Vediamo quindi come fare per nascondere i contatti sia su iPhone e sia su smartphone Android.

    Procedura per iPhone

    Su iPhone possiamo modificare le impostazioni privacy per l’app di WhatsApp.

    Andiamo nelle Impostazioni; Entriamo nella sezione Privacy; Impostiamo il toggle su Off alla voce relativa a WhatsApp.

    Operando in questo modo verrà negato l’accesso ai dati della rubrica all’applicazione di messaggistica istantanea. Tuttavia, in questo modo, non permetteremo all’app di interagire con il sistema e con la rubrica e di conseguenza potrebbero non essere visualizzati anche altri contatti.

    Per questo motivo vi consigliamo di utilizzare un’app di terze parti come CoverMe. Quest’app ci consente di creare dei contatti segreti, rendendoli invisibili all’interno della rubrica. Dopo aver creato dei contatti segreti passate direttamente a questo passaggio.

    Procedura per Android

    La procedura per smartphone Android, invece, è totalmente differente rispetto alla procedura per iPhone. Alcuni smartphone Android, infatti, permettono di nascondere alcuni contatti dalla rubrica. Tuttavia non tutti offrono questa funzionalità.

    Di conseguenza dobbiamo rivolgerci a delle app di terze parti. Noi vi consigliamo l’utilizzo di Private SMS & Call. Quest’app ci permette di nascondere contatti, messaggi e il registro delle chiamate. Dopo averla installata e dopo aver nascosto i contatti desiderati possiamo passare a questo passaggio.

    Aggiornare la rubrica e nascondere i contatti su WhatsApp

    A questo punto possiamo nascondere i contatti su WhatsApp e aggiornare la rubrica.

    Apriamo WhatsApp; Andiamo nelle Impostazioni; Selezioniamo la voce Contatti; Togliamo la spunta all’opzione Mostra tutti i contatti;

    A questo punto attendiamo che si concluda l’aggiornamento della rubrica. Se tutto è andato a buon fine i contatti nascosti con le due app proposte non verranno visualizzati all’interno dell’applicazione.

    Conclusioni

    Purtroppo non esistono funzioni native per nascondere contatti WhatsApp tramite l’applicazione stessa. Tuttavia ci vengono in aiuto delle app di terze parti che ci consentono di nascondere dei contatti nella rubrica telefonica e di conseguenza di nasconderli anche su WhatsApp.

    Liste broadcast su WhatsApp le differenze con i gruppiLe caratteristiche delle liste broadcast, come si usano, a cosa servono, e diciamo basta alla confusione con i gruppi!Androidwhatsapp Come salvare gli stati di WhatsappGli stati di Whatsapp oltre ad essere visualizzabili, possono essere anche salvati tramite un piccolo stratagemma, vediamo come.Androidstati whatsapp

    L'articolo Come nascondere contatti WhatsApp appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Meizu M6s


    Il nuovo Meizu M6s è uno smartphone entry-level che offre delle caratteristiche davvero interessanti. È caratterizzato da un display di 5,7 pollici in formato 18:9 con risoluzione HD+ (720 x 1.440 pixel). Il processore è un Samsung Exynos 7872...

    Il nuovo Meizu M6s è uno smartphone entry-level che offre delle caratteristiche davvero interessanti. È caratterizzato da un display di 5,7 pollici in formato 18:9 con risoluzione HD+ (720 x 1.440 pixel). Il processore è un Samsung Exynos 7872 Hexa-Core, affiancato da 3 GB di RAM. Per quanto riguarda lo storage troviamo 32 o 64 GB di memoria interna, espandibili tramite microSD fino a 128 GB. Inoltre possiede il lettore di impronte digitali posto sul lato della scocca. La fotocamera frontale è da 8 MP (f/2.0), mentre la principale è da 16 MP (f/2.0). Meizu M6s è dual SIM e dispone di batteria da 3.000 mAh.

    L'articolo Meizu M6s appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come trasferire dati da Android a iPhone

    Come trasferire dati da Android a iPhone


    Se avete acquistato un iPhone e avete messo da parte il vostro vecchio Android, l’operazione più noiosa e più lunga è quella del trasferimento delle app e dei dati sul nuovo dispositivo di casa Apple.  In questa semplice guida vi mostreremo come...

    Se avete acquistato un iPhone e avete messo da parte il vostro vecchio Android, l’operazione più noiosa e più lunga è quella del trasferimento delle app e dei dati sul nuovo dispositivo di casa Apple.  In questa semplice guida vi mostreremo come trasferire app e dati dal vostro vecchio Android al vostro nuovo iPhone. Andremo a sfruttare un’applicazione gratuita realizzata direttamente da Apple.

    Move to iOS è stata pensata per facilitare la migrazione delle app e dei dati per gli utenti iPhone nel passaggio da Android a iOS. Andiamo a vedere come funziona.

    Come trasferire app e dati da Android a iOS

    Prima di tutto, avremo bisogno di due cose fondamentali: il nostro vecchio smartphone Android e il nostro nuovo iPhone. L’iPhone non deve essere stato ancora configurato. Se per qualche motivo lo avete configurato, è necessario effettuare un ripristino. Disponendo di tutto l’occorrente possiamo procedere con la guida.

    Scarichiamo l’app Move to iOS sul nostro vecchio smartphone Android. Sul nostro iPhone invece seguiamo i primi passi per la configurazione iniziale e, una volta arrivati nella sezione App e dati, selezioniamo Migra i dati da Android.

    Trasferire musica su iPhone senza iTunesDovete trasferire musica dal PC all'iPhone ma non volete utilizzare iTunes? Allora avete delle alternative: eccole elencate!AppleMusica

    Una volta fatto ciò, avviamo l’applicazione sullo smartphone Android. Seguiamo le indicazioni dell’app e inseriamo il codice che verrà visualizzato sul nostro iPhone.

    Dopo aver inserito il codice, selezioniamo tutti i tipi di dati che vogliamo trasferire, come ad esempio Account Google, Messaggi, Contatti e Rullino Foto. Infine clicchiamo su Avanti per far partire il trasferimento.

    Trasferire contatti Android su iPhoneTrasferire contatti Android su iPhone è una procedura semplice ma fondamentale. Se non volete perdere tutta la rubrica leggete il nostro articolo!Androidapp android app ios

    Il tempo che impiega la procedura varia a seconda della quantità dei dati da trasferire. Al termine della migrazione riceveremo una notifica sia sul nostro vecchio smartphone Android e sia sul nostro nuovo iPhone. Come abbiamo visto, la procedura è davvero molto semplice. Apple ha infatti semplificato di molto la procedura di trasferimento dei dati, per agevolare il passaggio da dispositivi Android a dispositivi Apple.

    L'articolo Come trasferire dati da Android a iPhone appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come scrivere grassetto, corsivo e barrato su Whatsapp

    Come scrivere grassetto, corsivo e barrato su Whatsapp


    Whatsapp permette di cambiare il formato del testo di un messaggio come più vi piace dando la possibilità di scrivere in Grassetto, Corsivo o Barrato e vi spiegherò brevemente come fare per utilizzare queste funzioni su Android, iPhone e Whatsapp...

    Whatsapp permette di cambiare il formato del testo di un messaggio come più vi piace dando la possibilità di scrivere in Grassetto, Corsivo o Barrato e vi spiegherò brevemente come fare per utilizzare queste funzioni su Android, iPhone e Whatsapp Web. Per quanto riguarda gli Smartphone Android e iPhone o iPad i passaggi sono identici, piccole differenze si troveranno solo su Whatsapp Web. Tutto ciò è possibile inserendo all’inizio e alla fine di una frase vari simboli che ora scopriremo insieme.

    Come spiare WhatsApp e leggere conversazioniEcco la nostra guida con il modo più semplice disponibile su web per spiare WhatsApp gratis su iOs e Android.Androidwhatsapp Scrivere grassetto su Whatsapp

    Per poter scrivere in grassetto su un dispositivo Android o iOS avete a disposizione due modalità: la prima, molto semplice, è selezionare la parola o le parole da scrivere in grassetto su WhatsApp e poi scegliere dal menu la voce “grassetto”. Ecco un’immagine:

    L’altro modo, quello manuale, consiste semplicementenel  digitare il simbolo dell’asterisco ( * ) prima e dopo la frase che intendete modificare, per esempio:

    *ciao, come stai?*

    Il risultato sarà il seguente:

    Scrivere in corsivo su WhatsApp

    La procedura è sempre la medesima: selezionate la parola o le parole che volete rendere in corsivo e dal menu che si apre toccate la voce “corsivo”. Se volete affidarvi alla procedura manuale, il simbolo da utilizzare è l’ underscore ( _ ) cioè il classico trattino basso, da inserire all’inizio e alla fine della frase in questo modo:

     _Un saluto da ChimeraRevo_

    Scrivere in barrato su WhatsApp

    In ultimo, per poter scrivere nel formato barrato bisognerà soltanto inserire la frase fra il simbolo TILDE (~), esempio:

    ~ciao a tutti~

    Anche in questo caso potete selezionare la parola e scegliere dal menu che si aprirà la voce “barrato”.

    Scrivere senza spazi su WhatsApp

    Come avete potuto constatare non è difficile cambiare formato di un messaggio Whatsapp, ma le funzioni non finiscono qui. Infatti è possibile scrivere addirittura una frase con il font FixedSys inserendo tra l’inizio e la fine del messaggio il simbolo apice (`) per tre volte, per esempio:

    ` ` `ChimeraRevo` ` `

    Questa caratteristica è chiamata da WhatsApp testo senza spazio, potete anche selezionare la parola e scegliere dal menu contestuale la voce “testo senza spazio” o “monospaziato” come da immagine:

    Combinare gli stili

    Le formattazioni di Whatsapp non sono ancora finite, perché potete anche utilizzare una formattazione incrociata, ovvero combinare più formati tra loro (ad esempio grassetto e corsivo ) inserendo i rispettivi simboli insieme, in questo modo:

    *_WhatsApp_*

    Se invece combinerete tre stili diversi, ad esempio grassetto, corsivo e barrato insieme, otterrete questo risultato:

    Come scrivere in grassetto, corsivo e barrato su WhatsApp Web

    Se vi starete chiedendo se anche dal PC potete divertirvi a modificare formato dei testi, ovviamente la risposta non può che essere positiva. Vi mostrerò come scrivere in grassetto, corsivo, barrato, con il font Fixedsys e incrociando i formati su Whatsapp Web, utilizzabile da qualsiasi browser.

    I passaggi e i simboli da utilizzare per scrivere in grassetto, corsivo e barrato sono gli stessi che vi ho mostrato precedentemente, quindi inserire prima e dopo una frase i simboli rispettivi a ogni formato, che sono: l’asterisco (*) per il grassetto, l’hardescore ( _ ) per il corsivo e il simbolo Tilde (~) per il barrato. Riguardo quest’ultimo, noterete che sulla tastiera non è presente il simbolo ~, ma potete crearlo tenendo premuto il tasto ALT e digitando contemporaneamente il numero 126.

    Anche per inserire un formato incrociato, ad esempio grassetto e corsivo, i passaggi sono gli stessi dello smartphone, quindi inserite i due simboli in questo modo:

    *_ ciao da ChimeraRevo_*

    Per personalizzare il testo di un messaggio su Whatsapp Web con il font Fixedsys basterà sempre inserire tre volte il simbolo dell’Apice ( ` ) a inizio e fine messaggio, ma sulla tastiera italiana non è presente, quindi dovrete creare voi il simbolo tenendo premuto su ALT e digitando in contemporanea il numero 96 sul tastierino numerico.

    Conclusioni

    Come dimostrato, è davvero semplice creare formati diversi per i testi di Whatsapp. Ora non vi resta che mostrarli ai vostri amici e a provarli insieme. L’unica cosa da non dimenticare è quella che tra un simbolo e l’inizio o la fine della frase non deve mai essere inserito lo spazio, altrimenti l’effetto desiderato non comparirà!

    L'articolo Come scrivere grassetto, corsivo e barrato su Whatsapp appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Recuperare video cancellati iPhone

    Recuperare video cancellati iPhone


    Avete appena perso i filmati delle vostre vacanze, di un compleanno o di una gita fuori porta? State scorrendo da diversi minuti la galleria per ritrovarli senza alcuna successo? Sappiate che potreste averli eliminati per sbaglio. Per vostra fortuna...

    Avete appena perso i filmati delle vostre vacanze, di un compleanno o di una gita fuori porta? State scorrendo da diversi minuti la galleria per ritrovarli senza alcuna successo? Sappiate che potreste averli eliminati per sbaglio. Per vostra fortuna però è molto probabile che con i nostri consigli riusciate a recuperare i video cancellati da iPhone. 

    Ci sono infatti alcuni trucchetti che vi possono permettere di recuperare i filmati eliminati senza troppi sforzi. Per farlo non dovrete avere conoscenze approfondite d’informatica, né padroneggiare un linguaggio di programmazione. Ad aiutarci saranno alcune delle numerose app che possiamo facilmente reperire in rete.

    Oggi impareremo che spesso, il nostro iPhone, può offrire più risorse di quanto sembri a un primo sguardo. Siete pronti a rimediare ai vostri problemi?

    Recuperare video cancellati da iPhone: cosa occorre

    Se volete recuperare i vostri video eliminati da iOS, ci sono alcune cose di cui non potete assolutamente fare a meno. La prima è il vostro iPhone, senza di esso sarebbe inutile provarci. Come seconda cosa avrete bisogno di una connessione internet che utilizzeremo per scaricare le applicazioni necessarie. Infine, avere a disposizione un PC non guasta affatto. Molti dei migliori programmi per recuperare i file infatti sono sviluppati per la piattaforma Windows.

    Prima d’iniziare però ricordatevi sempre una cosa. Effettuare un backup dei vostri file personali può portare grandi benefici. Per questo vi consigliamo di farne uno, almeno una volta al mese per i file multimediali. Per questo scopo potete sfruttare Google Foto, che oltre a tenere traccia dei vostri ricordi, vi aiuterà anche a salvare un po’ di spazio.

    Liberare e risparmiare spazio su iPhone grazie a Google Foto EaseUS Mobi Saver

    EaseUS MobiSaver è uno dei migliori tool che potete utilizzare per recuperare i video eliminati da iPhone.  Per scaricarlo, dovete recarvi sul sito ufficiale e provvedere al download della versione per Windows o per Mac.

    La versione gratuita vi permetterà di recuperare un solo file per volta, ma non prevede pagamenti. Se invece volete sbloccare la versione premium dovrete acquistare una licenza per il suo utilizzo. I prezzi non sono proibitivi. Vi consigliamo comunque di provare prima l’applicazione e vedere se può fare al caso vostro.

    Una volta terminata l’installazione di EaseUS MobiSaver, è il momento di recuperare i nostri video cancellati da iPhone.

    Collegate il vostro dispositivo iOS al PC e attendete che sia stato riconosciuto. Adesso dovrete scegliere da quale sorgente recuperare i video eliminati: Recover from iOS device vi permetterà di scansionare direttamente lo smartphone; Recover from iTunes backup vi darà la possibilità di utilizzare un backup fatto con iTunes; Recover from iCloud backup infine, renderà possibile sfruttare un backup archiviato nel cloud per recuperare i vostri dati. Una volta terminato lo scan poterete scegliere di recuperare i video cancellati dal menù presente a sinistra. Basterà selezionare gli elementi che vi interessano e fare clic sul pulsante recover situato in basso a destra. iMyfone

    Un’altra ottima alternativa per recuperare i vostri filmati eliminati da iPhone è utilizzare iMyfone. Si tratta di una suite di strumenti davvero molto utili, che possono risolvere molti dei problemi che affliggono gli utenti iPhone. Potete scaricarlo e provarlo in modo del tutto gratuito. È disponibile sia per Windows che per Mac.

    Una volta avviato il programma, e collegato il vostro iPhone, portatevi sulla barra di sinistra e selezionate la modalità smart recovery.

    In questo modo, selezionando come avete perso i vostri video, iMyfone vi aiuterà a trovare il modo migliore per recuperarli. Tutto questo avviene incrociando la memoria interna del vostro iPhone, con i backup disponibili su iTunes e iCloud. Una volta terminata la scansione, i video recuperati appariranno automaticamente sulla finestra principale del programma. Purtroppo, con la versione di prova, potrete solo accertarvi che i video persi siano effettivamente recuperabili. Si tratta comunque di un ottimo metodo per capire se la strada intrapresa è praticabile oppure no.

    Per accedere alle funzioni complete di iMyfone dovrete acquistare una licenza. Si tratta comunque di un prezzo abbastanza basso, che sarà fondamentale se i vostri filmati erano davvero importanti.

    Recuperare video iPhone dal cestino

    A volte, recuperare i video cancellati su iPhone potrebbe essere particolarmente semplice. È la stessa Apple che ci viene incontro con una funzionalità della galleria che sono in pochi a conoscere. Adesso è infatti presente una sorta di opzione di sicurezza che archivia automaticamente i file cancellati per circa 40 giorni.

    Sarà sufficiente entrare nell’apposita cartella in galleria e selezionare i video che vogliamo recuperare. Una volta scelti dovrete fare tap su recupera per completare l’operazione.

    Ricordate sempre che l’unico vero inconveniente è rappresentato dalla durata massima dei file in questa cartella. Dopo il periodo di “quarantena” non sarà più possibile recuperarli.

    In alternativa, se avevate abilitato il backup tramite iCloud di foto e video, potrete utilizzare questo metodo per recuperare i video cancellati.

    Accedete alla vostra pagina personale iCloud tramite il sito ufficiale, inserite i vostri dati e proseguite. Fate clic su impostazioni iCloud e accedete alla pagina ripristina file tramite il link presente in basso. Adesso non dovrete far altro che selezionare il backup da recuperare e confermare. In alternativa, vi ricordiamo che facendo clic sull’icona foto nella home di iCloud avrete accesso a tute le immagini e video che avete (in caso di backup) archiviato.

    Se poi volete scoprire come sfruttare al meglio le funzionalità di backup offerte da iOS e tanti altri piccoli trucchetti, non dovete far altro che dare un’occhiata a questi articoli.

    Come fare backup di iPhone, iPad e iPod Touch Backup e ripristino WhatsApp su iPhone App perse dopo backup iPhone: cosa fare Recuperare contatti iPhone Trasferire app, dati e foto da iPhone a iPhone Come formattare iPhone Come rintracciare iPhone spento Come velocizzare un iPhone Conclusioni

    Visto? Recuperare i video cancellati su iPhone è davvero semplice. Le opzioni a nostra disposizione non mancano affatto. Si tratta solo di trovare qualche minuto di tempo e seguire passo dopo passo ciò che vi abbiamo spiegato.

    Se poi volete raccontarci la vostra esperienza in merito, come avete risolto i vostri problemi o da cosa sono stati causati, vi basterà scrivere attraverso il box dei commenti che trovate in basso o tramite la nostra pagina Facebook.

     

     

     

     

     

    L'articolo Recuperare video cancellati iPhone appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Le app Android gratis del giorno


    Sul Google Play Store molti sviluppatori rendono gratuite numerose applicazioni normalmente a pagamento. In questo articolo, dunque, vi mostreremo ogni giorno quali applicazioni sono disponibili al download gratuitamente App Android Gratis A seguire...

    Sul Google Play Store molti sviluppatori rendono gratuite numerose applicazioni normalmente a pagamento. In questo articolo, dunque, vi mostreremo ogni giorno quali applicazioni sono disponibili al download gratuitamente

    App Android Gratis

    A seguire abbiamo raccolto tutte le applicazioni disponibile per oggi gratuitamente suddivise per macro aree.

    Applicazioni

    Qui di seguito trovate le app generiche gratis per oggi:

    Metapod – Podcast Manager: https://goo.gl/uTjLG1 Zen Alarm Clock: https://goo.gl/miemFi Sveglia Pro: https://goo.gl/2CAesK Root/SU Checker & Busy Box Pro: https://goo.gl/FZ9tVG Giochi

    Qui di seguito trovate i giochi gratis per oggi:

    Duck Warfare: https://goo.gl/F16gCk Socxel | Pixel Soccer | PRO: https://goo.gl/q8xnJC Math Tester: https://goo.gl/nadyXX LASERBREAK Escape: https://goo.gl/JZTixV Etaria | Survival Adventure: https://goo.gl/19qkoY FeeSoeeD | Mysterious world: https://goo.gl/gSHxB5 Divinerz: Sudoku: https://goo.gl/GFcwdk League of Stickman 2017-Ninja: https://goo.gl/oP4D1k StoneBack | Prehistory | PRO: https://goo.gl/ftkJNB Icon Pack

    Qui di seguito trovate gli Icon Pack gratis per oggi:

    Soappix Icon Pack: https://goo.gl/qwS5d8 M A M B O Icon Pack: https://goo.gl/umb6LW S8 UI – Icon Pack: https://goo.gl/qkcmoA Wallpaper e Temi

    Qui di seguito trovate Wallpaper e Temi gratis per oggi:

    Wild West 3D Live Wallpaper: https://goo.gl/XHZqmL

    L'articolo Le app Android gratis del giorno appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Spotify Premium a 2.50€ al mese per sempre!

    Spotify Premium a 2.50€ al mese per sempre!


    Spotify è oramai compagno fedele di molti di noi, sembrano passati secoli da quando si utilizzavano i lettori mp3. Spotify è apprezzato per la sua innegabile comodità e lo sterminato catalogo. Per chi non lo conoscesse, Spotify è il servizio che...

    Spotify è oramai compagno fedele di molti di noi, sembrano passati secoli da quando si utilizzavano i lettori mp3. Spotify è apprezzato per la sua innegabile comodità e lo sterminato catalogo.

    Per chi non lo conoscesse, Spotify è il servizio che permette di ascoltare la musica direttamente in streaming gratis (se si usa Spotify Free), basta un click per trovare ed ascoltare i nostri artisti preferiti, gli interessanti mix automatici, o consultare e ascoltare le classifiche con gli ultimi successi.

    Oggi nel nostro post vi spiegheremo come risparmiare alla grande sul vostro abbonamento a Spotify Premium, passando per sempre dai 9.99€ mensili, ai 2.50€.

    Passare a Spotify Premium è quasi necessario proprio su smartphone, il dispositivo che ha sostituito i vecchi Walkman, lettori CD, e lettori MP3. Perché purtroppo sugli smartphone, Spotify Free (la versione gratis), non propone solo la presenza delle pubblicità come sulle altre piattaforme ma anche forti limitazioni all’uso.

    Quali sono le limitazioni di Spotify Free?

    Per entrare nel dettaglio bisogna distinguere le piattaforme, su computer in realtà c’è solo da sopportare un poco di pubblicità nell’interfaccia, e un annuncio audio durante l’ascolto (ogni 5-6 brani circa).

    Su smartphone le limitazioni sono molto più pesanti:

    non è possibile selezionare un singolo brano di un artista, bisogna ascoltarsi casualmente tutti i suoi brani; nelle playlist e nei mix si può saltare un brano per un numero molto limitato di volte; non è possibile scaricare i brani.

    Proprio il download dei brani può sembrare un’opzione banale, ma su smartphone è davvero molto utile perchè permette:

    di continuare la riproduzione anche quando il telefono non ha una connessione ad internet stabile; di risparmiare molto la carica della batteria visto che l’app non dovrà riscaricare ogni volta i vostri brani preferiti; permette, diminuendo i dati scambiati, di salvaguardare la vostra connessione dati. Una volta scaricati i vostri brani preferiti infatti potrete riascoltarli quante volte volete senza consumare ulteriori dati.

    Come potete notare Spotify Premium è davvero molto utile soprattutto per chi ascolta musica con lo smartphone in mobilità. Ma Premium costa 9.99€ al mese che sono una cifra non indifferente, e fortunatamente vi abbiamo trovato un modo per rendere l’abbonamento molto più abbordabile, ossia dividere il piano famiglia.

    Cosa è Spotify Family?

    Si tratta del piano famiglia di cui parlavamo, ed è il trucco con cui abbattere alla grande il costo mensile di Premium. Ma andiamo con ordine, Spotify Family è un piano che al prezzo di 14,99€ al mese permette di avere 6 account di Spotify Premium attivi (contemporaneamente).

    Il piano è stato pensato dall’azienda per venire incontro alle necessità delle famiglie, o di coinquilini, insomma di gruppi di persone che amano la musica e condividono un appartamento.

    Queste persone possono accordarsi e dividere un abbonamento in 6 pagando quindi solo 2.50 € al mese​. Di fatto anche diversi gruppi di amici che condividono l’indirizzo hanno scelto questo tipo di
    abbonamento per risparmiare.

    Una volta acquistato il piano Spotify Family​, i partecipanti scelti devono semplicemente fornire la loro mail. Così tu potrai inserirla nella tua “famiglia” su Spotify per permettere a tutti loro di condividere l’abbonamento​.

    L’unica vera difficoltà è raccogliere ogni mese i soldi da 5 persone​, una mezza rogna (personalmente trovo fastidioso anche chiedere del denaro ad una persona, figuriamoci a 5). Fortunatamente esiste una piattaforma online che fa il lavoro sporco al posto vostro, Together Price​.

    Come funziona Together Price con Spotify?

    Together Price è la piattaforma tutta italiana che gestisce per te la condivisione di un account multiutente, in questo caso quello di Spotify Family (abbiamo parlato in precedenza di Netflix).

    Grazie ad un’unica semplice e comoda piattaforma puoi creare il tuo gruppo, comunicare con loro tramite chat, e richiedere automaticamente con cadenza mensile il pagamento.

    La condivisione di Spotify Family quindi diventa una piacevole esperienza, vista la facilità e la possibilità di risparmiare assieme.

    Farlo è davvero semplicissimo, servono pochi passi:

    ci registriamo sulla piattaforma e creiamo una proposta di condivisione con il modello già pronto Spotify Family (da 14.99€ al mese come da listino), ed impostiamo il numero di slot disponibili in questo caso sono 5.

    a questo punto avrai disponibile un link di invito da mandare ai tuoi contatti (come ti viene più comodo tramite WhatsApp, Facebook, mail o altro), quando cliccheranno entreranno nella condivisione, quindi nella chat di Together Price, e potranno inviarti il loro indirizzo email da aggiungere alla tua famiglia di Spotify. il lavoro dell’admin è già finito, ogni mese riceverà dai componenti la loro quota e quindi gli verranno accreditati 12.50€, e Spotify se ne prenderà automaticamente dalla carta dell’admin 14.99€, quindi l’amministratore pagherà solo 2.50€. i tuoi partecipanti alla condivisione, per ogni versamento, dovranno pagare la commissione a Together Price, quindi il loro abbonamento costerà 3.50€ al mese che è in ogni caso un gran risparmio rispetto ai 9.99€ di Premium.

    Together Price è, come potete notare, un ottimo modo per risparmiare sugli abbonamenti digitali multiutente, non solo Spotify, ma anche Netflix, di cui abbiamo già parlato.

    Il nostro approfondimento sui nostri metodi per risparmiare e godersi l’abbonamento a Spotify Premium è arrivato alla fine, fateci sapere con un commento se anche voi utilizzate Together Price per risparmiare.

    L'articolo Spotify Premium a 2.50€ al mese per sempre! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Recensione iPhone X: pensare in modo diverso

    Recensione iPhone X: pensare in modo diverso


    Quando Apple ha presentato iPhone X siamo tutti rimasti sorpresi dal vedere che insieme ad esso sono stati annunciato anche iPhone 8 e iPhone 8 Plus. La sorpresa risiede proprio nel fatto che questi due dispositivi sono la naturale continuazione del...

    Quando Apple ha presentato iPhone X siamo tutti rimasti sorpresi dal vedere che insieme ad esso sono stati annunciato anche iPhone 8 e iPhone 8 Plus. La sorpresa risiede proprio nel fatto che questi due dispositivi sono la naturale continuazione del classico design e ben consolidato standard di Apple, con tutte le migliorie del caso, mentre iPhone X rappresenta una vera e propria rivoluzione.

    Quasi un “prototipo” per qualcuno: si tratta infatti del primo smartphone borderless dell’azienda di Cupertino che ha lasciato non poche perplessità dal punto di vista estetico ma che dentro, invece, ha potenza e qualità da vendere. Azzeccata la scelta di uno schermo OLED invece che LCD, nulla da dire dal punto di vista fotografico che è davvero eccellente (la fotocamera posteriore è identica a quella di iPhone 8 Plus) e nel quotidiano non si registrano impuntamenti né problemi di surriscaldamento.

    Altra rivoluzione è rappresentata dalla rimozione del pulsante fisico home: iPhone X ha solo i tasti laterali per bilanciare volume, tasto power e tasto per silenzioso/suoneria. I gesti hanno sostituito le classiche abitudini e proprio questo all’inizio può spaventare un utente: è solo questione di pratica ma poi si apprezzano le gesture che Apple ha introdotto con iPhone X.

    Altra aggiunta (divertente più che altro) di iPhone X riguarda le Animoji, ovvero una funziona che consente di creare emoji parlanti usando la fotocamera frontale del vostro iPhone. Non dimenticate, inoltre, che iPhone X è certificato IP67 e questo significa che può resistere all’immersione a massimo 1 metro di acqua (dolce) fino a 30 minuti.

    AppleiPhone XSmartphoneScheda Tecnica Face ID: la vera rivoluzione di iPhone X

    Il punto di forza e anche il perno di iPhone X è senza dubbio il Face ID, ovvero il riconoscimento facciale che ha sostituito in tutto e per tutto Touch ID. Dopo una fase iniziale di spiazzamento, capirete bene come utilizzarlo per sbloccare il dispositivo. Ed è velocissimo! Tuttavia, con il Touch ID riuscivo a far registrare più impronte (anche quelle di familiari o ragazza) mentre Face ID è unico e non c’è modo di aggiungere più volti per lo sblocco.

    Come funziona? Bene, davvero bene: immediato lo sblocco e riconoscimento facciale impressionante che funziona in ogni condizione (controluce, al buio, con poca luce, con tanta luce, con occhiali o senza, con cappello o senza ecc).  La tecnologia di riconoscimento facciale di Apple è un passo in avanti (bisogna ammetterlo) rispetto a qualsiasi altra cosa soluzione disponibile sul mercato in questo momento.

    Basta semplicemente sollevare l’iPhone X, guardare lo schermo e il dispositivo è sbloccato, ed è lo stesso meccanismo usato sia per sbloccare il telefono sia per usare app. Il problema più grande sarà se siete una persona che lascia il proprio iPhone sulla scrivania e usa il pollice per controllare le notifiche: dovrete ora sollevare il telefono e guardare sullo schermo per visualizzare gli aggiornamenti (anche se dalle impostazioni di iPhone X potete decidere di mostrare il contenuto delle notifiche anche quando lo smartphone è bloccato).

    Un altro problema con Face ID rispetto a Touch ID è quando si utilizza Apple Pay. Prima avreste avvicinato usato il pollice sul pulsante Home per verificare immediatamente il pagamento, con l’iPhone X dovrete toccare due volte il pulsante laterale power per attivare Face ID, far sì che registri il vostro viso e allora sarete pronti a pagare. Face ID è abilitato dalla fotocamera frontale TrueDepth che serve anche per la modalità Ritratto dei selfie: di questo, però, ne parleremo più avanti.

    Schermo e design: pareri contrastanti

    La qualità del display OLED invece che LCD è innegabile: la risoluzione del display Super Retina su iPhone X è tecnicamente più nitida di quella di iPhone 8 Plus e iPhone 8. Inoltre, i neri sono perfetti ed i colori eccellenti. Se per quanto riguarda lo schermo sia noi che molti altri esperti concordiamo sull’indiscussa qualità che Apple ha fornito al suo iPhone X, non si può dire lo stesso del design di questo nuovo melafonino.

    Il design di iPhone X è un mix di vecchio e nuovo. Lunetta molto piccola, un retro in vetro e nessun pulsante Home ma soprattutto quel notch (o tacca o alette, chiamatele come volete) che portano ad una profonda spaccatura tra le opinioni di utenti e recensori. C’è chi le apprezza, personalmente parlando non mi hanno entusiasmato e visto che esistono smartphone senza bordi con in alto l’assenza del notch, c’è da chiedersi come mai Apple abbia deciso di non fare la stessa cosa. Forse per distinguersi? Forse perché il prossimo iPhone del 2018 non avrà più il notch? Lo scopriremo.

    Sempre a livello estetico, la fotocamera posteriore sporgente è qualcosa che ha urtato la sensibilità di molti: personalmente ho “risolto” usando una cover protettiva che appiattisce il tutto e dunque non ci do molto peso.

    In termini di come l’iPhone X si tiene in mano beh, è ​​sorprendentemente facile da usare con una sola mano (vi consiglio di abilitare da Generali > Accessibilità la possibilità di usarlo a una sola mano). Si equilibra naturalmente nella mano, non pesa molto (174 grammi ben distribuiti) con la combinazione di vetro e metallo che sembra abbastanza avvincente.

    Una cosa negativa da dire sul design: senza cover, il retro tende spesso a catturare le impronte digitali in un batter d’occhio e il vetro anteriore e posteriore accetta volentieri l’olio che le dita vogliono depositare su di loro.

    Prestazioni e gesti: all’inizio farete fatica

    In tre frasi possiamo racchiudere questo paragrafo: uno dei telefoni più potenti al mondo, molto facile da usare a una mano, un po’ di tempo per abituarsi ai nuovi gesti. Mancando il tasto Home, Apple ha dovuto introdurre dei gesti in iPhone X per sostituire ciò che prima il pulsante centrale riusciva ad offrire. Ad esempio scorrere verso l’alto dalla parte inferiore dello schermo non lancia più il Centro di controllo ma piuttosto funge da pulsante Home.

    Potete consultare tutti i gesti di iPhone X dalla nostra guida dedicata.

    Sotto al cofano c’è un motore potente: il chip A11 Bionic che funziona in tandem con 3 GB di RAM. Non sembra molta RAM se paragonata ai dispositivi Android ma è il massimo che Apple abbia mai lanciato in un telefono. E quanto basta per avere ottimi risultati e zero impuntamenti.

    Fotocamere da urlo

    Partiamo dalla novità rispetto ad iPhone 8 Plus: la fotocamera frontale TrueDepth da 7.0 MP che permette di attivare la modalità Ritratto, ovvero selfie dove lo sfondo è sfocato mentre il vostro volto in primo piano è messo a fuoco ed in risalto. Gli scatti sono davvero ottimi ma ricordate che le capacità di rilevamento della profondità di TrueDepth sono limitate a circa un metro di distanza: fondamentalmente, a distanza di faccia.

    Potete sfruttare le varie scene per avere foto più luminose, bianche e nere, con sfondo nero e altro.

    Veniamo ora alle differenze con gli altri iPhone: iPhone 8 non ha due fotocamere posteriori, mentre iPhone 8 Plus si e anche iPhone X.  La velocità complessiva dello scatto e della qualità della fotocamera dell’iPhone X è eccellente, come ci si aspetterebbe da un telefono che costa tanti soldi ed è il top di Apple con il nuovo chip A11 Bionic all’interno. Entrambe le fotocamere posteriori di iPhone X includono la stabilizzazione ottica dell’immagine, mentre iPhone 8 Plus ha solo la principale con stabilizzazione ottica anche se fondamentalmente hanno risultati simili.

    Alcuni degli scatti dell’iPhone X sono sorprendenti: le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, quando la luce si attenua, sono ottime, anche se i tempi risultano più lenti e comportano un tocco maggiore di rumore e sfocatura.

    La modalità Ritratto posteriore è una delle migliori sul mercato, ma a volte non trova perfettamente il bordo degli oggetti che sta cercando di rilevare in profondità: Google Pixel 2 in realtà funziona meglio e con un singolo obiettivo, anche se i risultati su entrambi sono sensazionali quando funziona tutto correttamente.

    Per quanto riguarda alcuni dati, c’è da segnalare che iPhone X può registrare video fino video 4K a 24 fps, 30 fps o 60 fps con video in slow‑motion addirittura in 1080p a 120 fps o 240 fps.

    Batteria: nessun miracolo ma affidabile

    La batteria dell’iPhone X è di 2716mAh, un tocco più grande di iPhone 8 Plus che tra i tre nuovi iPhone resta quello che garantisce autonomia migliore (lo schermo di iPhone X consuma di più). La durata della batteria dell’iPhone X non è strabiliante ma arriverete senza problemi a sera mentre è impossibile iniziare il secondo giorno con una sola carica.

    La ricarica rapida di iPhone X e la ricarica Wireless sono due novità importanti che meritano una menzione

    Conclusioni

    iPhone X è un’evoluzione in ritardo e vincente dell’iPhone, visto che molte altre aziende hanno già lanciato smartphone borderless, ma dovrete lasciare la vostra zona di comfort per fare il salto in avanti, riconoscendo il futuro. Il prezzo è poi il punto debole: ben 1.189€ per il modello da 64 GB di memoria interna e 1.359€ per quello da 256 GB (vi consiglio quello dal taglio inferiore, se avete problemi di memoria consultate questo mio suggerimento). Di seguito trovate alcune offerte da Amazon:

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Apple iPhone X Single SIM 4G 64GB Silver - smartphones (14.7 cm (5.8"), 64 GB, 12 MP, iOS, 11, Silver) Prezzo: EUR 1.023,00 Apple iPhone X Single SIM 4G 64GB Grey - smartphones (14.7 cm (5.8"), 64 GB, 12 MP, iOS, 11, Grey) Prezzo: EUR 1.021,90

    Non dimenticate però che un prodotto simile, per quanto delicato, merita anche protezione: date dunque una lettura anche alle nostre proposte sulle migliori cover e pellicole di vetro per iPhone X.

    L'articolo Recensione iPhone X: pensare in modo diverso appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Formato video: le differenze

    Formato video: le differenze


    Vi siete mai chiesti per quale motivo esistano così tanti formati video? Non potevamo metterci tutti amorevolmente d’accordo su uno e basta? Ma soprattutto, quanto è frustrante scaricare un video che è disponibile nell’unico formato non...

    Vi siete mai chiesti per quale motivo esistano così tanti formati video? Non potevamo metterci tutti amorevolmente d’accordo su uno e basta? Ma soprattutto, quanto è frustrante scaricare un video che è disponibile nell’unico formato non compatibile con l’unico dispositivo che al momento abbiamo a disposizione?

    Per esempio: di recente ho scaricato un video corso con estensione .MOV con l’intenzione di poterlo guardare comodamente sulla mia potentissima e intelligentissima Smart TV, ma dato che il formato video non era supportato da quest’ultima, ho dovuto virare con leggero disappunto sul triste schermo del computer fisso.

    Quali sono le cose che bisogna sapere per evitare questi spiacevoli situazioni? Ecco tutto quello che c’è da sapere su formati video, contenitori, e codec.

    Come creare GIF dai video YouTubeGrazie agli giusti strumenti possiamo creare in modo estremamente veloce una GIF animata a partire da un filmato. E tutto direttamente online!Internetgif video Youtube Formati video: differenza contenitore e codec

    I file multimediali sono composti da due parti: il formato contenitore e il codec. La differenza tra questi due elementi è uno dei maggiori grattacapi per gli utenti, ma una volta intuito “l’inghippo” si riesce tranquillamente ad arrivare a capire anche il motivo per il quale alcuni formati siano preferibili ad altri.

    Un formato contenitore è un formato di file che può contenere diversi tipi di dati, compressi tramite codec audio/video, e quando ci focalizziamo sull’estensione di un file video, si sta effettivamente vedendo il tipo di contenitore. Il tipo di contenitore determina quali tipi di dati possano essere contenuti nel file e come questi dati possano essere organizzati all’interno del file stesso.

    Ad esempio, un formato contenitore potrebbe avere spazio per una traccia video, una traccia audio e una traccia di sottotitoli (si sta parlando già di un formato molto avanzato, ma è giusto per rendere l’idea). Il problema è che il formato contenitore non descrive necessariamente come i dati siano codificati.

    Una ripresa video grezza (raw video) richiede un sacco di spazio, ad esempio una registrazione di un minuto potrebbe richiedere fino diversi gigabyte a seconda della risoluzione e del framerate.

    Ecco perché le tracce video devono essere compresse per file di dimensioni ragionevoli prima di poter essere masterizzate su dischi o caricate in rete per essere guardate o scaricate. Ma ovviamente ci sono diversi metodi di compressione, ognuno con i suoi pro e contro.

    Quando si parla di codec video, stiamo parlando di questi diversi metodi di compressione. E la cosa importante da sapere è che il formato contenitore è in grado di supportare molteplici codec.

    Questo è il motivo per il quale possono sorgere problemi per la visione di un video. Ad esempio, anche se un dispositivo sa leggere il formato video contenitore MP4, potrebbe non sapere però come decodificare la traccia video sita all’interno dello stesso file, che potrebbe essere codificata con Xvid, x264, o x265. O magari non riesce a leggere la traccia audio, che può essere codificata utilizzando un qualsiasi metodo di compressione audio.

    I Formati contenitori più comuni

    Tra la grande quantità di formati contenitore introdotti, solo una manciata di essi sono utilizzati ogni giorno. Quando si scaricano video dal web, c’è una probabilità del 99% che quel video sia di uno dei seguenti tre formati:

    AVI (Audio Video Interlacciato) – Introdotto per la prima volta nel 1992 da Microsoft, i video con formato .AVI sono stati tra i più popolari per tutti gli anni ’90 e nei primi anni 2000. Può contenere solo tracce video e audio, e può effettivamente contenere più tracce di ognuna, ma questa caratteristica è raramente utilizzato. La leggibilità del formato .AVI è quasi universale, ma ha alcune limitazioni di compressione che si traducono in file di dimensioni maggiori rispetto alla media. MKV (Matroska Video Container) – Introdotto per la prima volta nel 2002, il progetto aveva come scopo quello di creare un formato contenitore multimediale moderno, flessibile, estensibile e multipiattaforma che permettesse lo streaming attraverso Internet. MKV può contenere praticamente tutti i tipi di codec video (tranne MPEG-1) e audio (tranne ATRAC) , oltre a più tracce di sottotitoli, menù DVD e capitoli, il che lo rende di gran lunga il formato più flessibile attualmente disponibile. Nonostante la sua popolarità aumenti a dismisura, non è ancora universalmente supportato. MP4 (MPEG-4 versione 2) – Introdotto per la prima volta nel 2002 e rivisitato nel 2003, il formato MP4 ha preso come base l’allora popolare formato QuickTime e l’ha notevolmente migliorato. Supporta una vasta gamma di video e audio codec, ma è più spesso utilizzato con H.263/H.264 per il video e AAC per l’audio. Supporta anche tracce di sottotitoli. I Codec più comuni

    Anche se il mondo non ha deciso un unico standard di codifica, la buona notizia è che la maggior parte dei video sono prodotti utilizzando uno dei seguenti quattro codec video.

    WMV (Windows Media Video) – Introdotto per la prima volta nel 1999, WMV è un codec proprietario sviluppato da Microsoft per essere utilizzato con il loro formato proprietario contenitore ASF. Un file con l’estensione WMV è un contenitore ASF con una traccia video WMV, ma tracce video WMV possono essere memorizzate anche all’interno di .AVI o .MKV. La maggior parte dei dispositivi Microsoft ancora lo sostengono, ma è caduto in disuso negli ultimi anni. Xvid (H.263 / MPEG-4 Part 2) – Introdotto per la prima volta nel 2001 come concorrente open source di DivX, Xvid è diventato popolare per la sua capacità di comprimere film in DVD fino a dimensioni per CD senza sacrificare la qualità. x264 (H.264 / MPEG-4 AVC) – Introdotto per la prima volta nel 2003, H.264 è conosciuto come il miglior standard di codifica utilizzato nei Blu-ray e come lo standard di codifica più popolare per lo streaming video (viene utilizzato da siti come YouTube e Vimeo). x264 è una implementazione open source che produce video di elevata qualità in file di dimensioni ridotte. x265 (H.265 / MPEG-H HEVC) – Introdotto per la prima volta nel 2013, H.265 è il successore di H.264, e consente più del doppio di compressione dei dati rispetto al predecessore, mantenendo la stessa qualità video. Supporta inoltre risoluzioni fino a 8K. Questo significa che H.265 aprirà la strada per video di migliore qualità, mantenendo una dimensione dei file ragionevole. x265 è una implementazione open source di esso. Poiché H.265 è recentissimo, non è ancora ampiamente supportato.

    A seconda di quale codec venga utilizzato, si otterrà un diverso equilibrio tra qualità video e dimensione del file. Ecco perché può capitare che di avere sotto mano un film Blu-ray a 1080p di 2 GB oppure lo stesso film a 720p di 5 GB. Questo spiega anche perché i video di Vimeo abbiano un migliore aspetto di quelli di YouTube, anche alla stessa risoluzione (la codifica conta!).

    Qual è il miglior formato video?

    Ci sono solo due situazioni in cui si ha davvero bisogno di conoscere i “migliori” formati video:

    Si sta creando un video ed è necessario valutare alcuni pro e contro come: Quante persone possano eseguire un determinato tipo di formato; Quante persone possano eseguire un certo codec; Come massimizzare la qualità video riducendo al minimo le dimensioni del file. Si ha la possibilità di scaricare un video in più formati e si desidera sapere quale sia il miglior rapporto qualità/peso. Per i formati, si scelga MP4 nel caso si voglia una garanzia per la riproduzione universale (anche se MKV sta recuperando in popolarità perché offre più funzionalità e flessibilità).

    Ovviamente anch’esso è un mondo in continua evoluzione e sicuramente in tempi molto recenti si dovrà avere un occhio di riguardo per il codec x265 che supporterà risoluzioni fino a 8K.

    L'articolo Formato video: le differenze appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    iPhone disabilitato: come sbloccarlo

    iPhone disabilitato: come sbloccarlo


    Può capitare che a volte, dopo una serie di tentativi sbagliati nell’inserimento del codice di sblocco, disabilitiamo il nostro iPhone per errore. Ma non disperate, nulla è perduto per sempre. Possiamo sbloccare il nostro iPhone disabilitato con tre...

    Può capitare che a volte, dopo una serie di tentativi sbagliati nell’inserimento del codice di sblocco, disabilitiamo il nostro iPhone per errore. Ma non disperate, nulla è perduto per sempre. Possiamo sbloccare il nostro iPhone disabilitato con tre metodi diversi. Possiamo sbloccarlo con iTunes, con la funzione Trova il mio iPhone oppure con la modalità di recupero.

    Prima di iniziare

    I metodi per sbloccare il nostro dispositivo prevedono il ripristino dell’iPhone. Quindi se non abbiamo effettuato un backup prima di disabilitarlo, non potremo più recuperare i nostri dati.

    Come fare backup di iPhone, iPad e iPod TouchEffettuare un backup dei dati è un'operazione fondamentale. In questa guida vi mostreremo come fare backup iPhone, iPad e iPod Touch.Applebackup iOS Indice iTunes Trova il mio iPhone Modalità di recupero

    I metodi elencati serviranno a rimuovere il codice di blocco dimenticato.

    Sbloccare iPhone mediante iTunes

    Possiamo sbloccare il nostro iPhone disabilitato con il software iTunes per il PC. Ovviamente dobbiamo aver effettuato almeno una sincronizzazione in passato.

    Vediamo quindi quali sono i passaggi da seguire se utilizziamo iTunes.

    Colleghiamo l’iPhone al PC e avviamo iTunes; Clicchiamo sull’icona raffigurante il nostro dispositivo; Spostiamoci nella scheda Riepilogo; Clicchiamo su Ripristina iPhone; Accettiamo le condizioni e clicchiamo su Ripristina; Infine clicchiamo su Successivo e poi su Accetto.

    A questo punto inizierà la procedura di ripristino e iTunes scaricherà l’ultima versione di iOS. Una volta completata la procedura, se abbiamo effettuato un backup in precedenza, potremo decidere di recuperare tutti i nostri dati.

    Attenzione! Se durante la procedura ci viene richiesto di inserire un codice, passiamo direttamente alla procedura con modalità di recupero.

    Sbloccare iPhone con Trova il mio iPhone

    Possiamo sbloccare il nostro dispositivo sfruttando la funzionalità antifurto Trova il mio iPhone. Questa funzione è offerta direttamente da Apple e ci consente di visualizzare la posizione in tempo reale del dispositivo, oltre a varie funzioni in caso di smarrimento.

    Ovviamente, affinché tutto vada per il verso giusto, dobbiamo aver attivato in precedenza tale funzionalità sul nostro dispositivo. Vediamo quindi qual è la procedura da seguire se vogliamo sbloccare l’iPhone utilizzando Trova il mio iPhone.

    Colleghiamoci al sito di iCloud cliccando su questo link; Effettuiamo l’accesso inserendo le credenziali del nostro ID Apple; Dopo la conclusione della localizzazione clicchiamo su Tutti i dispositivi; Clicchiamo sul nostro iPhone; A questo punto clicchiamo sull’opzione Inizializza l’iPhone; Inseriamo la password del nostro ID Apple e confermiamo il tutto.

    Fatto questo inizierà la procedura di ripristino. Una volta completato il ripristino, possiamo ripristinare tutti i dati da un backup effettuato in precedenza.

    Sbloccare iPhone mediante modalità di recupero

    La modalità di recupero, ci consente di ripristinare il nostro iPhone anche se non abbiamo effettuato una sincronizzazione con iTunes oppure non abbiamo attivato la funzionalità Trova il mio iPhone.

    Combinazione di tasti per la modalità di recupero iPhone X e iPhone 8/8 Plus: premiamo e lasciamo subito il tasto Volume su. Premiamo e lasciamo subito il tasto Volume giù. Teniamo premuto il tasto Power finché non visualizziamo la schermata di recupero. iPhone 7/7 Plus: teniamo premuti i tasti Volume giù e Power finché non visualizziamo la schermata di recupero. iPhone 6s e precedenti: teniamo premuti i tasti Home e Power finché non visualizziamo la schermata di recupero. Procedura

    Vediamo quindi come fare a sbloccare il nostro iPhone disabilitato tramite tale modalità.

    Colleghiamo il dispositivo al PC con iTunes avviato; Mettiamo il nostro iPhone in modalità di recupero; A questo punto visualizzeremo un messaggio su iTunes; Clicchiamo su Ripristina;

    Fatto questo iTunes inizierà il download dell’ultima versione di iOS. Se il download impiegherà più di 15 min, l’iPhone si riavvierà in modalità normale e dovremo ripetere i passaggi 2 e 3.

    Una volta completato il ripristino, potremo recuperare i nostri dati da un backup effettuato in precedenza.

    Conclusioni

    Come abbiamo visto esistono diversi metodi per sbloccare il nostro iPhone disabilitato. Se non riusciamo a sbloccarlo con iTunes o con Trova il mio iPhone, possiamo passare direttamente alla procedura con la modalità di recupero.

    App perse dopo backup iPhone: cosa fareIl più grande incubo di ogni utente può manifestarsi in qualsiasi momento. Se si è preparati però, porvi rimedio sarà un gioco da ragazzi.AppleiCloud iOS iPhone itunes ID Apple perso: come recuperarloPerdere l'accesso a un account è sempre un bel problema. Per fortuna abbiamo dei metodi pronti per voi per riprenderne il controllo.AppleID Apple iOS iPad iPhone

    L'articolo iPhone disabilitato: come sbloccarlo appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come usare Instagram al meglio

    Come usare Instagram al meglio


    Se anche voi, come milioni di utenti nel mondo, volete sapere come usare Instagram al meglio, forse è giunto il momento di fare chiarezza. Milioni di utenti usano infatti il social network delle foto ogni giorno, ma lo staranno facendo nel modo...

    Se anche voi, come milioni di utenti nel mondo, volete sapere come usare Instagram al meglio, forse è giunto il momento di fare chiarezza. Milioni di utenti usano infatti il social network delle foto ogni giorno, ma lo staranno facendo nel modo giusto? Non si tratta solo di postare le proprie immagini ma di sviluppare una vera e propria tecnica per spopolare su Instagram. 

    Se ci seguite già da un po’ di tempo, vi sarete accorti che abbiamo già pubblicato numerosi articoli a riguardo. L’obiettivo che ci siamo prefissati oggi è quello di “costruire” una vera e propria guida a Instagram. Questo permetterà anche agli utenti meno esperti di scegliere il proprio percorso per creare un profilo di successo. 

    Non stiamo parlando di guadagno, per lo meno non ancora. Ma riuscire a raggiungere migliaia di persone con un argomento che ci piace davvero, può regalare un grande senso di soddisfazione. Preparativi quindi, è il momento di scoprire come usare Instagram nel migliore dei modi.

    Come usare Instagram: partiamo dalle basi

    Oltre a essere un “contenitore” di foto, Instagram è un social network molto selettivo e semplice allo stesso tempo. Mette in mostra ciò che piace alle persone e cela invece tutto ciò che non cattura l’attenzione. Quali sono però le “regole” per riuscire a scovare la strada giusta in questo ambiente? 

    La prima cosa da fare per avere successo su Instagram, è stabilire una propria strategia. Non esistono formule magiche, a meno che non decidiate di comprare follower o usare bot. Personalmente vi sconsigliamo questo tipo di approccio. Se però decidete di provare questa strada, abbiamo un articolo che può aiutarvi a capirci qualcosa in più.

    Indice dei contenuti

    Per agevolarvi la lettura di questo articolo, abbiamo deciso di creare un indice dei contenuti. In questo modo saprete esattamente quali argomenti trattiamo e potrete decidere di toccarne solo alcuni, oppure tutti, in base alla vostra curiosità.

    Come creare un profilo Instagram interessante Hashtag Instagram: un’arma a doppio taglio Interagire con gli utenti Imparare a conoscere l’algoritmo di Instagram Personalizzare le immagini su Instagram Utilizzare il follow con intelligenza Sfruttare le storie Instagram Utilizzare i video per comunicare in modo più efficace Seguire l’hashtag #firstpost

    Come creare un profilo Instagram interessante

    La prima cosa che si nota di una persona all’interno del social network è la sua pagina profilo. Si tratta di una sorta di biglietto da visita, utile per lasciare la prima impressione di noi agli altri. Perché allora non curarlo e renderlo davvero unico?

    Per prima cosa cercate di pensare a una bella bio. Questa spesso fa la differenza in un mare di persone e vi aiuterà a essere notati. Usate le emoticon, scrivete citazioni che vi rappresentano, descrivetevi in modo creativo. L’unica cosa importante è farlo in modo breve e conciso, così che il messaggio sia immediato. Per aiutarvi ancora di più in questa missione, potete utilizzare l’ultima funzione introdotta da Instagram che permette di mettere in evidenza le storie.

    Hashtag Instagram: un’arma a doppio taglio

    Quante volte vi è capitato, nelle foto Instagram dei vostri amici, di vedere hashtag sparati a caso? Per quanto possa essere divertente leggerli, in questo modo la loro utilità è pari a zero. Gli hashtag Instagram sono nati con uno scopo ben preciso, cioè quello di raggruppare più foto.

    Proprio per questo motivo è importante utilizzare gli hashtag nel giusto modo. La prima regola in assoluto è di usare quelli inerenti al tema della foto che pubblicate. Se amate scattare immagini di paesaggi, potete quindi provare parole come #paesaggio, #nature, #landscape o #naturelovers. Si tratta di hashtags specifici che verranno sicuramente utilizzati da chi ha la vostra stessa passione.

    Se poi volete scoprire quali sono gli hashtag più utilizzati per ogni argomento, vi consigliamo di dare un’occhiata a degli articoli che abbiamo realizzato e che continuiamo ad aggiornare analizzando i trend del momento.

    Dove aggiungere gli hashtag Le migliori app hashtag Instagram Come usare Hashtag Instagram correttamente

    Interagire con gli utenti

    Anche se può sembrare strano, uno dei migliori metodi per accrescere la popolarità dell’account Instagram è interagire regolarmente con le persone. Come se vi trovaste al bar e doveste iniziare una conversazione. Questo è sicuramente uno dei modi più facili e duraturi per guadagnare nuovi follower.

    Mettere like alle foto, seguire altri utenti o lasciare commenti è come avere a disposizione un megafono. Vi servirà per far sentire la vostra voce in mezzo a tutte le altre e vi assicuriamo che sono davvero tantissime. Sopratutto se trovate pagine Instagram che trattano i vostri stessi argomenti, non esitate a mettervi in contatto con loro. La probabilità che i loro seguaci vi notino è davvero alta.

    Imparare a conoscere l’algoritmo di Instagram

    Come tutte le macchine che utilizzano schemi logici e regole, anche Instagram è mosso da un algoritmo. Certo, non si tratta di un meccanismo semplice, ma ci sono alcuni punti da valutare per capire il suo funzionamento.

    Coinvolgimento: questo termine inglese indica la reazione degli utenti al vostro post. Più utenti apprezzeranno ciò che pubblicate, più l’algoritmo di Instagram lo renderà visibile. Questo significa che una foto che coinvolge molte persone, che lasciano like e commenti, apparirà anche nelle bacheche di chi non vi segue. Rilevanza dei post: quando Instagram ha introdotto la sua timeline, ha spiegato chiaramente che “l’ordine delle foto che appaiono è basato sulle nostre interazioni, su ciò che ci piace e sulle relazioni con le persone che pubblicano le foto“. Questo implica che lo stesso discorso è valido per gli altri profilo. Perché non sfruttarlo a nostro vantaggio?

    Interazioni: un altro punto che regola l’algoritmo di Instagram sono le nostre interazioni abitudinarie. Più volte ci vediamo, mettiamo like o commentiamo una foto di un determinato utente, più questo sarà presente nella nostra bacheca. Spazio alle novità: nella vostra timeline, grazie alle scelte fatte da Instagram, vedrete per primi sempre i post più nuovi. Questi verranno preferiti a quelli con più like proprio per come lavora l’algoritmo. Cosa ne deriva? Che oltre a scattare belle foto, per avere più follower e interazioni dovrete farlo anche frequentemente. Scegliete il momento giusto: non è raro che un utente Instagram segua migliaia di profili. proprio per questo motivo è fondamentale scegliere l’ora giusta per pubblicare le proprie foto. Per assurdo, dalle ultime ricerche, sembra che le ore meno frequentate dagli utenti siano le più proficue. Questo accade perché sarà molto più probabile che l’algoritmo di Instagram scelga i vostri scatti quando ci sono meno pubblicazioni. I fattori che regolano l’algoritmo di Instagram sono poi molti altri. Per riassumerli basta un breve elenco. Con che regolarità postate le foto Quanti like riceve una singola immagine Quanto siete attivi su Instagram in termini di like e commenti Quanti hashtag ha l’immagine

    Personalizzate le immagini su Instagram

    Credo sia impossibile quantificare il numero d’immagini presenti su Instagram. Perché allora un utente dovrebbe essere interessato al vostro post in mezzo a milioni di contenuti simili? Creare qualcosa d’originale è una delle basi per avere successo su Instagram. Non c’è una regola che stabilisca cosa o come pubblicare, ma è sicuro che la vostra foto dovrà essere unica. Se cercate alcuni consigli per personalizzare i vostri scatti, eccovi serviti.

    Prisma: la migliore app per filtri fotografici? Foto panoramiche su Instagram Scattare e modificare foto con iPhone Scattare e modificare foto con Android

    Utilizzare il follow con intelligenza

    Seguire le persone su Instagram, oltre a garantirci l’accesso a tanti contenuti interessanti, può essere un’arma davvero utile per aumentare la nostra platea di pubblico. La tecnica del follow/unfollow infatti, sebbene snobbata da molti, funziona alla grande.

    Consiste nel seguire un determinato numero di account e smettere di seguirli se non ricambiano il follow. Ottenere un follow back infatti è relativamente semplice, è come dire “grazie per avermi seguito, ora ricambio”. Fondamentale è però stabilire il target di questa operazione.

    Di solito è consigliato cercare profili simili al vostro, con interessi in comune. Così avrete la certezza che gli utenti che seguite su Instagram siano interessati al leitmotiv del vostro profilo. Provare per credere. Se poi volete cancellare in un colpo solo tutte le persone che seguite, ci sono diversi modi per farlo.

    Sfruttare le storie Instagram

    Dopo l’introduzione delle storie Instagram, milioni di utenti hanno iniziato a utilizzarle ogni giorno. Si tratta di un modo rapido ed efficace per comunicare e mettere in evidenza la propria pagina. Con l’utilizzo del geotag e degli hashtag poi, la possibilità di essere visti anche da persone all’altro capo del mondo è notevolmente più alta.

    Si tratta di un argomento in continua evoluzione. Se desiderate conoscerlo a fondo vi consigliamo di leggere alcuni articoli che faranno un po’ di chiarezza sull’argomento.

    Cambiare font alle storie Instagram Vedere le storie Instagram anonimamente Come vedere e scaricare le storie Instagram su PC Scrivere in corsivo su Instagram

    Utilizzare i video per comunicare in modo più efficace

    I video, rispetto alle normali fotografie, permettono di condividere scenari in movimento. La loro comunicatività è decisamente elevata e spesso attraggono l’attenzione in modo maggiore. Se nel vostro profilo utilizzate solo le immagini, per usare Instagram al meglio, che ne dite di provare anche con i filmati?

    Non c’è una statistica in cui si dice chiaramente che i video siano più attraenti delle foto. Ciò che vi consigliamo è di diversificare i vostri contenuti su Instagram in modo da aumentare la possibile platea di follower.

    Seguire l’hashtag #firstpost

    L’hashtag #firstpost su Instagram di solito identifica i primi post dei nuovi iscritti. Gli utenti appena arrivati sono decisamente più propensi a ricambiare un like o un follow e voi potete sfruttare questa cosa a vostro favore.

    Per farlo vi basterà digitare firstpost nella barra di ricerca e utilizzare la tattica di follow/unfollow di cui abbiamo parlato prima. Se poi decidete di utilizzarlo anche per le vostre pubblicazioni, è molto probabile che vediate un’impennata dei seguaci in breve tempo. 

    Tutto questo non vi basta ancora? Abbiamo una serie di articoli dedicati ad aumentare i follower su Instagram, che fanno esattamente al caso vostro. Vi basterà leggerne alcuni per approfondire tutti i temi che abbiamo toccato in questa guida su come usare Instagram.

    App per aumentare follower Instagram Aumentare follower Instagram: le tattiche da usare Come aumentare follower su Instagram Come aumentare like e follower su Instagram Conclusioni

    Adesso che abbiamo imparato come usare Instagram nel migliore dei modi, non dovete fare altro che correre a prendere il vostro smartphone e mettere in pratica questa guida. Vi ripetiamo ancora una volta che ciò che conta di più su Instagram è il metodo, oltre ovviamente alle foto che inserite.

    Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità relative a questo argomento poi, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook. Troverete ogni giorno news, trucchi e guide per tutti i gusti.

     

     

    L'articolo Come usare Instagram al meglio appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!

    Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!


    Ecco le Offerte Amazon del giorno, un articolo in continuo aggiornamento dove potrete usufruire degli imperdibili sconti Amazon! Ah, e non dimenticate le esclusive Offerte Amazon della settimana! E se ciò non bastasse, non dimenticate di visitare la...

    Ecco le Offerte Amazon del giorno, un articolo in continuo aggiornamento dove potrete usufruire degli imperdibili sconti Amazon! Ah, e non dimenticate le esclusive Offerte Amazon della settimana!

    E se ciò non bastasse, non dimenticate di visitare la nostra sezione Offerte dove troverete le migliori offerte e coupon nel mondo della tecnologia. Ma non perdiamo altro tempo, ecco tutte le migliori offerte di oggi!

    Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!Raccogliamo per voi, ogni giorno, le migliori promozioni e offerte Gearbest. Il noto store Cinese propone sempre molti sconti: eccoli tutti.HardwareGearbest migliori offerte offerte offerte gearbest Offerte Amazon del giorno

    Anche oggi tante nuove offerte su gadget High Tech e prodotti tecnologici interessanti! e con il nostro Canale Telegram Offerte, tanti altri sconti e coupon durante tutto l’arco della giornata! Ma iniziamo subito con le offerte Amazon di oggi1

    ATTENZIONE: A causa delle offerte lampo subite dai seguenti prodotti, è possibile che i prezzi che vedete qui in basso non siano i prezzi attuali. In effetti i prodotti hanno un prezzo più basso di quello che vedete: di solito il prezzo mostrato è il prezzo dell’oggetto prima dell’inizio dell’offerta!

    PC & Accessori -59% TP-Link EAP245 Access Point Wireless Wi-Fi 802.11ac AC1750 Dual Band, Supporto PoE 802.3at, 1 Porta Gigabit, Tecnologia 3x3 MIMO, Connessioni Multi-Dispositivi, Posizionamento Flessibile Prezzo: EUR 81,99 Da: EUR 199,99 Silicon Power Slim S55 120GB da 2,5 pollici SATA III 7 millimetri Solid State Drive interno con elevate velocità fino ad una lettura / scrittura di 500/350 MB / s Prezzo: EUR 55,99 -74% Cuffie Gaming con Microfono Regolatore di Volume per PS4 XBOX ONE, Sades SA930 con Stereo Bass Noise Cancelling 3.5mm Gioco Video Cuffia Gaming per PS4 PC Mac Laptop Tablet Smartphone(Verde) Prezzo: EUR 18,99 Da: EUR 72,99 -11% Jumper EZpad 4S Pro Intel Cherry Trail X5-Z8350 Quad Core 10.6" Display FHD 1920*1080, Windows 10 OS 64bit, 2MP Singolo Fotocamera, Supporto HDMI WiFi Tablet PC G-sensor, Bluetooth 4.0, Battreia 6600mAh Prezzo: EUR 159,99 Da: EUR 179,99 SteelSeries QcK Limited, mouse pad da gioco, 32 x 27 centimetri, impunturatura antisfilacciamento, base in gomma Prezzo: EUR 25,69 -49% Cuffie Gaming con Microfono per PS4 PC, L'ultima Versione Noise Cancelling Stereo Bass 3.5mm Gioco Video Cuffia Gaming con LED per Xbox One, Portatili, Mac, Tablet e Smartphone Prezzo: EUR 25,99 Da: EUR 50,99 -13% Lenovo Ideapad 320-15ABR - Portatile con Display da 15.6" HD TN, Processore AMD A10-9620P, 4 GB di RAM, 1TB HDD, Scheda Grafica Integrata, Grigio Platino Prezzo: EUR 459,00 Da: EUR 529,00 -19% Lenovo Ideacentre 310S-08ASR - Desktop, Processore AMD E2-9030, 4 GB di RAM, 1TB HDD, Scheda Grafica Integrata, Nero Prezzo: EUR 323,99 Da: EUR 399,00 -38% YI Camera IP Telecamera di Sorveglianza Wireless 720p Videocamera di Sicurezza da Interno WiFi - Home Camera Full HD con Sensore di Movimento e Controllo Remoto (Servizio in Cloud Disponibile) Nera Prezzo: EUR 34,99 Da: EUR 55,99 Smartphone & Accessori -8% Apple iPhone 7, Smartphone 4.7 pollici 750 x 1334, Memoria 32 GB, 2GB RAM, 12MP Camera, Nero (Ricondizionato Certificato) Prezzo: EUR 560,15 Da: EUR 609,74 -9% Xiaomi Mi A1 Smartphone da 64 GB, Nero [Italia] Prezzo: EUR 254,00 Da: EUR 279,90 Caricabatterie Portatile 26800mAh a 3 Porte RAVPower Batteria Esterna (5.5A di Uscita / 2.4A max per Porta) con Tecnologia iSmart 2.0 per Cellulari, Tablet e Smartphone Prezzo: EUR 39,99 Cubot H3 Unlocked Smartphone, Android 7.0 5.0" HD Schermo 4G Telefono Cellulare, MT6737 Quad Core 1.3GHz , 3GB RAM+32GB ROM, 16/0.3MP+8MP Cameras, 6000mAh Batteria, Dual SIM, Fingerprint Unlock,OTG/OTA Cellulare - Nero Prezzo: EUR 149,99 OUKITEL K3 Smartphone 4G Android 7.0 (MTK6750T Octa Core 1.5GHz, 5.5" FHD Schermo, 4GB RAM 64GB ROM, 16MP+2MP+16MP+2MP Camera, Fingerprint ID, Dual SIM, 6000mAh Batteria, WIFI, OTG, OTA, Hotkont, Carica rapida) Nero Prezzo: EUR 178,99 -37% AUKEY Caricatore da Muro Portatile a 4 Porte con AiPower 40W, Caricatore USB per iPhone X / 8 / 8 Plus, iPad Air / Pro, Samsung, LG, HTC ecc. Prezzo: EUR 18,99 Da: EUR 29,99 Leagoo Kiicaa Power Smartphone 3G Android 7.0 (MTK6580A Quad Core 1.3GHz , 5.0'' HD Schermo, 2GB RAM 16GB ROM, 5MP + 5MP + 8MP Camera, Fingerprint ID, Dual SIM, 4000mAh Batteria) Oro Prezzo: EUR 69,99 -23% Power Bank 25000mAh Caricabatterie Portatile Capacità Ultra-Alta USB Batteria Portatile da 25000mAh Alta Capacità Batteria Esterna per Huawei, Samsung, iPhone, iPad e altro smartphone, tablets Prezzo: EUR 26,99 Da: EUR 35,00 Caricabatterie Portatile AKEEM 22000mAh Caricabatterie ad energia solare,Power Bank Batteria Esterna 3 porte USB per iPhone, iPad, Samsung, Huawei, Nexus, HTC e altro smartphone, tablets Prezzo: EUR 32,99 -65% 11LOVE, Smart Watch con touch-screen a prova di sudore, con Bluetooth orologio per fitness, per Samsung S5, S6, Note 4, Note 5, HTC, Sony, LG e iPhone 5, 5S, 6, 6 Plus. Prezzo: EUR 27,99 Da: EUR 78,91 VIFLYKOO Caricatore Senza Fili Fast Wireless Charger Supporto Rivestimento in Gomma Antiscivolo per Tutti i Dispositivi Compatibili Qi Come Samsung Galaxy S6 S7 Edge S8 Plus Note 5 - Nero Prezzo: EUR 21,99 -44% HAISSKY Caricatore Senza Fili Qi Wireless Caricabatterie 2 bobine Docking Station per Iphone 8/ Iphone 8 Plus/Iphone X/ Samsung Galaxy Note 8/S8/S8 Plus/S7 Edge/S6 Edge Plus/Galaxy Note 5 E Tutti I Dispositivi Abilitati Qi Prezzo: EUR 18,99 Da: EUR 33,99

     

    Informatica & Elettronica TV Box Android 7.1, [2G+16G] ABOX A1 MAX 4K Full HD Smart Player TV Box Bluetooth 4.0 / 64 Bits / Quad Core Prezzo: EUR 59,99 -18% Anker Altoparlante Bluetooth SoundCore - Speaker Portatile Senza Fili con Microfono Incorporato e Doppia Cassa, Audio di Alta Qualità con Bassi Puliti ed Incredibile Durata di Riproduzione di 24 Ore. Per iphone X/8/8 Plus, iPad, Samsung e Altri Prezzo: EUR 32,99 Da: EUR 39,99 -55% Cuffie Bluetooth 4.1 Headphones, Audio Hi-Fi Stereo, Microfono Incorporato, Jack Audio da 3.5 mm, Compatibili con IPhone, Samsung, Telefoni e Tablet Android. Nero Prezzo: EUR 24,99 Da: EUR 56,00 -21% AUKEY Altoparlante Portatile Wireless, Cassa Bluetooth Impermeabile Outdoor con 14 Ore di Riproduzione, Aux-In e Microfono Incorporato per iPhone, Samsung, HTC, iPad, Tablet ecc (Nero) Prezzo: EUR 26,99 Da: EUR 33,99 -40% Deeplee DP400 - Video Proiettore di sostegno HD 1080P Full Color Max 150 Pollici di Schermo LED LCD - Nero Prezzo: EUR 69,99 Da: EUR 115,99 -46% Action Cam 4K WIFI Fotocamera Subacquea Impermeabile HD 20MP Action Sport Camera 170° Grandangolare + 2 Batterie e Kit Accessori (Nero) Prezzo: EUR 69,88 Da: EUR 129,00 Altoparlante Bluetooth Speaker Subwoofer Tronsmart T6 - Cassa Bluetooth Portatile Suono Surround a 360 , Basso superiore, Potente 25W Audio Stereo, 15 ore di gioco, Wireless con Microfono Incorporato per iPhone Smartphone Android Tablet PC Telefonate Vivavoce, ecc Nero Prezzo: EUR 39,99 Inateck MercuryBox Alluminio Bluetooth Speaker, Altoparlante Portatile Senza Fili con 15 ore di Riproduzione, Audio ad Alta Definizione per iPhone 6, iPad, Samsung, Nexus, HTC e altri Smartphone, Waterproof Certificazione IPX5 Impermeabile Prezzo: EUR 25,99 -19% Fujifilm X-Pro2 Graphite Edition Fotocamera Digitale da 24MP, Sensore APS-C X-Trans CMOS III, Mirino Ibrido, Schermo LCD 3", Obiettivo FUJINON XF23mmF2 R WR, Graphite Prezzo: EUR 2.076,00 Da: EUR 2.549,99 Codici Sconto Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -22% Mpow Auricolari IPX7 Magnetico Bluetooth 4.1 Cuffie Magnetico Bluetooth, Auricolari Magnetico Stereo Wireless Sport Auricolari Magnetico per L'esecuzione, Jogging, Allenamento per iPhone 8/8X/7/7 Plus, 6s plus/6s, iPad, LG G2, Samsung Galaxy, Note 4/Note 3/Note 2, Sony, Huawei P9 ed altri Smartphone Prezzo: EUR 17,99 Da: EUR 22,99 VALIDO: fino al 17 gennaio CODICE: QL5QISXD (30%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Mpow Auricolari con Filo 3.5mm Vivavoce Cuffie con Microfono con Doppio Alroparlante Stereo, per iPhone 6s / 6s plus / 6 plus / 6 / 5s / 5c / 5 / 4s / 4, iPod / iPod Touch, iPad, Samsung Galaxy S6 / S6 Edge+ / S6 Edge / S5 / S4 / S3, Lumia, Huawei, Sony e altri Smartphone / Tablet / MP3 / Dispositivi iOS o Android, Nero Prezzo: EUR 14,99 VALIDO: fino al 20 gennaio CODICE: 2UHFWFCV (60%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -48% Supporto Magnetico Auto Cellulare Mpow Supporto Magnetico Auto, Porta di Aira Vento con Un Toccare Switcher con 360 ° Girevole Porta Telefono per GPS, iPhone 7, 6, 5S 5, Huawei P9, Samsung Galaxy, Nota 3, LG G3, Nexus 4/5, HTC , Motorola, Sony ecc Prezzo: EUR 10,99 Da: EUR 20,99 VALIDO: fino al 17 gennaio CODICE: L54IOD9Q (60%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -44% TOPELEK Esterno CD/DVD Masterizzare,Masterizzatore Esterno Unità Ottica Esterna con Semplicemente Plug and Play, Compatibiliable con WindowsXP, 2003, 8, 10, vista, 7, Linux, Mac 10 IOS Sistema Prezzo: EUR 27,99 Da: EUR 49,99 VALIDO: fino al 17 gennaio CODICE: ENR24928 (30%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -54% Bluetooth Cuffie Stereo Mpow Thor Pieghevole Auricolari Wireless 4.0 Over-Testa Senza Fili Bluetooth Cuffie Stereo con Microfono per iPhone 6s plus/6s, iPhone 6/6 Plus, iPhone 7/7 Plus, iPhone 5s/5c/5/5SE, iPad, LG G2, Samsung Galaxy S6 Edge+/S6 Edge/S6/ S5/S4/S3, Note 4/Note 3/Note 2, Sony, Huawei P9 ed altri Smartphone e Computer - Nero Prezzo: EUR 22,99 Da: EUR 49,99 VALIDO: fino al 20 gennaio CODICE: VTLZQHKL (40%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Topop - Foto e videocamera, 1080p 12MP WIFI, 170 Glass Lenti Mini 30m Impermeabile, 2.0 Pollici Full HD con 2 Batterie Prezzo: Vedi su Amazon.it VALIDO: fino al 19 gennaio CODICE: 3HQYZFQ2 (50%) Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Mpow - Smart Braccialetto Fitness Tracker di attività con cardiofrequenziometro, Bluetooth, contapassi, monitoraggio del sonno, contatore calorie per smartphone Android e iOS, Nero Prezzo: EUR 25,99 VALIDO: fino al 17 gennaio CODICE: 2NEG47GM (20%)

    I migliori siti per comprare iPhone e smartphone ricondizionatiOggi vi daremo la possibilità di risparmiare sull'acquisto del vostro nuovo smartphone. Ve la lascerete scappare?Androidguida acquisto iPhone ricondizionato smartphone ricondizionato

    OFFERTE AMAZON| PlayStation 4 VR [bundle] OFFERTE AMAZON| Prodotti AmazonBasics per Gaming OFFERTE AMAZON| Prodotti AmazonBasics per Reflex Offerte Startselect: i giochi della settimana [PC e console]Ogni settimana vi proponiamo le offerte Startselect sui videogiochi più interessanti per tutte le console e anche per PC: diamo un'occhiata!Giochiofferte startselect startselect Amazon Renewed

    Con Amazon Renewed è possibile acquistare tantissimi prodotti ricondizionati – garantiti da Amazon – a prezzi molto vantaggiosi e, soprattutto, con 1 anno di garanzia! Grazie a questa nuova sezione dunque, si potranno ottenere prodotti tecnologici a prezzi molto più bassi! Tantissime poi le categorie a disposizione, tra le quali:

    Cellulari e smartphone Informatica e PC Videogiochi e Console Dispositivi Amazon

    Ma il mondo del ricondizionato è ancora più vasto! Se volete potete dare un’occhiata alle nostre guide sull’acquisto di Tablet ricondizionati e di Portatili ricondizionati, dove potreste trovare occasioni imperdibili su dispositivi di fascia alta pur rimanendo nel vostro budget iniziale!

    Macbook ricondizionati e garanzia 12 mesi: quale comprare e doveSpesso diamo una cattiva accezione alla parola ricondizionato. In questo articolo scoprirete che non è proprio una brutta idea farci un pensierino.Appleguida acquisto ricondizionato

    E voi, avete trovato ciò che cercavate? Beh, male che vada ci vediamo domani con una nuova carrellata di Offerte Amazon!

    L'articolo Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come estendere segnale WiFi

    Come estendere segnale WiFi


    Al giorno d’oggi, in ogni casa sono presenti moltissimi dispositivi connessi a internet. Spesso sono molto più numerosi dei membri stessi della famiglia e la maggior parte di loro sfrutta il WiFi per accedere alla rete.  Soprattutto con i modem...

    Al giorno d’oggi, in ogni casa sono presenti moltissimi dispositivi connessi a internet. Spesso sono molto più numerosi dei membri stessi della famiglia e la maggior parte di loro sfrutta il WiFi per accedere alla rete. 

    Soprattutto con i modem forniti dagli operatori, s’incontrano spesso problemi nel coprire tutto l’ambiente domestico. Questo per fortuna sembra un trend in progressivo calo. Le statistiche però parlano chiaro: gli italiani si affidano sempre di più a strumenti progettati per estendere il segnale WiFi. 

    In commercio ne possiamo trovare di tutti i tipi e per tutte le tasche. Spesso però le differenze fra i vari modelli sono abbastanza sconosciute e si finisce per affidarsi alle soluzioni più economiche. Se anche voi volete scoprire come estendere la rete WiFi nel migliore dei modi, siete finiti nel posto giusto.

    Estendere la rete WiFi: quali prodotti utilizzare

    Gli accessori per aumentare la portata della rete WiFi non sono tutti uguali. Oltre ad avere un prezzo molto diverso fra loro anche il loro principio di funzionamento può variare e non poco. Al momento per la fascia consumer ne esistono tre tipi. Questa scelta va fatta anche in base alla connessione di cui disponete. Se utilizzate la fibra cercate di non risparmiare su questo accessorio. In caso contrario andrete incontro a fastidiosi colli di bottiglia.

    Range Extender

    Si tratta di un’antenna in grado di captare il segnale proveniente dal router e rimbalzarlo in altre zone non coperte dell’abitazione. Sono di solito poco costosi e utilizzano generalmente solo la banda da 2,4 GHz, a parte alcuni modelli più costosi. Funzionano molto bene negli ambienti piccoli ma riducono drasticamente la velocità della connessione a causa delle antenne, che vengono utilizzate sia per trasmettere che per ricevere.

    La loro installazione è davvero semplice e spesso potete trovare abbinata una comoda app che vi guiderà nel processo di configurazione. Non si tratta della soluzione più adatta a una casa con muri portanti fra le stanze, ma possono comunque andare bene per un utilizzo moderato.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -53% AVM FRITZ! WLAN Repeater 310 International Range Extender Universale Wireless N, 300 Mbit/s, WPS, Compatibile con Modem Fibra e ADSL Prezzo: EUR 27,99 Da: EUR 59,00 -46% TP-Link RE200 Range Extender Universale/Ripetitore Wi-Fi AC750, Dual Band Fino a 750 Mbps, 433 Mbps a 5 Ghz e 300 Mbps A 2.4 Ghz, 1 Porta Lan, Tecnologia AC, Installazione Istantanea con Tasto WP, 3 Antenne Interne Prezzo: EUR 29,50 Da: EUR 54,99 -22% TP-Link Range Extender Wi-Fi AC1750 RE450(EU) Dual Band, Ripetitore Rete Wi-Fi 3 Antenne Esterne, Porta Gigabit Ethernet, Modalità High Speed Prezzo: EUR 61,99 Da: EUR 79,90 -17% D-Link DAP-1330 Range Extender Universale/Ripetitore Wi-Fi N300, 2 Antenne Esterne a Scomparsa, 1 Porta 10/100 Mbps Ethernet, Pulsante WPS, Semplice Configurazione, Bianco Prezzo: EUR 24,90 Da: EUR 29,99 -30% AVM FRITZ! WLAN Repeater 1750E Range Extender Wi-Fi Universale AC 1750, Compatibile con Modem Fibra e ADSL, Access Point, Bridge, 1 LAN Gigabit Prezzo: EUR 69,99 Da: EUR 99,99 -26% TP-Link RE360 Range Extender Wi-Fi AC1200 con Presa Elettrica Integrata Prezzo: EUR 51,99 Da: EUR 69,90 -8% Netgear EX7300-100PES Ripetitore Wi-Fi AC 2200 Mbps, Range Extender Universale, Access Point Prezzo: EUR 128,99 Da: EUR 139,90 Powerline

    Estendere la rete WiFi tramite powerline può essere una soluzione alternativa all’utilizzo dei range extender. Sebbene esteticamente siano molto simili, il principio di funzionamento è totalmente diverso.

    In questo caso viene sfruttato l’impianto elettrico della vostra casa per estendere il segnale. Basterà mettere una delle due powerline attaccata alla resa di corrente e collegare la sua gemella nello stesso modo in un’altra stanza e il gioco è fatto.

    Nonostante si tratti di una tecnologia relativamente recente, è già stata notevolmente migliorata e permette ora connessioni stabili e veloci. Il loro costo è poco elevato e non avrete bisogno di conoscenze particolari per il loro funzionamento. Ricordate sempre che nel primo modulo che attaccate, dovrete inserire il cavo Ethernet per far arrivare il segnale internet.

    L’unico inconveniente a cui possono andare incontro è rappresentato dall’impianto della vostra abitazione. Se si tratta di una casa vecchia e di grandi dimensioni, è possibile che non riusciate a sfruttare appieno la potenzialità della powerline.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: TP-Link TL-PA4010 Kit AV600 Nano Powerline, 1 Porta Ethernet, Plug & Play, Kit con Due Adattatori Prezzo: EUR 39,90 -24% D-Link DHP-W311AV Kit PowerLine AV500, Wireless N 300Mbps con 1 Porta Ethernet, Pulsante Wi-Fi, 2 Adattatori Prezzo: EUR 41,49 Da: EUR 54,90 AVM FRITZ! Powerline 510E Kit di 2 Adattatori, Fino a 500 Mbit/s, Porta Fast Ethernet, Plug and Play, Eco Mode, Istruzioni in Italiano Prezzo: EUR 50,00 -9% Netgear PL1000-100PES Adattatori, 2 Porte Gigabit, Bianco, 2 Pezzi Prezzo: EUR 46,49 Da: EUR 51,25 Netgear PLW1000-100PES Adattatori Powerline AV1000, Wireless AC Dual Band, 2 Porte Gigabit Totali, 2 Pezzi, Bianco Prezzo: EUR 108,99 -12% AVM FRITZ! Powerline 1240E /1000E WLAN Set International, Wireless Access Point, Ideale per Applicazioni NAS e Streaming HD, Interfaccia Utente Multilingue, 1.200 Mbit/s Prezzo: EUR 130,67 Da: EUR 149,00 -20% D-Link DHP-601AV Kit PowerLine con 2 Adattatori AV2 1000 Mbps, Porta RJ-45 Gigabit 10/100/1000, Plug&Play, Bianco Prezzo: EUR 47,90 Da: EUR 59,99 Asus PL-E52P Duo Kit di 2 Adattatori Powerline AV600 Mbps, 1 Porta Gigabit LAN, Bianco Prezzo: Vedi su Amazon.it Sistemi WiFi completi

    Usciti solo nell’ultimo anno, i sistemi completi per estendere la rete WiFi sfruttano una tecnologia tutta nuova. Sono composti da un router e da un “satellite” da utilizzare in coppia. Il loro prezzo è più alto dei concorrenti ma garantisce una potenza del segnale ed estensione della rete WiFi senza precedenti. 

    Sono semplici da installare, si auto-sincronizzano e sono adatti anche per le case più grandi. Ci sono per esempio alcuni di questi sistemi che riescono a coprire ambienti fino a 450 Mq. Il loro sistema di trasmissione poi è Tri-band e assicura un’esperienza d’uso priva di buffering e lag.

    Se possedete una moderna connessione in fibra sono la soluzione giusta per il vostro utilizzo. È un piccolo investimento d’accordo, ma vi assicuriamo che non ve ne pentirete. Ciliegina sulla torta, al sistema per estendere la rete WiFi potete collegare più di un “satellite”, per coprire ambienti ancora più grandi.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -17% Orbi Wifi RBK40 Sistema Router e Satellite con Copertura Totale per Casa, Compatibile con Tutti i Modem/Router, Copertura fino a 250 m² Prezzo: EUR 299,99 Da: EUR 359,90 -12% Orbi Wifi RBK50 Sistema Router e Satellite con Copertura Totale per Casa, Compatibile con Tutti i Modem/Router, Copertura fino a 350 m² Prezzo: EUR 429,99 Da: EUR 486,90 -21% Orbi Wifi RBK30 Sistema Router e Satellite con Copertura Totale per Casa, Presa a Muro, Compatibile con Tutti i Modem/Router, Copertura fino a 200 m² Prezzo: EUR 274,99 Da: EUR 349,90 Linksys Velop Sistema Wi-Fi Tri Band, AC4400, Confezione da 2, Bianco Prezzo: EUR 390,00 Google WiFi System (Confezione da 3) – Router Dual Band AC1200 Prezzo: EUR 397,00 -9% Netgear EX8000-100EUS Ripetitore Wi-Fi, Nighthawk Mesh, Tri Band AC 3000 Mbps, 4 Porte Gigabit Prezzo: EUR 189,99 Da: EUR 209,90 E se il problema fosse il router?

    Molto spesso, una rete WiFi non funzionante, può dipendere dal router. Come abbiamo detto in apertura, quelli “offerti” dalle compagnie telefoniche, erano fino a poco tempo fa di bassa qualità. Se avete ancora la confezione potete controllare sul retro le sue caratteristiche.

    Nel caso in cui troviate la sigla N, significa che siete in possesso di un modem single band, probabilmente poco veloce. Questa caratteristica può rallentare molto la velocità di navigazione, anche se disponete di una connessione in fibra.

    Per vostra fortuna, nel tempo, abbiamo redatto diversi articoli che riguardano il mondo dei router e che vi possono aiutare a risolvere i vostri problemi.

    Router: cos’è e come funziona Come configurare un router Router per fibra ottica: guida all’acquisto Come entrare nel router e accedere alle impostazioni Estendere la rete WiFi per brevi periodi

    Se non volete spendere molto e avete bisogno di espandere la rete WiFi solo per brevi periodi, ci sono delle soluzioni che possono essere davvero utili. La maggior parte dei dispositivi elettronici che utilizziamo infatti, permette di creare un hotspot della rete domestica e poter navigare anche in angoli remoti.

    Senza dilungarci troppo nella spiegazione, vi diciamo che potete utilizzare a questo scopo portatili, smartphone Android e iOS e tablet. Per ulteriori approfondimenti vi rimandiamo alle nostre guide.

    Hotspot Android: usare lo smartphone come router iPhone come router: attivare hotspot Come creare hotspot WiFi Windows Conclusioni

    Benissimo, adesso abbiamo imparato come estendere la rete WiFi e nulla ci potrà più fermare! Saremo in grado di navigare da qualsiasi angolo della nostra abitazione senza particolari problemi.

    Le scelte che vi abbiamo proposto sono molto differenti fra loro. Analizzatele con cura e scegliete quella che più si adatta alle vostre esigenze. Inutile dire che un sistema WiFi Tri-band sarebbe molto probabilmente sprecato con una normale connessione ADSL.

     

     

    L'articolo Come estendere segnale WiFi appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come programmare post Instagram

    Come programmare post Instagram


    Per quelli di voi che usano Instagram in modo professionale e non solo per passatempo, potrebbe essere davvero utile capire come programmare i post. Rispetto a Facebook, dove questa opzione è disponibile già da tempo, nel social network delle foto non...

    Per quelli di voi che usano Instagram in modo professionale e non solo per passatempo, potrebbe essere davvero utile capire come programmare i post. Rispetto a Facebook, dove questa opzione è disponibile già da tempo, nel social network delle foto non è così facile pubblicare immagini in automatico.

    Questo è dovuto alla filosofia che sta dietro a Instagram, che spinge molto di più sulle interazioni fra utenti. Un compito che il team di sviluppo si è prefissato infatti, è quello di mantenere le relazioni fra umani le più naturali possibili.

    Se questo da una parte può essere positivo per la qualità dell’esperienza utente, ci impedisce però di programmare post su Instagram direttamente dall’applicazione ufficiale. Questo però non significa che non sia possibile farlo utilizzando metodi alternativi. 

    Programmare post Instagram: le controindicazioni

    Se intendete programmare post su Instagram, sappiate che potete andare incontro a delle severe limitazioni da parte del social network. Nella policy infatti, al punto 5, si legge a chiare lettere questo monito, scritto in inglese ma che noi vi traduciamo in italiano.

    Non abusare della piattaforma API, delle richieste automatiche e non incoraggiare comportamenti non genuini. Questo porterà alla revoca del tuo accesso.

    Ma cosa significa in termini pratici? Utilizzando le automazioni per postare su Instagram, si potrebbe andare incontro al blocco dell’account. Questo causerà il ban del vostro user dal social network e l’impossibilità, per fortuna temporanea, di eseguire l’accesso.

    Perché utilizzare i post programmati su Instagram?

    Nel caso in cui usiate il social solo per svago, e non avete intenzione di creare una vera e propria strategia vincente, vi starete sicuramente chiedendo perché programmare i post su Instagram.

    In realtà la vostra è un’obiezione più che lecita. Questa procedura infatti, può essere sfruttata con enormi benefici, soprattutto da chi utilizza Instagram con un serio piano commerciale alle spalle. In questo caso la piattaforma diventa una vera e propria opportunità per far conoscere un marchio, espandere la propria azienda e molto altro.

    Anche nello scenario in cui dovete gestire due o più account, programmare i contenuti da pubblicare può essere una scelta da prendere in considerazione. Vediamo dunque all’atto pratico, come utilizzare i post programmati su Instagram. 

    Come sfruttare gli automatismi per postare su Instagram

    Dopo aver ripassato un po’ la teoria, è il momento di giungere al cuore della guida. Come programmare i post Instagram? Per farlo useremo dei tools, ovviamente non ufficiali. Il loro vantaggio è di essere facilmente utilizzabili da tutti e, in alcuni casi, di essere completamente gratuiti.

    Questo non avverrà per gli strumenti professionali, quelli creati per lavorare seriamente con Instagram. Poco male però, se volete utilizzare un software davvero performante è giusto pagare il suo prezzo. Ricordatevi però che questa è una tecnica decisamente differente da quella utilizzata con i bot. Ora, fatta questa piccola premessa vediamo insieme quali sono le migliori alternative per programmare i vostri post.

    Crowdfire

    Dopo aver parlato di Crowdfire in alcune delle nostre guide, lo andremo a utilizzare di nuovo per programmare i post Instagram. Il suo funzionamento è davvero semplice ed è disponibile in versione Web, Android o iOS

    Si tratta di un tool completamente gratuito che potete utilizzare per gestire anche Facebook e Twitter. Vi basterà effettuare l’accesso con il vostro account e verrete introdotti a una procedura guidata che vi spiegherà tutti i passi da compiere.

    Later

    Later è un ottimo gestore Instagram, utilizzato già da moltissime aziende in tutto il mondo. Lo mettiamo solo al secondo posto perché a differenza di Crowdfire presenta dei piani a pagamento, oltre a uno free con funzioni limitate. 

    Per il resto il suo funzionamento è impeccabile e rimarrete davvero soddisfatti se decidete di provarlo. Comprende anche le statistiche del profilo Instagram per avere sempre sotto controllo l’andamento della pagina. Davvero comoda la possibilità di poterlo utilizzare su smartphone grazie alle app per Android e iOS

    Hootsuite

    Hootsuite è una delle piattaforme per programmare i post Instagram più utilizzate in tutto il mondo. Non solo, vi darà anche la possibilità di gestire gli altri profili social come Facebook e Twitter.

    Uno dei pochi difetti riscontrati è sicuramente l’interfaccia grafica non proprio curatissima rispetto ai suoi rivali. Per il resto le funzionalità sono al top!

    Hopper

    Se cercate uno strumento che faccia solo una cosa, ma la faccia bene, Hopper è uno dei migliori per postare in automatico su Instagram.

    Tutto ciò che dovrete fare sarà scegliere la foto da pubblicare, impostare un orario e al resto penserà lui. Si tratta di un software a pagamento i cui prezzi partono da 19$ al mese.

    Buffer

    Altro colosso del settore è sicuramente Buffer, che permette di programmare post Instagram, Facebook e per molti altri social. Quella di avere tutti i propri profili in un’unica pagina è una soluzione davvero comoda, non ancora adottata da tutti.

    Anche in questo caso potrete utilizzare una licenza gratuita per uso personale. Se invece intendete utilizzare il software in modalità business dovrete sottoscrivere un abbonamento con prezzi a partire da 99$ al mese.

    Schedugram

    Anche di Schedugram ne avevamo già parlato in passato. Oltre a permettere la programmazione dei post, gestisce autonomamente moltissimi aspetti di Instagram.

    Interessante la possibilità di usare più account contemporaneamente, perfetta per chi non ha tempo da perdere.  Non troppo costosi i piani che sono calcolati in base ai follower che vorreste avere e non su di un arco di tempo.

    Grum

    Infine, in fondo alla lista ma non certo per qualità troviamo Grum. Di recente creazione, permette di gestire più account con lo stesso programma. Il suo funzionamento è abbastanza semplice ed elementare e porta sempre a termine in modo egregio i compiti assegnati.

    Bassi rispetto alla concorrenza i prezzi. Qui si parte da soli 9,95€ per il piano base, che comprende già la possibilità di utilizzare due account.

    Se poi oltre a programmare i post su Instagram, volete scoprirne tutti i segreti per conquistare ancora più followers, non vi rimane che dare un’occhiata a questi articoli.

    I migliori hashtag Instagram 2018 Aumentare follower Instagram: le tattiche da usare Come aumentare follower su Instagram Cambiare font alle storie Instagram Storie Instagram: la guida completa Conclusioni

    Visto? Anche se in teoria non viene permesso ufficialmente, programmare i post Instagram è davvero semplice se sapete dove cercare. Ricordatevi sempre che, anche se molto remota, esiste una possibilità di essere bannati.

    Per tutte le ultime news invece, vi rimandiamo alla nostra pagina Facebook. Ne troverete di nuove tutti i giorni, assieme a utilissime guide e recensioni.

    L'articolo Come programmare post Instagram appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Offerte Amazon della settimana: PC, gaming e tante promozioni!

    Offerte Amazon della settimana: PC, gaming e tante promozioni!


    In questo articolo in continuo aggiornamento potrete trovare tutte le promozioni e le offerte Amazon della settimana nel mondo dell’informatica, l’elettronica, il gaming e la tecnologia in generale. E se ciò non bastasse, non dimenticate di...

    In questo articolo in continuo aggiornamento potrete trovare tutte le promozioni e le offerte Amazon della settimana nel mondo dell’informatica, l’elettronica, il gaming e la tecnologia in generale.

    E se ciò non bastasse, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Telegram e di visitare la nostra sezione Offerte dove troverete ogni giorno le migliori offerte e coupon nel mondo della tecnologia. Un esempio? Ecco le offerte Amazon aggiornate giorno per giorno:

    Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!Ogni giorno una carrellata di offerte Amazon imperdibili sul mondo della tecnologia! Approfittatene subito, la scadenza è vicina e le scorte limitate!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon Offerte Amazon della settimana

    Tutte le offerte che vedrete qui in basso hanno un periodo di validità, che vi indicheremo noi stessi. In genere la scadenza massima per questa tranche di promozioni cade il 31 Gennaio 2018. Ma non perdiamo in chiacchiere e iniziamo subito!

    “GIOCO SENZA COMPROMESSO”

    L’iniziativa di cui vi parliamo si chiama “Gioco senza compromesso” che, se usufruita, vi farà ottenere gratuitamente – a scelta – un gioco fra Assasins Creed Origin e Total War: Warhammer 2. La promozione è iniziata già il 18 Dicembre scorso ma sarà valida fino al 31 Gennaio 2018.

    Possono partecipare tutti colo che acquistano un qualunque processore o PC contenente un Intel Core i7: dopo averne dimostrato l’acquisto su una pagina dedicata del sito Intel, verrete contattati via mail con il codice del gioco. Per ulteriori informazioni visitate la pagina dell’offerta con tutte le istruzioni e le condizioni.

    Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!Raccogliamo per voi, ogni giorno, le migliori promozioni e offerte Gearbest. Il noto store Cinese propone sempre molti sconti: eccoli tutti.HardwareGearbest migliori offerte offerte offerte gearbest ACCESSORI KINDLE & FIRE

    Nelle offerte Amazon della settimana, fino al 21 Gennaio 2018, potete acquistare un qualunque prodotto Kindle o Fire – dal link qui in basso – con uno sconto del 20% grazie al coupon: “BUONANNO“, da inserire nel campo “Buoni Regalo e Codici promozionali” al momento dell’acquisto.

    Se volete sapere tutti i termini e le condizioni d’utilizzo di questa offerta, visitate questa pagina che vi spiegherà anche nel dettaglio come applicare il buono sconto. Di seguito invece, troverete il link d’acquisto ai tantissimi prodotti Amazon di questa offerta:

    LINK| Accessori Kindle & Fire  Quale Kindle comprareVogliamo leggere dei libri con un ebook reader? Vediamo insieme quale Kindle scegliere tra i modelli offerti da Amazon.it.Tabletebook reader kindle Quale Kindle comprare Amazon Renewed

    Con Amazon Renewed è possibile acquistare tantissimi prodotti ricondizionati – garantiti da Amazon – a prezzi molto vantaggiosi e, soprattutto, con 1 anno di garanzia! Grazie a questa nuova sezione dunque, si potranno ottenere prodotti tecnologici a prezzi molto più bassi! Tantissime poi le categorie a disposizione, tra le quali:

    Cellulari e smartphone Informatica e PC Videogiochi e Console Dispositivi Amazon

    Ma il mondo del ricondizionato è ancora più vasto! Se volete potete dare un’occhiata alle nostre guide sull’acquisto di Tablet ricondizionati e di Portatili ricondizionati, dove potreste trovare occasioni imperdibili su dispositivi di fascia alta pur rimanendo nel vostro budget iniziale!

    Macbook ricondizionati e garanzia 12 mesi: quale comprare e doveSpesso diamo una cattiva accezione alla parola ricondizionato. In questo articolo scoprirete che non è proprio una brutta idea farci un pensierino.Appleguida acquisto ricondizionato iPhone ricondizionato: conviene acquistarlo? E dove?Volete acquistare un iPhone ma il prezzo di vendita è davvero troppo alto? Avete mai pensato di prenderlo ricondizionato? Conviene!AppleApple iPhone 7 Apple iphone 7 plus ricondizionato

    E voi, avete trovato ciò che cercavate? Ci vediamo la prossima settimana con una nuova carrellata di Offerte Amazon!

    L'articolo Offerte Amazon della settimana: PC, gaming e tante promozioni! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Aggiornamento WhatsApp Android su dispositivi supportati

    Aggiornamento WhatsApp Android su dispositivi supportati


    WhatsApp, si sa, è l’applicazione più utilizzata dagli utenti Android ed, ormai, ha sostituito gli “obsoleti” SMS, utilizzati solo per emergenze o altre piccole evenienze. Proprio per questo, sempre più gente, anche inesperta, ha deciso di...

    WhatsApp, si sa, è l’applicazione più utilizzata dagli utenti Android ed, ormai, ha sostituito gli “obsoleti” SMS, utilizzati solo per emergenze o altre piccole evenienze.
    Proprio per questo, sempre più gente, anche inesperta, ha deciso di cambiare il proprio cellulare con uno smartphone ma tra le mille problematiche ce n’è una particolarmente ostile per gli avvezzi: gli aggiornamenti.
    Gli aggiornamenti, benché scomodi, sono essenziali e saltarne parecchi può diventare pericoloso in quanto gli hacker, periodicamente, riescono a trovare delle falle nei codici delle applicazioni o dei sistemi operativi che prontamente vengono “tappate” dai programmatori. Per questo avere WhatsApp aggiornato è molto importante dato che è una delle applicazioni più adocchiate dai cracker. Vediamo, quindi, come aggiornare in tutta sicurezza e semplicità WhatsApp nei dispositivi Android.

    WhatsApp torna a pagamento? Assolutamente no, è una nuova truffa!I tentativi di truffa su Whatsapp non si fermano mai. Oggi ne vediamo uno sempre attuale: WhatsApp che torna a pagamento!Internetbufale whatsapp Aggiornamento tramite Play Store

    Il metodo di aggiornamento più consigliato è quello tramite il Play Store, il fulcro delle applicazioni per Android.
    Infatti il Play Store non solo ci permette di scaricare le nuove applicazioni ma anche di gestirne gli aggiornamenti in modo facile, veloce ed intuitivo. Infatti, dopo averlo aperto, tappando sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra e poi su “Le mie app e i miei giochi”, di default, il Play Store aprirà subito la pagina relativa agli aggiornamenti e, se tra questi compare anche WhatsApp Messenger, basterà cliccare su Aggiorna.

    Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, il Play Store non vi mostri la pagina degli aggiornamenti, la procedura cambia leggermente.
    Cercando infatti, nell’apposito spazio, “WhatsApp” e aprendo la pagina dell’applicazione, nel caso in cui fosse disponibile un aggiornamento il Play Store vi restituirà subito un bottone “Aggiorna“.
    Se, come nel terzo screen, il bottone restituisca la scritta “Apri”, vuol dire che l’applicazione è già aggiornata.

    Se però non volete fare sempre tutto questo procedimento, sappiate che esistono anche gli aggiornamenti automatici, attivabili sempre da Play Store, che aggiorneranno automaticamente le vostre applicazioni (sotto rete Wi-fi).
    Dalle Impostazioni, sempre raggiungibili tappando sulle tre righe orizzontali in alto a destra, selezionando “Aggiornamento automatico app” potremo decidere se attivare questa funzione e se attivarla solo sotto rete Wi-Fi per non consumare GB.

    WhatsApp non funziona: cosa fare per risolvereWhatsapp non funziona e non sapete cosa fare per risolvere? Ecco tutte le possibili motivazioni e le corrispettive soluzioni!Androidwhatsapp Aggiornare tramite APK

    Può capitare che il Play Store non funzioni, funzioni in modo anomalo o non restituisca nessun aggiornamento. Non preoccupatevi.
    Il Play Store, infatti, sebbene sia una fonte enorme di applicazioni, non è l’unica via per poterle installare e, grazie alla libertà offerta da Android, potremo aggiornare ugualmente WhatsApp anche senza lo Store. La via più semplice sarebbe tramite il sito dell’applicazione ma, da qualche mese ormai, la voce del menù “Scarica” rimanda direttamente sul Play Store, quindi bisogna trovare un’alternativa, alternativa che si chiama APKMirror.

    APKMirror è un sito che contiene tutti gli APK delle principali applicazioni per Android e le cataloga in modo perfetto, inserendo data, numero della release e se si tratta di versioni Beta, Alpha o meno. Basterà, quindi, recarsi qui e scaricare l’ultima versione stabile di WhatsApp compatibile con il proprio processore. Fatto ciò, vi ritroverete con un file .apk che è un file di installazione di applicazioni.
    Tappandoci sopra, Android aprirà il suo “installatore” e vi chiederà se installare o meno l’applicazione: nel caso in cui vi dica che l’applicazione è già aggiornata a quella versione, va da sé che non ci sarà bisogno di nessun aggiornamento.

    Google Play Store non funziona: come risolvereSul nostro dispositivo Android il Play Store non funziona più correttamente? Vediamo insieme alcuni consigli utili per ripristinare lo store delle app.Androidapp android google play store

    L'articolo Aggiornamento WhatsApp Android su dispositivi supportati appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Miglior hosting per WordPress: scegliete consapevolmente!

    Miglior hosting per WordPress: scegliete consapevolmente!


    State lanciando un progetto su Web, e volete costruire il vostro sito? Allora è giusto il momento di scegliere un servizio di hosting adatto per voi, capace di aiutarvi nella crescita del vostro sito e di non ostacolare lo sviluppo del...

    State lanciando un progetto su Web, e volete costruire il vostro sito? Allora è giusto il momento di scegliere un servizio di hosting adatto per voi, capace di aiutarvi nella crescita del vostro sito e di non ostacolare lo sviluppo del progetto.

    Scegliere un buon servizio di hosting non è mai stato semplice, basta una ricerca per trovarsi in mezzo a decine di annunci, di servizi, e di guide che nei fatti dicono poco.

    Ogni sito su Web, anche questo che state consultando ora, gira utilizzando le risorse di un server che ha ricevuto la vostra richiesta e vi ha inviato la pagina. Quindi ogni sito ha bisogno di essere ospitato da un server, e non tutti hanno o possono permettersi un server privato e un sistemista. Quindi se non avete un vostro server connesso alla rete vi potete rivolgere ad un servizio di hosting che ha propri server e team specializzati che vi metteranno a disposizione tutto il necessario per ospitare il vostro sito Web.

    WordPress è invece il famoso CMS open source che permette di creare e gestire facilmente siti Web anche molto complessi ed accattivanti. CMS è l’acronimo di Content Management System (in italiano, sistema di gestione dei contenuti). È un software che viene caricato sui server Web per permettere la creazione e gestione delle pagine anche a chi non è esperto di programmazione Web. Alcuni CMS famosi di cui avrete sicuramente sentito parlare oltre WordPress sono Joomla e Drupal.

    Conviene pagare per un hosting WordPress?

    La risposta è si, essendo l’infrastruttura del vostro progetto, un hosting a pagamento può essere un ottimo investimento per iniziare con il passo giusto.

    Un hosting WordPress a pagamento ha molti vantaggi rispetto ad uno gratuito:

    la possibilità di avere un dominio di primo livello, invece gli hosting gratuiti di solito offrono domini di secondo livello del tipo www.nomedelvostrosito.servizio.com. la disponibilità dell’assistenza dedicata: tutto con i servizi gratuiti va bene finché non sorge un problema ma quando sorge, è completamente diverso avere a disposizione una assistenza tecnica dedicata rispetto al non averla; la maggiore disponibilità di banda e server più veloci: i servizi gratuiti pongono delle limitazioni alla banda e al numero massimo di richieste che possono essere inviate al database, ciò può limitare la crescita del vostro progetto;

    Ci sono tantissimi hosting WordPress sul mercato, in questo articolo vi segnaleremo i migliori con cui abbiamo avuto personalmente a che fare.

    Ecco i migliori hosting WordPress secondo la nostra esperienza VHosting

    VHosting è il servizio di hosting che noi usiamo e che non possiamo non consigliare, ha tantissimi piani tariffari per tutte le esigenze. Da elogiare è senza dubbio il supporto, sempre impeccabile e disponibile via mail 7 giorni su 7 che permette di superare ogni intoppo.

    VHosting è una realtà completamente italiana, cosa che rende ancora più semplice interfacciarsi col supporto clienti e risolvere facilmente anche problemi davvero rognosi.

    Offre piani di hosting economici, competitivi ed ottimizzati per i vari CMS, quindi anche per WordPress. Nello specifico il piano per WordPress parte dai 40 € l’anno che sono una cifra davvero interessante. Inoltre, per il primo anno, il dominio è gratis (anche quelli con estensione .it).

    I tre piani più economici a differenza di molti concorrenti includono il Varnish SuperCache, che è molto utile perchè permette di ottimizzare i tempi di caricamento del sito web. I piani più costosi usano anche un disco a stato solido che serve per migliorare ulteriormente le performance.

    Si tratta senza dubbio di uno degli hoster migliori se volete aprire un sito per l’Italia, non solo per il dominio con estensione .it gratis, ma anche perchè ha datacenter situati in Italia, Germania e Francia.

    Potete trovare tutte le offerte sui loro hosting in questa pagina.

    GoDaddy

    Si tratta senza dubbio di uno dei venditori di domini più conosciuti ed utilizzati al mondo, non tutti sanno però che è anche un ottimo servizio di hosting.

    Deve la sua notorietà ad una grande affidabilità e offre ottimi piani di hosting condiviso perfetti per iniziare un progetto professionale sul Web senza svenarsi. Fra i tre piani disponibili (Economy, Deluxe, Ultimate) noi consigliamo il Deluxe che per circa 6€ al mese offre spazio illimitato, siti illimitati, e 500 account mail.

    Le prestazioni dei server sono molto buone, come è alto il livello di sicurezza delle loro macchine. Inoltre WordPress ed altri CMS sono facilmente installabili dal comodo pannello di controllo.

    GoDaddy inoltre offre supporto in italiano 7 giorni su 7 tramite mail o telefono.

    Potete trovare tutte le offerte di GoDaddy a questo indirizzo.

    SiteGround

    Senza dubbio uno dei migliori hosting per WordPress è SiteGround, in 15 anni di attività è divenuto uno degli hosting WordPress di riferimento (ospita sui suoi server più di mezzo milione di domini). Tanto che anche WordPress.org lo consiglia per chi desidera realizzare un sito Web con il loro CMS.

    Ha una pagina in italiano in cui le offerte sono spiegate con estrema chiarezza. Non ha a dire il vero molti piani dedicati a WordPress, sono solo tre ma coprono bene le esigenze di diverse fasce di utenti. Già il piano base da €3.95 al mese si chiama StartUp ed è interessante visto che offre molto.

    Ci saremmo però aspettati che il piano di hosting più costoso fosse adatto a siti più grandi, per un progetto anche amatoriale non è difficile se si ha un pò di fortuna superare le 100.000 visite al mese.

    Nelle offerte è incluso il costo del dominio (anche con estensione .it) per il primo anno. In ogni piano è anche inclusa l’installazione gratuita di WordPress da parte loro, elemento comodo per chi è al suo primo progetto.

    Siteground è consigliato se avete già un sito da migrare, visto che sarà il loro team a occuparsi per voi gratis della questione.

    Potete trovare tutti i piani e le offerte di Siteground per l’hosting WordPress a questo indirizzo.

    Il nostro approfondimento sui migliori hosting WordPress è concluso, fateci sapere con un commento cosa ne pensate.

    L'articolo Miglior hosting per WordPress: scegliete consapevolmente! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Scaricare e installare Kodi su Xbox One

    Scaricare e installare Kodi su Xbox One


    Il famosissimo media center Kodi è finalmente disponibile anche per Xbox One.   Grazie a questa applicazione potrete trasformare la vostra console in un vero e proprio media center e godervi qualsiasi cosa in streaming. Anche gli add-on dovrebbero...

    Il famosissimo media center Kodi è finalmente disponibile anche per Xbox One.

     

    Grazie a questa applicazione potrete trasformare la vostra console in un vero e proprio media center e godervi qualsiasi cosa in streaming.

    Anche gli add-on dovrebbero funzionare a dovere riuscendo così a sfruttare al meglio Kodi anche su Xbox One.

    Cos’è Kodi?

    Per chi non lo conoscesse, ricordiamo che Kodi è uno dei migliori programmi per media center attualmente disponibili e particolarmente famoso per il suo “aspetto illegale”: basta infatti scaricare dei plug-in e add-on di terze parti per guardare film e canali a pagamento in maniera del tutto gratuita ma illegale.

    Kodi riproduce tutti i file multimediali direttamente dai CD/DVD inseriti nel lettore DVD incluso, dall’Hard-Disk, oppure attraverso la lettura di una cartella o di una partizione di Windows condivisa attraverso il sistema Samba (SMB), o via iTunes attraverso il protocollo di trasmissione DAAP.

    Kodi utilizza la porta ethernet e l’eventuale accesso ad Internet; se Kodi rileva il collegamento a Internet, diventa possibile richiedere al database IMDB copertine e recensioni di film, al database CDDB i titoli delle tracce di CD audio, la riproduzione di video in streaming e l’ascolto di qualsiasi radio online.

    Kodi può gestire elenchi di tracce, ha funzioni di galleria d’immagini, previsioni del tempo, e dispone di numerosi effetti grafici coordinati ai file audio.

    Se vuoi approfondire le funzionalità di questo media center non perdere altro tempo e corri a leggere il nostro articolo.

    Kodi: installazione e guida all’utilizzoIn un unico articolo le risposte a tutte le domande che vi siete sempre fatti sul più dibattuto media center disponibili in rete: Kodi!Androidkodi Streaming Come scaricare e installare Kodi?

    Gli step necessari per scaricare e installare Kodi su Xbox One sono davvero semplici e pochi:

    Avviate Xbox One Store. Scrivete Kodi e cliccate sul simbolo della lente. Cliccate sull’icona di Kodi e cliccate successivamente su Installa. Al termine dell’installazione Kodi sarà disponibile nell’elenco delle applicazioni installate

    Divertiti a scoprire le potenzialità del famoso media center.

    L'articolo Scaricare e installare Kodi su Xbox One appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Nubia Z17 Lite su Geekmall con 60 euro di sconto grazie a questo coupon!

    Nubia Z17 Lite su Geekmall con 60 euro di sconto grazie a questo coupon!


    Lo ZTE Nubia Z17 Lite è uno smartphone che gode di una buona fama grazie al suo particolare design e alla sua scheda tecnica, che parla da sola. Noi lo stiamo già testando, e a breve pubblicheremo la sua recensione. Nel frattempo Geekmall ha deciso di...

    Lo ZTE Nubia Z17 Lite è uno smartphone che gode di una buona fama grazie al suo particolare design e alla sua scheda tecnica, che parla da sola. Noi lo stiamo già testando, e a breve pubblicheremo la sua recensione.

    Nel frattempo Geekmall ha deciso di rincarare la dose e scontare il Z17 Lite di ben 50 euro fino a fine mese, ma grazie al nostro esclusivo coupon, potrete pagarlo ancora 10 euro in meno, per un totale di ben 60 euro di sconto!

    Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!Raccogliamo per voi, ogni giorno, le migliori promozioni e offerte Gearbest. Il noto store Cinese propone sempre molti sconti: eccoli tutti.HardwareGearbest migliori offerte offerte offerte gearbest Nubia Z17 Lite: scheda tecnica

    Il Nubia Z17 Lite è uno smartphone medio-gamma con caratteristiche tecniche ed una qualità costruttiva decisamente superiore alla media. Nella parte frontale ospita un luminoso pannello da 5.5 pollici FullHD (1920 x 1080) leggermente curvo ai lati.

     

    Sotto il cofano poi, batte un Qualcomm Snapdragon 653 MSM8976 Pro – octa core fino a 1.95 GHz per clock – accoppiato ad una GPU Adreno 510 e 6GB di RAM per fare del gaming e del multitasking delle operazioni più che naturali, aiutate da ben 64GB di memoria interna.

    Nulla da invidiare anche il comparto fotografico, sicuramente un punto forte del Nubia Z17 Lite, grazie ad una fotocamera frontale da ben 16MP (f/2.2) con grandangolo e dietro una doppia fotocamera SONY IMX258 da 13MP l’una!

    E poi ancora: 3200 mAh di batteria, un velocissimo sensore di impronte e USB Tipo-C con Quick Charge 3.0, il tutto contornato dalla Nubia UI 5.0 basata su Android 7.1 Nougat. Tutto questo aveva un prezzo di ben 299 euro, e ora potrete portarvelo a casa per 245 euro! Ma, perché scegliere Geekmall?

    I migliori smartphone a meno di 300€Acquistare un nuovo smartphone è un'operazione da effettuare con attenzione. Vediamo quindi quali sono i migliori smartphone a 300€ del momento.Androidguida acquisto Perché Geekmall?

    Geekmall non è altro che la versione tutta italiana di Geekbuying, un famosissimo store cinese on-line. Grazie ai magazzini e gli uffici italiani, con Geekmall potete usufruire di diversi servizi molto importanti quando si acquista uno smartphone!

    Servizi offerti Spedizione da magazzino in Italia senza tasse doganali e/o altri costi aggiuntivi Spedizione veloce e sicura sul territorio nazionale con corriere espresso Bartolini Tempi di spedizione rapidi in massimo 48-72 ore lavorative Assistenza al cliente e assistenza tecnica in Italiano 2 anni di garanzia in Italia Come acquistare

    Acquistare su Geekmall.it è molto semplice, basta registrarsi sul sito, aggiungere al carrello i prodotti desiderati e procedere al pagamento sicuro:

    Ma non perdiamo altro tempo e vediamo come acquistare un Nubia Z17 Lite con il nostro codice sconto esclusivo!

    Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!Ogni giorno una carrellata di offerte Amazon imperdibili sul mondo della tecnologia! Approfittatene subito, la scadenza è vicina e le scorte limitate!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon Codice sconto Nubia Z17 Lite

    Come detto, da un prezzo iniziare di 299 euro, potrete portarvi a casa un Nubia Z17 Lite (nero o blu) per soli 245 euro! Questo è possibile grazie allo sconto di ben 50 euro applicato da Geekmall, che durerà fino al 31 Gennaio 2018, e grazie al nostro esclusivo codice sconto del valore di 10 euro. Ecco come applicarlo!

    Come prima cosa, seguite il link che vedete qui di seguito e scegliete il colore che preferite per il vostro Z17 Lite. Una volta scelto potrete acquistarlo cliccando su “Aggiungi al carrello” e selezionando infine “Acquista” dalla finestra che si aprirà:

    ACQUISTA| ZTE Nubia Z17 Lite da Geekmall.it

    A questo punto vi troverete nel carrello ma, prima di cliccare “Procedi con l’acquisto” potrete inserire il nostro esclusivo coupon ella sezione “BUONI” sulla sinistra, proprio come mostra la seguente figura:

    Premuto “OK” il nostro codice sconto di 10 euro verrà applicato al totale della spesa e potrete procedere con l’ordine (pagando anche con PayPal se preferite) e creando un account inserendo il vostro indirizzo per la spedizione. Ecco il codice sconto da inserire:

    CHIMERAREVONUBIA10

    Se avete dubbi o problemi nell’effettuare l’ordine, non esitate a lasciare un commento qui in basso o contattate l’assistenza online di Geekmall lasciando un messaggio nella chat online in asso a destra nel sito.

    Offerte Amazon della settimana: PC, gaming e tante promozioni!Ecco il nostro appuntamento settimanale con le promozioni e le offerte Amazon sull'informatica, il gaming, l'elettronica e la tecnologia in generale!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon

    L'articolo Nubia Z17 Lite su Geekmall con 60 euro di sconto grazie a questo coupon! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come scrivere più veloce su Android

    Come scrivere più veloce su Android


    Scrivere sul touchscreen di smartphone e tablet, che montino Android o altri sistemi operativi, è senza dubbio meno comodo che farlo su una tastiera fisica. Toccare una sottile lastra di vetro senza feedback meccanico, infatti, può rallentare la...

    Scrivere sul touchscreen di smartphone e tablet, che montino Android o altri sistemi operativi, è senza dubbio meno comodo che farlo su una tastiera fisica. Toccare una sottile lastra di vetro senza feedback meccanico, infatti, può rallentare la digitazione.

    Sebbene non esista una soluzione definitiva a questo tipo di problema, ci sono dei piccoli escamotage che, se messi in atto, possono velocizzare il ritmo di digitazione sul vostro smartphone Android. Vediamoli insieme uno per uno!

    Come velocizzare la scrittura su Android sfruttando al meglio Gboard

    La tastiera di Google è probabilmente l’alternativa migliore quando si parla di keyboard per Android, anche perché, tra le molteplici caratteristiche, ve ne sono alcune che possono velocizzare la digitazione.

    Il modo più rapido per inserire le emoji

    È inutile negarlo, le emoji ormai sono entrate nel linguaggio scritto, a prescindere dal tipo di conversazione che si sta intrattenendo. Per questo motivo, Google ha tentato di semplificarci la vita, inserendo la possibilità di cercare le emoji senza bisogno di scorrerle, pagina per pagina. Ecco come fare:

    Apri la conversazione cui stai partecipando e premi sull’icona dedicata alle emoji. Si aprirà il menù dedicato appunto alle emoji e nella parte alta della tastiera noterai il tab per la ricerca (“Cerca emoji”). Digita all’interno del tab una parola che rimandi all’emoji che vuoi inserire (nello screen “fiore”). Seleziona l’emoji di tuo interesse e invia. 

    In alternativa, invece di digitare una parola chiara che rimandi all’emoji che stai cercando, puoi sfruttare la funzione “draw-emoji”. Ti basterà cliccare sull’icona stilizzata che trovi nel tab di ricerca e poi tentare di disegnare l’emoji che ti interessa. Questo metodo potrebbe essere utile quando laddove non si conosca la parola chiave per descrivere al meglio l’emoji che vorremmo inserire nel testo. 

    Ridurre al massimo gli errori di digitazione

    Non importa quanto cerchiate di essere accurati in fase di digitazione, gli errori sono sempre dietro l’angolo (in questo caso, sotto le dita). In più, con uno schermo relativamente piccolo come quello di uno smartphone non è sempre semplice tentare di correggere esclusivamente la lettera sbagliata all’interno della parola. Fortunatamente Gboard mette a disposizione una feature che consente di controllare al meglio il cursore, per spostarsi facilmente all’interno di una parola. Ecco come fare:

    Individua l’errore di ortografia. Opera un tap prolungato sulla barra spaziatrice della Gboard. Spostati a destra o a sinistra per raggiungere e poi correggere il refuso. Come digitare numeri e caratteri speciali più velocemente

    Le impostazioni di default di Gboard prevedono che per digitare dei numeri e caratteri speciali sia necessario fare uno switch della tastiera premendo il tasto apposito, in basso a sinistra sulla tastiera. Se però siete soliti usare di frequente i numeri potrete accedervi più velocemente modificando la tastiera, ecco come fare:

    Accedi alle impostazioni del telefono. Tocca “Lingua e Immissioni” e poi “Gboard”. All’interno del menù dedicato a Gboard fai un tap su “Preferenze” e spunta la voce “Riga dei numeri”.

    In questo modo la riga dei numeri rimarrà fissa sulla parte alta della tastiera. Se invece preferite mantenere le impostazioni di default senza rinunciare alla comodità provate a tenere premuto il tasto ?123 e fate un rapido swipe sul numero che volete scrivere. Quest’ultimo metodo è valido anche se avete intenzione di digitare un carattere speciale.

    Previsioni di testo e suggerimenti personalizzati

    La funzione di predizione del testo di Gboard suggerisce la parola seguente a quella che state digitando basandosi sulle precedenti. In questo modo avrete la possibilità di risparmiare qualche importante centesimo di secondo facendo un semplice tap sul suggerimento più adatto.

    Per attivare la funzione “Suggerimenti parola successiva”, sarà necessario seguire questa sequenza:

    Impostazioni > Lingua e immissione > Gboard > Correzione testo Una volta all’interno del menù dovrete spuntare la voce “Suggerimenti parola successiva”

    All’interno della pagina “Correzione testo” potrete abilitare anche altre tipologie di suggerimenti, ad esempio:

    Mostra suggerimenti emoji Suggerisci nomi contatti Suggerimenti personalizzati Come impostare shortcuts che velocizzino la scrittura di frasi intere.

    Tra le tante funzioni di Gboard c’è anche la possibilità di impostare delle “scorciatoie” personalizzate che abbrevino i tempi di digitazione di frasi più o meno lunghe. Per impostare scorciatoie personalizzate dovrete seguire questi passi:

    Accedi a Impostazioni > Lingua e immissione > Gboard > Dizionario > Dizionario personale In “Dizionario personale” clicca su “italiano (Italia)”. Si aprirà una schermata recante il seguente messaggio “Non sono presenti parole nel dizionario utente. Puoi aggiungere una parola toccando il pulsante Aggiungi (+)”. Clicca su (+) e digita la parola (o l’acronimo) nella sezione “Scorciatoia” e la frase estesa nella barra sovrastante. Qualche altro consiglio per diminuire i tempi di digitazione Prova a sostituire la normale digitazione con uno swipe continuo tra le lettere: invece di premere sulla tastiera virtuale per digitare una lettera alla volta, trascina il dito senza staccarlo dal touchscreen fino a comporre la parola che vuoi scrivere. Sostituisci la normale scrittura con la digitazione vocale che ti consentirà di dettare i tuoi messaggi all’assistente vocale di Google che li trascriverà pressoché in tempo reale. Per accedere alla digitazione vocale dovrai semplicemente toccare l’icona a forma di microfono presente sulla destra nella barra di scrittura. Impara a giocare ai Typing Game disponibili per Android (tra tutti ZTyper e Typing Master) che ti consentiranno di fare pratica con la digitazione veloce e magari, anche di divertirti. Se non vuoi utilizzare Gboard ma preferisci non rinunciare a personalizzazioni e funzionalità prova queste tastiere alternative per dispositivi Android: Swiftkey Fleksy Swype Keyboard Minuum Keyboard

    Se hai trovato utili i nostri consigli per ridurre i tempi di digitazione su Android, prova a dare un’occhiata a come cambiare tastiera o questa recensione su Gboard di Google.

    L'articolo Come scrivere più veloce su Android appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come risolvere INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows

    Come risolvere INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows


    Sono innumerevoli le cause che potrebbero impedire al vostro PC di avviare il sistema operativo, ma in questa guida vorremmo spiegarvi come risolvere INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows in maniera semplice ed accessibile a tutti. In realtà vi...

    Sono innumerevoli le cause che potrebbero impedire al vostro PC di avviare il sistema operativo, ma in questa guida vorremmo spiegarvi come risolvere INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows in maniera semplice ed accessibile a tutti.

    In realtà vi spiegheremo due metodi differenti per risolvere questo errore: uno universale, valido per tutti i PC Windows, l’altro più specifico per chi ha recentemente installato un aggiornamento per Windows 10 Anniversary Update o Creators Update:

    Ripristinare il Boot di Windows Dopo aggiornamento di Windows 10

    Windows bloccato o non si avvia: come recuperare i fileL'incubo di chi lavora o studia col PC si è materializzato? Non riuscite più ad accedere ai vostri file perché windows non si avvia? Andiamo a scoprire le cause e alcune soluzioni.Linuxdati file windows non si avvia
    Ripristinare il Boot di Windows

    Se il vostro PC Windows si è arrestato in maniera brusca, è stata tolta la corrente o magari avete recentemente ricevuto un aggiornamento, allora per risolvere il “INACCESSIBLE BOOT DEVICE” dovrete ripristinare il Boot di Windows.

    Per farlo dovrete accedere al Prompt dei comandi: se non potete accedere al sistema operativo accendete il PC cercando di entrare nella schermata di Funzioni Avanzate -> Risoluzione dei problemi -> Opzioni Avanzate -> Prompt dei comandi per aprire la finestra di comando.

    Se invece siete riusciti ad accedere al sistema operativo, allora vi basterà premere la combinazione di tasti WIN + X e scegliere il Prompt dei Comandi (o la PowerShell) con i diritti di amministratore:

    Lanciate in essa i seguenti comandi per cercare di ripristinare il Boot di Windows e risolvere l’INACCESSIBLE BOOT DEVICE:

    chkdsk /r

    e scrivere poi “S” per permettere al PC di iniziare il ripristino alla prossima accensione del PC, oppure:

    bootrec /fixboot

    Con questi comandi verrà verificata, ed evidentemente riparata, l’integrità del Boot di Windows che ne permette l’avvio.

    Se però non siete riusciti a risolvere il problema e avete recentemente ricevuto un aggiornamento sul vostro Windows 10 Anniversary Update o Creators Update, allora proseguite con la guida.

    Come installare Windows 10 da USBPer installare Windows 10 su PC o portatili non dovete necessariamente masterizzare un DVD: potete usare una pendrive USB.Windowsusb windows 10
    Dopo un aggiornamento di Windows 10

    Nelle ultime settimane molti utenti Windows hanno riscontrato l’errore INACCESSIBLE BOOT DEVICE che si può attribuire all’aggiornamento cumulativo di Ottobre 2017 che ha colpito molti utenti Windows 10 Anniversary Update e Creators Update.

    Per risolvere dovrete usare il Prompt dei Comandi che, come visto, è reperibile accendendo il PC in modalità Funzioni Avanzate -> Risoluzione dei Problemi -> Opzioni Avanzate ->Prompt dei Comandi, come in foto:

    Una volta ottenuto l’accesso al Prompt dei comandi, si può iniziare: secondo un workaround di Microsoft, il primo passo è quello di cancellare la chiave di registro SystemPending.

    Digitate dunque i seguenti comandi nel Prompt nell’ordine in cui compaiono qui di seguito:

    reg load hklmtemp c:windowssystem32configsoftware

    reg delete “HKLMtempMicrosoftWindowsCurrentVersionComponent Based ServicingSessionsPending”/v Exclusive

    reg unload HKLMtemp

    Dopo averla cancellata bisogna proseguire andando a caricare i pacchetti installati dal sistema. Tra di essi, vi verranno mostrati anche dei pacchetti non ancora installati e che quindi impediscono l’avvio di Windows.

    Digitate dunque il seguente comando nel Prompt:

    dism /image:C: /get-packages

    Vi apparirà dunque una finestra simile a quella qui in basso. Sotto alcuni di questi pacchetti noterete la scritta “Install Pending“: tutti quei pacchetti attendono di essere installati e causano l’errore nell’avvio di Windows!

    Per eliminare questi pacchetti basterà lanciare i seguenti comandi, nell’ordine in cui sono scritti:

    MKDIR C:temppackages

    dism /image:c: /remove-package /packagename:PACKAGEIDENTITYNAME /scratchdir:c:temppackages

    Così facendo dovreste risolvere l’INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows in caso ci fosse stato un errore in un aggiornamento effettuato di recente sul vostro PC.

    Siete riusciti a risolvere il problema del Boot di Windows? Se avete dubbi o non riuscite a seguire la guida, lasciate un commento qui in basso e cercheremo di aiutarvi il prima possibile!

    Come formattare Windows 10 e reinstallarloAvete problemi con il vostro PC? Forse l'unica soluzione è formattare e reinstallare Windows 10. Ecco come fare, è semplicissimo!Windowswindows 10

    L'articolo Come risolvere INACCESSIBLE BOOT DEVICE di Windows appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    WhatsApp non va: cosa fare

    WhatsApp non va: cosa fare


    WhatsApp è una delle app di messaggistica istantanea più usate in tutto il mondo, e capita molto spesso che smetta di funzionare. Se WhatsApp non va però, ci sono delle operazioni che potete facilmente fare da voi per tentare di farlo funzionare! In...

    WhatsApp è una delle app di messaggistica istantanea più usate in tutto il mondo, e capita molto spesso che smetta di funzionare. Se WhatsApp non va però, ci sono delle operazioni che potete facilmente fare da voi per tentare di farlo funzionare!

    In questa guida vi spiegheremo passo passo cosa fare se WhatsApp non funziona e di seguito potete un elenco di tutti i passaggi da fare. E se proprio neanche uno di questi metodi dovesse funzionare, beh allora c’è sempre Telegram pronto ad aiutarvi!

    WhatsApp: come non farsi vedere onlineSebbene non ci sia un'apposita voce nell'app, vediamo quali metodi è possibile utilizzare per non apparire onlineAndroidapp android whatsapp WhatsApp non va: i passi da seguire

    Quando WhatsApp non va ci sono dei passaggi che si possono seguire – dal più facile e veloce al più difficile – per tentare di farlo tornare a funzionare. È necessario però che tutti questi passaggi vengano eseguiti nell’ordine in cui sono scritti, altrimenti si rischierebbe di rendere inefficaci i passaggi successivi:

    Connessione ad Internet Controllare le spunte WhatsApp Riavviare lo smartphone Aggiornare/Reinstallare WhatsApp Pulire la memoria Cache Verificare WhatsApp Web WhatsApp Down!

    Cancellare messaggi WhatsApp inviati per erroreUna caratteristica molto attesa è finalmente stata implementata: potete ora eliminare i messaggi WhatsApp inviati per errore.Internetwhatsapp
    Connessione ad Internet

    Sembra banale, ma non lo è affatto: la prima cosa di cui dovete accertarvi è che il vostro smartphone/tablet sia correttamente connesso ad Internet! WhatsApp infatti ha bisogno di una connessione stabile alla rete Internet, e quindi c’è bisogno di alcuni accorgimenti.

    Se siete in casa e avete un Modem Internet al quale collegarvi tramite Wi-Fi, allora assicuratevi che il vostro smartphone sia effettivamente collegato al modem guardando l’icona del Wi-Fi nella barra delle notifiche.

    iPhone non si connette al Wifi: soluzioniUtilizzare un iPhone senza Internet sarebbe praticamente inutile. Vediamo come correre ai ripari quando l'iPhone non si connette al WiFi.Applewifi

    Se l’icona presenta una “x” o un punto interrogativo, allora non siete connessi al Wi-Fi. Quando invece l’icona indica che siete connessi, allora potrebbe essere un problema del modem: aprite un browser (Chrome ad esempio) e provate a fare una ricerca per vedere se c’è Internet.

    Quando non siete a casa e WhatsApp non va, allora dovete accertarvi che il vostro smartphone sia connesso alla rete dati mobili con il vostro abbonamento. È possibile che abbiate terminato i “Giga” a disposizione o che, semplicemente, abbiate lasciato spenta la connessione dati.

    Siete in macchina e WhatsApp non va? Durante i viaggi il vostro smartphone si connette e disconnette continuamente per agganciarsi al ripetitore più vicino. Anche se vedete l’icona 3G/4G quindi, una connessione instabile potrebbe non far funzionare correttamente WhatsApp.

    Il vostro problema non è nessuno di quelli citati precedentemente? Allora proseguiamo con la guida e diamo un’occhiata più da vicino a cosa vi dice WhatsApp!

    Android non si connette a Wifi: cosa fareEcco a voi un elenco delle soluzioni ai più noti e possibili problemi di connessione in cui potete incappare con il vostro WiFi Android.Androidwi-fi wireless
    Controllare le spunte WhatsApp

    WhatsApp non va ma il problema non è la vostra connessione ad Internet? Beh, forse il problema è la connessione Internet della persona alla quale state inviando messaggi!

    Come vi abbiamo spiegato nella guida dedicata a cosa significano le spunte WhatsApp, vi abbiamo mostrato che se in basso a destra del messaggio appare una sola spunta grigia () allora il vostro messaggio è stato inviato correttamente!

    Più precisamente, quella spunta significa che il vostro messaggio è stato inviato ma non è stato recapitato alla persona alla quale lo avete inviato. In caso contrario avreste avuto la doppia spunta grigia ()  a dire che invece è stato consegnato.

    Il problema però, si pone se al di sotto dei messaggi vedete un piccolo orologio come questo () , sintomo che il vostro messaggio non è stato inviato. Ma se come detto il problema non è Internet, allora dovete passare alla fase successiva!

    Disattivare doppie spunte blu WhatsAppNon volete far sapere al vostro interlocutore quando e se avete letto i suoi messaggi? Vediamo come fare su ogni piattaforma!Androidwhatsapp
    Riavviare lo smartphone

    Anche questo vi sembrerà un passaggio banale, ma è più importante di quanto possiate immaginare! Riavviare lo smartphone – anche periodicamente – è un toccasana per il corretto funzionamento del sistema operativo.

    Se WhatsApp non va, forse ci sono dei processi attivi che ne contrastano il funzionamento. Spegnendo il cellulare, tutti i processi verranno chiusi ed il sistema operativo verrà riavviato in tutte le sue funzionalità.

    Tenendo acceso per troppo tempo un dispositivo infatti, tutti i processi si accavallano ed è normale che inizino a sorgere rallentamenti o problemi!

    Ma se WhatsApp non va ancora, allora il problema è più grave di quanto speravamo, ed il prossimo passo da seguire è il corretto aggiornamento o la completa reinstallazione dell’app! Vediamo subito come fare.

    Perché lo smartphone va lento?Il nostro smartphone Android non è più veloce come un tempo e comincia a rallentare? Scopriamo il perché e come risolvere.Androidapp android
    Aggiornare/Reinstallare WhatsApp

    Questo è forse il passaggio più noioso, ma spesso il più efficace in assoluto! Se WhatsApp non va potrebbe essere dovuto al fatto che avete una versione troppo vecchia dell’applicazione, o che qualcosa sia andato storto, e c’è bisogno di reinstallarla!

    Il primo passo più semplice e veloce è quello di accertarsi di avere installata l’ultima versione di WhatsApp. Per farlo basta andare sul link corrispondente al proprio cellulare qui sotto e cliccare “aggiorna” se richiesto:

    Download | WhatsApp per Android (dal Google Play Store) Download | WhatsApp per iOS (da App Store)

    Se non riuscite a scaricarlo, allora cercate di liberare spazio in memoria e riprovate. Altrimenti continuiamo con la guida e vediamo come reinstallare WhatsApp senza perdere dati!

    Liberare e risparmiare spazio su iPhone grazie a Google FotoApplegoogle foto iOS iPhone

    Prima di eliminare l’applicazione è sempre bene fare un backup delle conversazioni in modo da non perdere nulla. Una volta terminato, disinstallate WhatsApp tenendo premuto sull’applicazione e selezionando “Disinstalla” (su Android) o cliccando sulla “x” (su iPhone).

    Installare WhatsApp è semplicissimo: non dovete far altro che cliccare sul link che vi abbiamo fornito qui in alto e cliccare su “scarica/installa“. Al termine dell’installazione dovrete configurare WhatsApp, e per questo vi rimandiamo ad una guida approfondita su come farlo:

    Come installare WhatsappSiete pronti per la guida al download e all'utilizzo dell'applicazione di messaggistica più utilizzata nel mondo?InternetiOS whatsapp whatsapp web Windows
    Pulire la memoria Cache

    Solitamente la grande maggioranza degli utenti riescono a far funzionare WhatsApp seguendo la guida al massimo fino al punto precedente. Se siete qui però, allora il vostro WhatsApp non va ancora e c’è bisogno di passare ad un ultimo tentativo, un po’ più da esperti!

    Mai sentito parlare di “file spazzatura“? La cache è una particolare memoria del tuo smartphone dove vengono memorizzati dei file utili durante l’utilizzo di un’applicazione.

    Per pulire la cache sul vostro smartphone Android potete seguire questa guida, mentre su iPhone potete provare con questa guida o con applicazioni come Battery Doctor per rimuovere tutti questi file inutili. Tranquilli non perderete nessun file personale!

    Se però fin’ora tutti questi metodi non hanno funzionato, allora il problema non è il vostro smartphone! Vediamo quindi se il problema è l’applicazione e proviamo a verificare se WhatsApp Web stia funzionando!

    App per spiare WhatsAppEsistono tantissime applicazioni in grado di spiare quello che stiamo facendo, ed in particolar modo WhatsApp: Ecco quali e come proteggersi!AndroidApp per spiare WhatsApp spiare whatsapp whatsapp
    Verificare WhatsApp Web

    Sapevate che WhatsApp non può essere installata solo sugli smartphone? Di fatto potete usarlo anche su computer con l’applicazione WhatsApp PC oppure messaggiare tramite il sito dedicato WhatsApp Web.

    Dunque se WhatsApp non va sul vostro smartphone, potrete testarne il funzionamento su queste due piattaforme alternative e capire immediatamente se il problema è del vostro smartphone o del servizio in generale! Più precisamente dovreste:

    Controllare la connessione

     

    Come prima cosa è necessario che controlliate se il vostro PC è correttamente connesso ad Internet e che la linea non sia debole. Se riuscite ad andare su altri siti web allora la vostra connessione c’è, altrimenti ecco come risolvere. Se invece la connessione è troppo lenta, allora potreste provare così.

    WhatsApp PC: come usare WhatsApp da computerLasciate in tasca lo smartphone ed utilizzate Whatsapp PC e Mac con il nuovo programma ufficiale: un programma con all'interno WhatsApp Web!Applemacos whatsapp whatsapp web Controllare WhatsApp su telefono

    Lo stesso problema potrebbe presentarsi se invece è il vostro telefono a non essere correttamente connesso ad Internet. Anche se state usando il PC infatti, è necessario che lo smartphone sia connesso correttamente su WhtasApp.

    Come usare WhatsApp WebPerché utilizzare lo smartphone quando potete chattare dal vostro PC sfruttando WhatsApp Web? Ed è semplicissimo da utilizzare!Internetapp android whatsapp Più istanze aperte assieme

    WhatsApp può funzionare solamente su una istanza per volta. Questo vuol dire che non potete tenere aperto sia WhatsApp Web che l’app per PC assieme, altrimenti ricevereste il seguente errore:

    Per continuare ad usare una sola istanza di WhatsApp cliccate su “Disconnetti” per chiudere l’applicazione corrente e continuare ad usare WhatsApp sull’altra applicazione. Se invece volete continuare ad usare questa istanza (e chiudere l’altra) scegliete “USA QUI”.

    Eliminare spazio WhatsApp iPhone e AndroidSapete che ora potete eliminare spazio WhatsApp velocemente tramite la nuova funzionalità di WhatsApp? Ecco come utilizzarla!Androidwhatsapp
    WhatsApp Down!

    Se anche utilizzando le versioni Web e PC continuate a riscontrare che WhatsApp non va, allora il problema è ancor più grave e molto probabilmente non interessa solo voi!

    Potrebbe essere possibile che WhatsApp sia “down” ovvero che i suoi server non stiano funzionando o che siano momentaneamente spenti: se così fosse, allora nessuno al mondo può continuare ad usare WhatsApp fino alla risoluzione del problema!

    Per accertarvene vi basterà fare un giro sui social come Facebook, Google+ o Twitter, e vedrete che tutti ne staranno parlando! Su Twitter specialmente, con l’hashtag #whatsappdown (cliccate per vederli) potrete vedere in tempo reale se gli altri utenti stanno lamentano il malfunzionamento di WhatsApp.

    Come nascondere informazioni WhatsAppCon WhatsApp potete escludere alcune (o tutte) le informazioni personali: stato, ultimo accesso, Info e altro ancora. Ecco come fare!Androidwhatsapp

    Siete riusciti a trovare e risolvere il problema? Se avete bisogno di qualsiasi aiuto per seguire la guida, lasciate subito un commento qui in basso o un messaggio sulla nostra pagina Facebook, e vi aiuteremo al più presto possibile!

    L'articolo WhatsApp non va: cosa fare appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    I migliori accessori per iPhone X

    I migliori accessori per iPhone X


    Il modello di punta di Apple è, come tutti ben sappiamo, il nuovo iPhone X. Si tratta di un dispositivo amato molti, ma anche molto odiato. L’unica cosa certa è che Apple, con il suo nuovo flagship, ha lasciato tutti a bocca aperta. Ha stupito tutti...

    Il modello di punta di Apple è, come tutti ben sappiamo, il nuovo iPhone X. Si tratta di un dispositivo amato molti, ma anche molto odiato. L’unica cosa certa è che Apple, con il suo nuovo flagship, ha lasciato tutti a bocca aperta. Ha stupito tutti sia per le caratteristiche da vero top di gamma, sia per il prezzo decisamente alto. Se siete tra quelli che ne hanno acquistato uno, vi potrebbe interessare la nostra lista dei migliori accessori per iPhone X.

    Indice Flip cover Cover Cover batteria Vetri temperati Cavi Lightning Alimentatori Caricatori da auto

    Potete utilizzare questo indice per raggiungere subito l’accessorio di vostro interesse.

    Flip Cover per iPhone X

    Le flip cover consentono di proteggere anche il display da eventuali graffi, oltre al retro dello smartphone. Inoltre, alcune flip cover, consentono di inserire dei documenti, come ad esempio delle carte di credito.

    Moozy

    Questa flip cover è caratterizzata da una trama ruvida ed è disponibile in più colori. Offre una protezione completa del dispositivo, in quanto il display è al sicuro da eventuali graffi accidentali. Inoltre permette di inserire delle carte di credito nella parte anteriore interna.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -14% Cover iPhone X Nero - Custodia a libro Flip Smart magnetica de Moozy® con funzione di appoggio e supporto in silicone Prezzo: EUR 11,89 Da: EUR 13,89 -14% Cover iPhone X Blu scuro - Custodia a libro Flip Smart magnetica de Moozy® con funzione di appoggio e supporto in silicone Prezzo: EUR 11,89 Da: EUR 13,89 -14% Cover iPhone X Oro - Custodia a libro Flip Smart magnetica de Moozy® con funzione di appoggio e supporto in silicone Prezzo: EUR 11,89 Da: EUR 13,89 Snewill

    Si tratta di una soluzione più elegante rispetto a quella vista in precedenza. Il retro della cover, realizzato in TPU, è completamente trasparente. Anche questa flip cover consente di inserire dei documenti all’interno della cover.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Custodia iPhone X,Custodia iPhone 10,iPhone X Case Snewill Slim PU Leather Folio Flip Case with Card Slot & Clear Soft TPU Back Cover for Apple iPhone X - Black Prezzo: EUR 7,99 Custodia iPhone X,Custodia iPhone 10,iPhone X Case Snewill Slim PU Leather Folio Flip Case with Card Slot & Clear Soft TPU Back Cover for Apple iPhone X - Rose Red Prezzo: EUR 7,99 Snewill Custodia iPhone X,Custodia iPhone 10 Glitter Shiny Bling Slim PU Leather Folio Flip Case with Card Slot & Clear Soft TPU Back Cover for Apple iPhone X - Rose Gold Prezzo: EUR 7,94 Custodia iPhone X,Custodia iPhone 10,iPhone X Case Snewill Slim PU Leather Folio Flip Case with Card Slot & Clear Soft TPU Back Cover for Apple iPhone X - Gold Prezzo: EUR 7,99

    Potete consultare altre flip cover per iPhone X recandovi a questo link. https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=flip+cover+iphone+x&sprefix=flip+cov%2Caps%2C205&crid=3J3QK1SNTB6PQ

    Cover per iPhone X

    In questa sezione, invece, potrete trovare le migliori cover classiche per proteggere al meglio il vostro gioiellino.

    Spigen

    Si tratta di una cover rugged realizzata da Spigen, sinonimo di garanzia e affidabilità. Essa, realizzata in TPU, offre un’ottima protezione contro gli urti accidentali.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -40% Spigen 057CS22125 Rugged Armor - Custodia con assorbimento acustico e struttura in fibra di carbonio per iPhone X, Nero (Matte Black) Prezzo: EUR 8,99 Da: EUR 14,99 SUPCASE

    Si tratta di una cover rugged che offre una protezione totale anche ai tasti e alla fotocamera posteriore. Rispetto alla cover precedente troviamo il retro completamente trasparente.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Custodia iPhone X, SUPCASE - Cover AntiUrto [Unicorn Beetle Style] Angoli Rinforzati - Pannello Posteriore Trasparente Cover iPhone 10 - Bumper (Nero) Prezzo: EUR 14,99 Custodia iPhone X, i-Blason - Cover AntiUrto [Unicorn Beetle Style] Angoli Rinforzati - Pannello Posteriore Trasparente Cover iPhone 10 - Bumper (Blu) Prezzo: EUR 17,99 Custodia iPhone X, SUPCASE - Cover AntiUrto [Unicorn Beetle Style] Angoli Rinforzati - Pannello Posteriore Trasparente Cover iPhone 10 - Bumper (Blush Oro) Prezzo: EUR 17,99 Custodia iPhone X, SUPCASE - Cover AntiUrto [Unicorn Beetle Style] Angoli Rinforzati - Pannello Posteriore Trasparente / per iPhone X / iPhone 10 2017- Bumper (Viola) Prezzo: EUR 17,99 Custodia iPhone X, i-Blason - Cover AntiUrto [Unicorn Beetle Style] Angoli Rinforzati - Pannello Posteriore Trasparente Cover iPhone 10 - Bumper (Rosa Oro) Prezzo: EUR 15,99 Spigen

    Si tratta di una cover realizzata in TPU completamente trasparente. È pensata per chi vuole una cover in grado di offrire un’ottima protezione, senza intaccare il design del proprio smartphone.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -39% Cover iPhone X, Cover iPhone 10, Spigen® [Ultra Hybrid] Custodia iPhone X con tecnologia Air Cushion e Protezione da goccia ibrida per Apple iPhone X (2017) - Matte Black - 057CS22129 Prezzo: EUR 10,99 Da: EUR 17,99 -39% Spigen Ultra Hybrid - Custodia iPhone X con tecnologia Air Cushion e Protezione da goccia ibrida, Red Prezzo: EUR 10,99 Da: EUR 17,99 -39% Cover iPhone X, Spigen [Ultra Hybrid] Custodia iPhone X con tecnologia Air Cushion e Protezione da goccia ibrida per Apple iPhone X (2017) - Crystal Clear - 057CS22127 Prezzo: EUR 10,99 Da: EUR 17,99 Cover Folio by Apple

    Si tratta della flip cover realizzata direttamente da Apple per il suo nuovo gioiellino. È realizzata davvero bene e consente di inserire dei documenti, come ad esempio carte di credito, all’interno della cover stessa. L’unica pecca è il prezzo di € 100, decisamente alto per una semplice cover che potete acquistare sul sito di Apple.

    Per consultare altre cover per iPhone X potete consultare l’elenco cliccando su questo link.

    Cover batteria per iPhone X

    Il nuovo iPhone X garantisce un’ottima autonomia, superiore anche a quella di iPhone 8 Plus. Tuttavia è sempre utile portarsi dietro una cover batteria per eventuali casi di emergenza.

    Bovon

    Si tratta di una cover batteria realizzata molto bene e oltre a fungere da power bank, protegge anche da eventuali urti. Inoltre è provvista di un magnete incorporato per agganciare l’iPhone ad un supporto magnetico per auto.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Bovon Cover Batteria iPhone X, 6000mAh Power Bank Caricabatterie Portatile, Custodia Protettiva con Batteria Esterna per Apple iPhone X Lite 2017 (Nero) Prezzo: EUR 26,99 Vetri temperati per iPhone X

    Oltre ad una cover che protegga lo smartphone, è fondamentale acquistare un ottimo vetro temperato per evitare di danneggiare il display di iPhone X.

    Anker

    Si tratta di una pellicola in vetro temperato che offre una protezione doppia rispetto alle pellicole in vetro tradizionali. Inoltre nella confezione è presente anche un pratico strumento per poter applicare facilmente la pellicola.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -10% Pellicole iPhone X Anker KARAPAX GlassGuard Pellicola Protettiva per iPhone X - GARANZIA A VITA – con Tecnologia Doppia Difesa e Vetro Temperato [Pack da 2] Prezzo: EUR 8,99 Da: EUR 9,99 G-Color

    Si tratta di un set di 2 pellicole che offrono una protezione totale del display. Inoltre nella confezione viene fornito anche un pratico strumento per applicarle facilmente.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Pellicola iPhone X, [2 Pezzi] G-Color Pellicola [3D Vetro Temperato] Antigraffio Pellicola Vetro [con lo Strumento dell’Installazione] Facile da Installare per iPhone X, Nero -(Garanzia a vita) Prezzo: EUR 15,99 Spigen

    Si tratta di un set di 2 pellicole proposto da Spigen. Caratterizzata da una durezza 9H e da bordi curvi, si adatta perfettamente al nuovo gioiellino di Apple. Inoltre non intacca in alcun modo la visibilità del display.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Solo Spigen, Vetro temperato iPhone X, Non comprare Fake Chinese Seller, 2Pezzi, Face ID Compatible, Bubble FREE, Pellicola Protettiva iPhone X (057GL22565) Prezzo: EUR 8,96

    Potete consultare l’elenco degli altri vetri temperati cliccando su questo link.

    Cavi Lightning per iPhone X

    La scelta del cavo Lightning è molto importante. È fondamentale quindi acquistare un cavo che duri nel tempo e che non danneggi il dispositivo.

    Syncwire

    Si tratta di un cavo USB-Lightning, con certificato Apple MFi. È compatibile con tutti i tipi di iPhone ed è resistente all’usura.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Cavo Lightning su USB Syncwire Cavo iPhone 1m/3.3ft [Certificato Apple MFi] Cavo per iPhone X / 8 / 8 Plus / 7/ 7 Plus / 6 / 6 Plus / 6S / 6S Plus / 5S / 5C / 5 / SE, iPad Air, iPad mini- Bianco Prezzo: EUR 7,99 Cavo Lightning su USB Syncwire Cavo iPhone 2m/6.5ft-[Certificato Apple MFi] cavo per iPhone X / 8 / 8 Plus / 7 / 7 Plus / 6 / 6 Plus / 6S / 6S Plus / 5S / 5C / 5 / SE, iPad Air, iPad mini - Bianco Prezzo: EUR 8,99 Cavo Lightning su USB Syncwire Cavo iPhone 1m/3.3ft [Certificato Apple MFi] Cavo per iPhone X / 8 / 8 Plus / 7/ 7 Plus / 6 / 6 Plus / 6S / 6S Plus / 5S / 5C / 5 / SE, iPad Air, iPad mini- Grigio Prezzo: EUR 8,99 Cavo Lightning Syncwire Cavo iPhone [Certificato Apple MFi] cavo in nylon per iPhone X /8 /8 Plus /7 /7 Plus /6 /6 Plus /6S /6S Plus /5S /5C /5 / SE, iPad Air / 2, iPad mini / 2 / 3, iPad 4, 2M Grigio Prezzo: EUR 10,99 AUKEY

    Si tratta di un set di 2 cavi USB-Lightning, con certificato Apple MFi. Entrambi i cavi sono caratterizzati da un rivestimento in nylon intrecciato con rivestimento in alluminio, il quale consente un’ottima resistenza all’usura giornaliera.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: AUKEY Cavo Lightning 2m × 2 ( Apple MFi Certificato ) di Nylon Cavo iPhone e Connettore Metallico per iPhone X / 8 / 8 Plus / 7 / 7 Plus / SE / 6s / 6s Plus / 6 / 6 Plus / 5 / 5c - Nero e Argento Prezzo: EUR 16,99

    Potete consultare gli altri cavi per iPhone X cliccando su questo link.

    Alimentatori per iPhone X

    Come ben sappiamo, iPhone X supporta la ricarica rapida, ma per poterla sfruttare è necessario acquistare degli alimentatori che la supportino. Per sfruttare la ricarica rapida però, si dovrà acquistare anche il cavo USB C-Lightning compatibile.

    AUKEY USB C da 46W

    Si tratta di un caricabatterie a muro con porta USB-C da a 46W. Supporta la Power Delivery 3.0 ed è perfettamente compatibile con i nuovi modelli di Apple. Questo modello possiede anche una porta di uscita USB-A.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: AUKEY USB C Caricabatteria da Muro con 46W Power Delivery 3.0 & 5V 2,1A Caricatore USB per MacBook / Pro, Dell XPS, Nintendo Switch, Samsung Note 8 / S8, Google Pixel, iPhone X / 8 / 8 Plus, iPad ecc. Prezzo: EUR 39,99 Inateck USB C da 45W

    Si tratta di un alimentatore da muro da 45W. Supporta la tecnologia Power Delivery 3.0 ed è perfettamente compatibile con il nuovo iPhone X.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Inateck 45W USB C Caricatore PD Type C Charger incluso cavo Tipo C MacBook 12 pollici, MacBook Pro 2016, Chromebook Pixel, iPad Pro, Nintendo Switch, iPhone X/8/8 Plus, Samsung S8, Nexus 5X/6P e altro Prezzo: EUR 28,99 Inateck 45W USB C Caricatore PD Type C Charger incluso cavo Tipo C MacBook 12 pollici, MacBook Pro 2016, Chromebook Pixel, iPad Pro, Nintendo Switch, iPhone X/8/8 Plus, Samsung S8, Nexus 5X/6P e altro Prezzo: EUR 27,99

    Per consultare l’elenco degli altri alimentatori, con e senza ricarica rapida, potete cliccare su questo link.

    Caricatori da auto per iPhone X

    Con i caricatori da auto è possibile caricare comodamente il dispositivo mentre si è alla guida.

    Anker

    Si tratta di un caricatore da auto realizzato da Anker con certificato Apple MFi. È pensato appositamente per i dispositivi Apple, infatti non è possibile utilizzare un altro cavo, oltre a quello già fornito insieme al caricatore.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -41% (Novità) Anker PowerDrive Lightning (Caricabatterie da auto 12W con connettore Lightning) Certificato Apple MFi Caricatore da auto per iPhone X / 8 / 8 Plus/ 6 / 6 Plus, iPad Air 2 e altri (Nero & Rosso) Prezzo: EUR 12,99 Da: EUR 21,99 -36% Anker Caricatore da auto 12W con connettore Lightning incorporato (Certificato Apple MFi) PowerDrive Lightining per iPhone X/8/8Plus/6 / 6 Plus, iPad Air 2 e altri Prezzo: EUR 13,99 Da: EUR 21,99 Conclusioni

    È fondamentale scegliere i migliori accessori per iPhone X disponibili attualmente sul mercato. Se ne avete provati alcuni che non sono presenti in questa lista fatecelo sapere attraverso il box dei commenti.

    iPhone X: migliori cover e pellicola di vetroBello, meraviglioso ma decisamente costoso. Ecco come proteggere iPhone X con le migliori cover e pellicole in vetro temperato.AppleApple iPhone X guida acquisto migliori cover pellicola vetro I gesti iPhone X da conoscereCon iPhone X si perde il tasto home e per interagire con il sistema si usano le gesture. Ecco quelle che dovete conoscereAppleApple iPhone X

    L'articolo I migliori accessori per iPhone X appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come vedere password WiFi a cui sono connesso

    Come vedere password WiFi a cui sono connesso


    Per un motivo o per un altro potreste chiedervi come vedere la password WiFi a cui si è connessi, e in questa guida vi spiegheremo passo dopo passo come poter ottenere queste informazioni sia da PC che da smartphone, in maniera veloce ed...

    Per un motivo o per un altro potreste chiedervi come vedere la password WiFi a cui si è connessi, e in questa guida vi spiegheremo passo dopo passo come poter ottenere queste informazioni sia da PC che da smartphone, in maniera veloce ed intuitiva.

    Conoscere la password WiFi infatti potrebbe essere molto utile se state configurando un nuovo PC o un nuovo smartphone, ma anche se volete che un amico acceda alla vostra rete WiFi per navigare mentre è a casa vostra. Scoprire la password è molto semplice, vediamo come fare:

    Vedere password WiFi da computer Windows Ubuntu MacOS Vedere password WiFi da smartphone/tablet Da smartphone Android Da smartphone iOS

    Come scoprire password WiFiI metodi più comuni per craccare password WiFi e tutte le iniziative che potete intraprendere per rendere la vostra rete più sicura.Androidwifi
    Vedere password WiFi da computer

    Nonostante gli smartphone siano sempre con noi, il metodo più semplice e immediato per vedere la password WiFi alla quale si è connessi è quello di usare un PC. Se invece avete perso la vostra password qui vi spieghiamo come recuperare la password WiFi da PC. Di seguito vi spieghiamo come vedere la password del WiFi dai tre principali sistemi operativi: Windows, Ubuntu e MacOs!

    Vedere password WiFi da Windows

    Tramite Windows esistono molti modi per scoprire la password del WiFi alla quale siamo connessi, tuttavia esiste un metodo – di cui vi abbiamo già parlato – che è universale per tutte le versioni di Windows ed è anche molto semplice perché consiste di soli due passaggi!

    Il metodo consiste nel richiamare a finestra di comando Windows premendo i tasti Windows + R contemporaneamente e scrivendo cmd nella casella di testo, come in figura:

    Dando OK si aprirà dunque una finestra simile a quella in foto e, digitando in essa il seguente comando, vi apparirà immediatamente una lista di tutte le reti WiFi conosciute dal vostro PC:

    netsh wlan show profile

    Nella lista delle reti WiFi trovate, segnatevi il nome della rete alla quale siete connessi, o più precisamente il suo SSID, che vi servirà per scoprire la password WiFi ad essa associata!

    Non vi resta dunque che digitare quest’ultimo comando per scoprire la password. Nel seguente comando, al posto di nome_wifi, dovrete sostituire l’SSID della rete WiFi alla quale siete connessi:

    netsh wlan show profile nome_wifi key=clear

    Tra le tante informazioni che vi appariranno, sotto la sezione “Impostazioni di sicurezza” potrete vedere password WiFi delle rete selezionata affianco la voce “Contenuto chiave“, proprio come nell’immagine qui in alto! Semplice no?

    Scoprire chi è connesso alla nostra rete Wi-FiScoprire chi è connesso alla nostra rete Wi-Fi è essenziale per mettere in sicurezza la propria rete e migliorarne la velocità e la stabilità.InternetSicurezza wifi wireless
    Vedere password WiFi da Ubuntu

    Ubuntu, una delle distro Linux più diffuse in assoluto, permette di vedere le password WiFi delle reti alle quali è connesso in maniera veloce ed intuitiva. In alto a destra infatti, non dovrete far altro che selezionare l’icona del WiFi per mostrare un menù sulle connessioni.

    Da questo menù selezionate la voce “Modifica connessioni“, in modo da far comparire una finestra con tutte le reti note del vostro PC. A questo punto non vi rimane altro che selezionare la rete WiFi alla quale siete collegati cliccando su “Modifica“:

    Qui troverete tutte le informazioni riguardanti quella rete: per vedere la password del WiFi di una rete spostatevi nella scheda “Sicurezza Wi-Fi” (in alto) e spuntate infine la casella “Mostra la password“.

    Ripetitore Wi-Fi: guida all’acquistoIl segnale wireless del router non copre tutta la casa? Possiamo utilizzare un ripetitore WiFi per amplificare il segnale wireless.Hardwareguida acquisto wifi wireless
    Vedere password WiFi da MacOS

    Se possedete un Mac, allora vedere la password WiFi delle reti salvate sul PC è un gioco da ragazzi. Vi basterà accedere al programma Accesso Portachiavi che dovrebbe trovarsi nella cartella “Altro” nel vostro Launchpad.

    A questo punto vi troverete di fronte ad una pagina simile alla seguente. Sulla barra laterale sinistra selezionate “Sistema” (in alto) e “Password” (in basso), così da mostrare tutte le password memorizzate sul vostro sistema:

    Fatto ciò, come detto tutte le password memorizzate verranno mostrate nella schermata sulla destra. Non rimane che fare doppio click sul nome della rete WiFi di cui volete conoscere la password!

    Facendo questo infatti, si aprirà una schermata simile a quella che vedete qui in basso, contenente tutte le informazioni della rete:

    Per vedere la password WiFi di una rete, una volta aperta la schermata degli Attributi che vedete qui sopra, non dovrete far altro che spuntare la casella “Mostra la password” e il gioco è fatto!

    Come trovare il miglior canale WiFiLa vostra rete WiFi fa i capricci? Avete disconnessioni e rallentamenti? Con la nostra guida per trovare il miglior canale WiFi risolverete ogni problema.AndroidRouter wifi
    Vedere password WiFi da smartphone/tablet

    Se non avete con voi un PC ma avete un immediato bisogno di vedere password WiFi delle reti alle quali siete connessi, allora potete sfruttare il vostro smartphone Android o Apple. Con lo smartphone in effetti, potrebbe essere una procedura anche più veloce di quelle che vi abbiamo mostrato tramite PC! E allora iniziamo subito:

    Vedere password WiFi da Android

    Con uno smartphone Android potrete vedere la password del WiFi in due modi diversi diversi: uno semplice, tramite applicazioni (ma avete bisogno dei permessi di root), l’altro un po’ più macchinoso, tramite browser (ma accessibile a tutti gli smartphone Android).

    Il primo metodo consiste nello scaricare delle apposite applicazioni dal Play Store in grado di poter leggere la password WiFi salvata nel vostro dispositivo. Ma, come detto, avrete bisogno di ottenere i permessi di root sul vostro smartphone. Se ne avete già uno rootato, allora potete seguire la nostra guida dedicata:

    Come trovare password WiFi AndroidAvete dimenticato la password della rete WiFi a cui siete già connessi? Ecco come trovare password WiFi Android con e senza root.Androidapp android wifi

    Con il secondo metodo invece – se non volete rischiare nel procedimento per ottenere i permessi di root – potete vedere password WiFi della rete alla quale siete connessi accedendo al modem tramite un browser installato sul vostro smartphone (ovvero di con un’app tipo: Google Chrome, Internet, Firefox eccetera).

    Tranquilli, il procedimento è molto semplice, ma solo un po’ scomodo (perché pensato per chi è al PC), ma dovrete farlo con il piccolo schermo del vostro smartphone. Ad ogni modo, è tutto spiegato qui di seguito, date un’occhiata:

    Come scoprire password WiFiI metodi più comuni per craccare password WiFi e tutte le iniziative che potete intraprendere per rendere la vostra rete più sicura.Androidwifi
    Vedere password WiFi da iPhone

    Purtroppo lo stesso vale per il melafonino: se avete il Jailbreak, allora vedere la password del WiFi è semplicissimo e basta un’app, ma in caso contrario dovrete avere un po’ di pazienza e seguire la guida tramite un browser come Safari collegandovi al modem.

    Per il primo metodo, se avete un iPhone o un iPad con Jailbreak, potete sfruttare l’app WiFi Password disponibile su Cydia, lo store alternativo a quello Apple. In caso contrario, potete seguire la nostra guida su come fare Jailbreak sul vostro dispositivo iOS:

    Come fare Jailbreak iOS 11/11.1.2 su iPhone e iPadFinalmente è stato reso disponibile il Jailbreak su iOS 11/11.1.2 per iPhone e iPad. Vediamo insieme l'occorrente e i passaggi necessari.AppleiOS jailbreak

    Se però non avete intenzione di seguire quella procedura, allora come per Android potrete vedere la password del WiFi direttamente dal modem al quale siete connessi sfruttando un browser Internet (come Safari) seguendo la nostra guida dedicata. La procedura sarà molto semplice, ma un po’ noiosa.

    Password WiFi salvata su iPhone: come trovarlaSe non ti ricordi più la password del WiFi salvata sul tuo iPhone e vuoi recuperarla, ma non hai il jailbreak, questa è la guida che fa per te.Applewifi

    Siete riusciti a trovare la password WiFi che cercavate? Se avete dubbi o avete dei problemi, lasciate subito un messaggio qui in basso e vi aiuteremo al più presto possibile!

     

    L'articolo Come vedere password WiFi a cui sono connesso appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    iPad non si connette al WiFi: soluzioni

    iPad non si connette al WiFi: soluzioni


    Per svariati motivi potrebbe capitare che il nostro fidato iPad non si connetta più al WiFi. Brutta situazione eh? Soprattutto se abbiamo un modello dove non è presente il modulo per la rete telefonica. Senza connessione WiFi possiamo fare ben poco con...

    Per svariati motivi potrebbe capitare che il nostro fidato iPad non si connetta più al WiFi. Brutta situazione eh? Soprattutto se abbiamo un modello dove non è presente il modulo per la rete telefonica. Senza connessione WiFi possiamo fare ben poco con il nostro dispositivo. Vediamo quindi quali possono essere alcune soluzioni per risolvere il nostro problema.

    Cosa fare se il nostro iPad non si connette al WiFi

    Alcune soluzioni possono sembrare banali e scontate, ma alle volte si rivelano essere le migliori soluzioni. Vediamo quindi come agire nel momento in cui riscontriamo dei problemi con il nostro iPad e qualsiasi rete WiFi.

    Controllare di essere nel raggio di portata del router e che esso sia attivo

    Se siamo troppo distanti dal router e dal suo raggio di portata, non riusciremo a connetterci alla rete. Inoltre controlliamo che il router sia acceso e che funzioni correttamente.

    Se il router è acceso ma presenta ancora dei problemi, controlliamo che i cavi siano collegati correttamente. Proviamo anche a spegnere e riaccendere il router della rete WiFi alla quale vogliamo collegarci.

    Controllare che non sia attiva la Modalità aereo

    Se inavvertitamente abbiamo attivato la Modalità aereo, il dispositivo non riuscirà a connettersi ad alcuna rete internet. Per controllare che la modalità aereo non sia attiva, apriamo il Centro di controllo e verifichiamo che non sia selezionata l’icona di tale modalità.

    Se l’icona è di colore giallo vuol dire che la modalità è attiva. Per disattivarla basterà selezionare l’icona della modalità aereo.

    Controllare che il WiFi sia attivo

    Anche questa può sembrare una banalità, ma basta una distrazione per porci mille domande. Per controllare che il WiFi sia attivo possiamo andare in Impostazioni > Wi-Fi e controllare che il toggle sia impostato su On. Oppure possiamo aprire direttamente il Centro di controllo e controllare che l’icona del WiFi sia di colore blu.

    Nel caso in cui non fosse attiva, selezioniamola per attivare il WiFi.

    Riavviare il dispositivo

    È vero, è vero. Si tratta della soluzione criticata da tutti, ma che alla fine si rivela l’unica soluzione per risolvere molti problemi. Quindi proviamo a spegnere e riaccendere il nostro iPad.

    Teniamo premuto il tasto Power e poi e effettuiamo uno swipe da sinistra verso destra su scorri per spegnere.

    Verificare se ci sono problemi con la rete WiFi

    Il problema potrebbe dipendere anche da eventuali problemi legati alla rete alla quale vogliamo connetterci e non dal nostro dispositivo. Per verificare eventuali problemi alla rete andiamo in Impostazioni > Wi-Fi. Se visualizziamo l’avviso “Nessuna connessione a internet” alla rete alla quale siamo connessi, vuol dire che ci sono problemi con quella determinata rete.

    Si potrebbero trattare di problemi momentanei della rete. Se non riuscite a risolvere il problema contattate l’azienda che vi offre il servizio.

    Ripristinare le impostazioni di rete

    Se non riusciamo ancora a connetterci al WiFi, possiamo provare a ripristinare le impostazioni di rete.

    Apriamo le Impostazioni; Andiamo nella sezione Generali; Selezioniamo la voce Ripristina; Infine tocchiamo l’opzione Ripristina impostazioni rete.

    Dopo il ripristino saranno reimpostate le reti WiFi, le password, le impostazioni VPN, le impostazioni cellulare e le APN utilizzate in precedenza.

    Altri consigli utili Se la rete è stata configurata da un’altra persona, contattiamola per assistenza, oppure rivolgiamoci ad un dipendente dell’azienda relativa alla rete. Proviamo a connetterci con altri dispositivi. Se risultiamo offline anche su di essi, il servizio della rete potrebbe essere interrotto. Rivolgiamoci all’assistenza per la risoluzione di problemi. Se il nostro iPad non riuscisse a connettersi a nessuna rete WiFi, potrebbe essere necessario rivolgersi all’assistenza Apple. Controlliamo che il router abbia l’ultima versione disponibile del firmware. Conclusioni

    Alcune soluzioni, spesso banali, si possono rivelare come le uniche soluzioni che riescono a risolvere il problema di iPad non si connette al WiFi.

    Se riscontrate questi problemi con il vostro iPhone vi consigliamo di consultare la nostra guida in merito.

    iPhone non si connette al Wifi: soluzioniUtilizzare un iPhone senza Internet sarebbe praticamente inutile. Vediamo come correre ai ripari quando l'iPhone non si connette al WiFi.Applewifi Modalità provvisoria iPhone e iPad: come entrare e uscireLa modalità provvisoria iPhone e iPad, o modalità DFU, serve principalmente per il ripristino. Vediamo quindi come entrare ed uscire da questa modalità.AppleApple iPad iPhone

    L'articolo iPad non si connette al WiFi: soluzioni appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come installare Windows 10 da USB

    Come installare Windows 10 da USB


    Installare Windows 10 su un PC non è così complicato. Potrebbe capitare di trovarvi di fronte ad un PC o portatile con lettore CD/DVD mancante o non funzionante e la vostra unica possibilità per installare Windows 10 è quella di sfruttare una...

    Installare Windows 10 su un PC non è così complicato. Potrebbe capitare di trovarvi di fronte ad un PC o portatile con lettore CD/DVD mancante o non funzionante e la vostra unica possibilità per installare Windows 10 è quella di sfruttare una pendrive USB. La procedura è semplicissima ed anche chi è meno esperto può riuscire a scaricare e installare Windows 10 da USB. Inoltre, a dire la verità, installare Windows 10 da USB è anche più comodo e pratico perché una pendrive USB potete trasportarla con comodità e riporla anche in tasca.

    Prima di procedere con la guida, però, assicuratevi che il PC dove volete installare Windows 10 disponga dei requisiti necessari che andiamo ad indicarvi di seguito.

    Requisiti minimi per installare Windows 10 Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure SoC RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32 bit, 2 gigabyte (GB)  per i 64 bit Spazio su disco rigido: 16 GB per sistemi a 32 bit, 20 GB per sistemi a 64 bit Scheda video: DirectX 9 o versione successiva con driver WDDM 1.0 Schermo: risoluzione minima di 800×600

    Ora che avete verificato i requisiti minimi, siete pronti a procedere con la creazione della chiavetta USB contenente Windows 10 da installare su PC.

    Scaricare Windows 10 gratis

    Scaricare Windows 10 è estremamente semplice: basta disporre di una connessione ad Internet e di un sistema operativo pari a Windows 7 o superiori. Con il procedimento che vi indicherò andrete a scaricare Windows 10 tramite lo strumento ufficiale di Microsoft.

    Prima di scaricare lo strumento, assicuratevi di avere a disposizione:

    Una connessione Internet (possono essere applicate le tariffe del provider di servizi Internet). Spazio di archiviazione sufficiente per i dati in un computer, un’unità USB o un’unità esterna per il download. Un’unità flash USB vuoto con almeno 4 GB di spazio. Vi ricordo che il contenuto della chiavetta USB sarà eliminato per far spazio al sistema operativo Windows 10 che scaricherete. Il codice Product Key se stai installando Windows 10 per la prima volta o se Windows 10 non è stato preinstallato dal produttore del PC.

    Bene, ora siete pronti a scaricare Windows 10 tramite lo strumento ufficiale di Microsoft. Ecco i link per il download:

    DOWNLOAD | Strumento creazione immagine Windows 10 (per SO a 32 bit) DOWNLOAD | Strumento creazione immagine Windows 10 (per SO a 64 bit)

    Se volete consultare altri metodi di download, date una lettura al seguente articolo:

    Come scaricare Windows gratisNecessitiamo di scaricare Windows 10 o i suoi precedenti rilasci senza usare torrent? Vediamo come scaricare le ISO legali dal sito Microsoft.Windowsiso windows 10 windows 7 windows 8.1

    Attenzione: se provate a scaricare Windows 10 da sistema operativo diverso da Windows, al posto del software Media Creation Tool verrà scaricata direttamente l’immagine ISO di Windows 10 in versione a 32 o 64 bit che dovrete poi voi masterizzare su USB o DVD.

    Una volta scaricato il file, lanciatelo e vi troverete di fronte ad una schermata simile:

    Ora dovrete decidere quale versione di Windows scaricare: vi consiglio Windows 10 Home. 

    Creazione della chiavetta USB con Windows 10

    Proseguendo in avanti con lo strumento ufficiale di Microsoft, ad un certo punto vi troverete di fronte alla schermata seguente:

    Dovete scegliere il supporto da usare per installare Windows 10. Naturalmente selezionate Unità flash USB e noterete che inizierà il download di Windows 10 che sarà automaticamente installato sulla USB.

    Al termine del download la vostra USB sarà pronta per essere utilizzata per installare Windows 10.

    Installare Windows 10 da USB

    Ora siete pronti ad installare Windows 10 o aggiornare il vostro sistema a Windows 10.

    Se dovete aggiornare a Windows 10 o reinstallare Windows 10 su un PC dove già è presente e funzionante Windows 10, allora basta inserire la pendrive USB nel PC e partirà l’installazione o aggiornamento. Se il PC da aggiornare è un altro oppure non riuscite ad avviare il sistema, allora proseguite nella lettura.

    La prima cosa da fare è spegnere il PC. Adesso inserite la chiavetta USB e accendete il PC: se non parte subito l’installazione di Windows 10 allora dovete entrare nel BIOS del sistema per cambiare l’ordine di avvio predefinito scegliendo USB come prima voce.

    Solitamente se avete un PC portatile basta premere i tasti F12 o F2 o F11 (a seconda del produttore del portatile) per cambiare l’ordine di avvio, senza passare nel bios.

    Per entrare nel BIOS basta consultare la seguente guida che abbiamo già scritto per l’evenienza:

    Come entrare nel BIOS o UEFI su qualsiasi PCNon sappiamo come accedere al BIOS del nostro PC fisso o portatile? Scopriamo insieme tutte le scorciatoie da tastiera per entrare nel BIOS/UEFI.Hardwareavvio bios uefi

    Adesso partirà l’installazione di Windows 10. Vi ritroverete di fronte alla seguente schermata:

    Per saltare l’inserimento del Product Key di Windows 10 basta cliccare sulla voce in basso Non ho un codice Product Key. Potrete inserirlo una volta completata l’installazione e avviato Windows.

    Attivare Windows 10

    Se il vostro PC o portatile dispone già di una licenza Windows 10, solitamente trovate il seriale incollato dietro al vostro PC. Altrimenti dovrete ricavarvelo usando questo strumento oppure procurarvi un Product Key valido.

    Il mio consiglio è acquistare Windows 10 a prezzo super scontato approfittando di ciò che vi abbiamo già segnalato nel nostro seguente approfondimento:

    Acquistare licenze Windows a meno di 5€Perché attivare Windows con crack pieni di schifezze quando con pochi euro possiamo acquistare Windows con licenza legale ed originale? Ecco come fare.Windowswindows 10

    E’ davvero tutto, se avete dubbi o problemi non esitate a lasciare un commento!

    L'articolo Come installare Windows 10 da USB appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    iTunes non si installa: soluzioni

    iTunes non si installa: soluzioni


    Non riuscite a scaricare iTunes sul vostro PC e non sapete più dove sbattere la testa? Tranquilli, non siete soli. Questo è un problema che sembra affliggere molti utenti in tutto il mondo. Se iTunes non si installa potrebbe non dipendere dalla vostra...

    Non riuscite a scaricare iTunes sul vostro PC e non sapete più dove sbattere la testa? Tranquilli, non siete soli. Questo è un problema che sembra affliggere molti utenti in tutto il mondo. Se iTunes non si installa potrebbe non dipendere dalla vostra configurazione, visto che questo errore si manifesta sia con Windows che con macOS.

    Nella maggior parte dei casi potete stare tranquilli. Non si tratta di un’operazione complicata, ma se non sapete da che parte iniziare tutto sembra molto più difficile. Oggi vi basterà seguire la nostra guida per scoprire la soluzione alle complicazioni che possono impedire l’installazione, il download o l’aggiornamento di iTunes. 

    iTunes non si installa: controllate il blocco dei popup

    Se non riuscite a scaricare iTunes dal sito ufficiale Apple, è molto probabile che la causa sia da ricercarsi nel blocco dei popup da parte del browser. Risolvere il problema richiederà soltanto pochi minuti.

    Per prima cosa dovrete recarvi nelle impostazioni del vostro browser, qualunque esso sia e navigare nella sezione privacy. Se però non avete molta dimestichezza con queste opzioni, vi consigliamo di leggere un’articolo redatto proprio a questo scopo.

    Come disabilitare blocco popup su Chrome, Firefox e altri

    Questo stratagemma dovrebbe risolvere il problema del tasto download iTunes che non funziona. Sempre che il vostro problema sia questo che abbiamo appena citato. Se invece riscontrate problemi con l’installazione o l’aggiornamento di iTunes, vi consigliamo di proseguire oltre e leggere i prossimi paragrafi.

    In alternativa, se non riuscite comunque a scaricare iTunes, potete provare un’alternativa davvero utile. CCM.net è infatti un sito che si occupa di fornire i link al download per la maggior parte dei programmi esistenti.  Per scaricare iTunes vi basterà proseguire su questa pagina, selezionare il vostro sistema operativo e premere il pulsante download. 

    iTunes non si installa su Windows

    Può capitare a volte di non riuscire a non installare o aggiornare iTunes su Windows. Anche questo pare essere un errore molto comune, tanto che Apple stessa gli ha dedicato una pagina di troubleshot.

    Le soluzioni non sono poi così complicate e siamo sicuri che siano alla portata di tutti voi. Iniziamo a vedere come risolvere il problema.

    Assicuratevi per prima cosa di aver eseguito l’accesso come amministratore. Questo serve a garantire la possibilità d’installare iTunes e molte altre applicazioni. Se non conoscete la differenza fra utente standard e amministratore vi consigliamo di leggere questo articolo. Siete certi che Windows sia aggiornato? A volte, per installare iTunes, è necessario che il sistema sia up to date. Il software Apple richiede comunque almeno Windows 7 o successive versioni. Non sapete come aggiornare il sistema operativo? Si tratta di un’operazione semplice che richiede non più di qualche minuto. Può capitare che la versione di iTunes attualmente installata sia in conflitto con il sistema. Per ripristinare l’installazione vi basterà recarvi in pannello di controllo/app, scegliere iTunes e premete sul tasto ripara. In questo modo riporterete il software alla versione iniziale. Ricordatevi poi di riavviare il PC per confermare i cambiamenti.

    Se nemmeno questa soluzione ha risolto i vostri problemi con iTunes, forse è il caso di eliminarlo e procedere con una installazione pulita. Per fare questo recatevi di nuovo in pannello di controllo/app, selezionate iTunes e premete disinstalla. Adesso dovete di nuovo procedere al download di iTunes dal sito ufficiale. Questa volta, per procedere all’installazione recatevi nella cartella di download e premete con il tasto destro sopra l’icona iTune”xx”setup.exe. Fra le varie opzioni che appaiono scegliete esegui come amministratore e procedete.

    iTunes non si installa su Mac

    Ebbene si, nonostante iTunes sia un software realizzato da Apple, può capitare che non riusciate a utilizzarlo nemmeno su di un Mac. Per vostra fortuna il problema è facilmente risolvibile e basteranno pochi minuti di tempo.

    Aprite il monitoraggio attività che trovate nella cartella altro del launcher e selezionate la scheda memoria.  Qui cercate il processo “softwareupdated”, che molto probabilmente è ciò che causa il problema e arrestatelo premendo sulla x in alto a sinistra e selezionando uscita forzata.

    Adesso aprite Mac App Store, andate nella scheda aggiornamenti e provate a scaricare di nuovo l’update di iTunes.  Ora non vi resta che riavviare il Mac e provare di nuovo ad avviare il programma per verificarne il corretto funzionamento. iTunes non si avvia

    Se siete riusciti a installare iTunes ma questo non si avvia, possiamo provare a risolvere il problema con uno dei seguenti metodi.

    Provate ad avviare iTunes in modalità sicura. Potete farlo in entrambi i sistemi operativi usando combinazioni di tasti differenti. Su un PC Windows utilizzate i tasti Ctrl+shift Su un Mac premete invece contemporaneamente alt+cmd. Se in questo caso iTunes si avvia correttamente il problema è rappresentato da plugin di terze parti che dobbiamo necessariamente rimuovere. Su Windows navigate nelle cartelle C:Users*nomeutente*App DataRoamingApple ComputeriTunesiTunesPlug-ins e C:Program FilesiTunesPlug-ins per eliminare i file che contengono. Su Mac recatevi invece in Utenti/*nomeutente*/Libreria/iTunes/iTunes Plug-ins/ e /Libreria/iTunes/iTunes Plug-ins ed eseguite la stessa operazione. Ripristinare la libreria di iTunes può essere il metodo giusto se fino a qui gli altri non hanno funzionato. Su Windows avviate l’applicazione tenendo premuto il tasto shift e selezionate crea libreria. Su Mac, per avere lo stesso esito, avviate iTunes premendo il tasto alt presente sulla tastiera. Conclusioni

    Quelle che avete visto fino ad ora sono le soluzioni più comuni da applicare se iTunes non si installa, non si avvia o semplicemente non riuscite a scaricarlo. Prima di gettare la spugna vi consigliamo di provarle tutte e di riavviare sempre il PC dopo l’applicazione di una modifica. Se poi avete bisogno di ulteriore aiuto con iTunes o iPhone, potete leggere questi articoli.

    Trovare e rimuovere duplicati in iTunes iTunes non riconosce iPhone: come risolvere Trasferire musica su iPhone senza iTunes Come capire se bisogna sostituire la batteria di un iPhone App perse dopo backup iPhone: cosa fare Backup e ripristino WhatsApp su iPhone Come fare backup di iPhone, iPad e iPod Touch

    Non volete perdere nessuna novità dal mondo Apple? È presente, nel nostro sito, una sezione dedicata. Al suo interno troverete tutte le ultime guide e novità su iPhone, iPad, Mac e iOS.

    L'articolo iTunes non si installa: soluzioni appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Zoom per smartphone: le migliori lenti

    Zoom per smartphone: le migliori lenti


    Fare foto ingrandite, soprattutto con un device di fascia media, può risultare davvero difficoltoso. Se avete notato, spesso negli store online sono in vendita delle lente zoom per smartphone, ma come funzionano e a cosa servono? Se siete degli...

    Fare foto ingrandite, soprattutto con un device di fascia media, può risultare davvero difficoltoso. Se avete notato, spesso negli store online sono in vendita delle lente zoom per smartphone, ma come funzionano e a cosa servono? Se siete degli appassionati di fotografia, vi sarete certamente accorti che all’aumentare dell’ingrandimento corrisponde sempre una sgranatura dell’immagine.

    Questo è dovuto allo zoom digitale, che a parte pochissimi modelli di fascia alta, regola la fotocamera di ogni dispositivo. Il suo funzionamento è decisamente differente da quello ottico, utilizzato nelle fotocamere compatte e nelle reflex e, proprio per questo molto più efficiente. Se volete scoprire quali sono i migliori zoom per smartphone, oggi ci lanceremo nel magnifico mondo della fotografia. Siete pronti?

    Lenti Zoom per smartphone: perché utilizzarle?

    Se volete migliorare le vostre foto ingrandite, una delle soluzioni migliori che potete utilizzare senza spendere un capitale è utilizzare delle lenti zoom per smartphone. Ma a cosa è dovuto questo incremento di prestazioni rispetto allo zoom incorporato nella fotocamera? Per capire questo dobbiamo per prima cosa analizzare il funzionamento delle due tipologie d’ingrandimento.

    Uno zoom digitale ha un funzionamento molto semplice. Grazie a un software ingrandisce i pixel percepiti dal sensore. Sapete bene che avendo un pixel di un x grandezza, più sarà zoomato, maggiore sarà il peggioramento dell’immagine. Uno zoom ottico, al contrario sfrutta delle lenti (più o meno buone a seconda del modello) per avvicinare il soggetto della fotografia. In questo modo non ci saranno ingrandimenti artificiali. Il risultato sarà molto simile a scattare una foto ravvicinata rispetto al metodo tradizionale.

    Capirete quindi perché le lenti zoom per smartphone, soprattutto se di buona qualità, possono portare enormi benefici in termini di definizione dell’immagine. Non si tratta di qualche strana magia, ma del semplice principio sfruttato per eseguire l’ingrandimento. Se siete quindi interessati a scoprire i modelli più adatti al vostro smartphone, per altro affatto costosi, nelle prossime righe inizieremo ad analizzarli.

    Zoom ottico universale 12x

    La maggior parte delle lenti zoom per smartphone che incontreremo in questa guida sono universali. Questo è dovuto alla facilità di utilizzo sui device con una fotocamera posteriore, mentre non è così semplice sfruttarle al meglio su quelli con doppia fotocamera. Questo modello in particolare offre un ingrandimento 12x con delle dimensioni davvero limitate. Il fissaggio avviene con una comoda clip adattabile a qualsiasi modello.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Phone camera Lens kit, universale 12 x Zoom ottico monoculare esterna teleobiettivo con clip universale per iPhone 7/7 Plus/6/6S Plus/se, LG, HTC, Huawei, Samsung e altri smartphone Prezzo: Non disponibile AFAITH Universal Zoom 9x

    Se cercate una lente zoom per smartphone più completa, potete puntare su di un modello con filtri ottici inclusi. Oltre a garantire un ingrandimento 9x infatti, questo modello di AFAITH, porta con sé numerosi giocattolini con cui vi potete divertire.

    lente gradangolare fish eye 180° super wide 0.4x lente macro

    Anche in questo caso il modello in questione è pienamente compatibile con tutti gli smartphone in commercio.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -23% AFAITH Universale Lente sul Lente Kit fotocamera cellulare 9x Lens Zoom + 180 gradi Fisheye + Super Wide 0.4X + 0,63X Lente e Macro Lens per iPhone 7/7 Plus / 6s / 6/5, Samsung S7 / S7 Edge - PA072 Prezzo: EUR 22,99 Da: EUR 29,99 M.Way 3 in 1 10x

    Per rimanere in tema di lenti zoom multifunzione, troviamo questo interessante modello di M.Way. La parte telescopica, con una comoda clip per adattarla a tutti gli smartphone, offre un ingrandimento 10x e include due accessori. Il primo è una lente fisheye per scattare foto con un campo di 180°, mentre il secondo è una lente wide angle per scattare foto panoramiche a soggetti di grandi dimensioni. Corretto il prezzo e ottime le recensioni.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -37% Lenti Telefono, Lenti Smartphone M.Way 3 in 1 Lenti Kit Telecamera Universale con Obiettivi 10 x Teleobiettivo Micro + Fisheye Supreme 180°+ Largo Angolo per Apple iPhone 7 SE 6 6 5S 5C 4S, Samsung Galaxy S7 S6 S5 S4 S3 Nota 4 3 2, Huawei P8 P9, Blackberry, Sony Xperia Prezzo: EUR 16,99 Da: EUR 26,99 Goodsmiley 12x

    Tornando alle classiche lenti zoom per smartphone con una sola funzione, questo modello realizzato da Goodsmiley rappresenta un’ottima alternativa per le vostre tasche. Con un ingrandimento 12x e una ghiera posta sulla parte telescopica per la messa a fuoco, migliorano decisamente lo zoom digitale del vostro dispositivo. Anche in questo caso, come negli altri modelli visti fino ad ora, l’aggancio avviene con una comoda clip universale.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Phone camera Lens kit, Goodsmiley 12 x Zoom ottico universale Marco Lens messa a fuoco del telescopio obiettivo della fotocamera con clip universale per iPhone 7/7 Plus/6s/6/6 Plus/6s Plus/5S/Samsung Galaxy S8/S8 Plus/S7/S7E/S6 Prezzo: EUR 13,60 Sincewe 18x

    State cercando una lente zoom per smartphone un po’ fuori dal comune che vi garantisca un ingrandimento senza pari? Con questo modello riuscirete a raggiungere un ottimo 18x, valore molto alto rispetto alla media. A differenza degli altri prodotti, oltre alla clip per aderire al device, troverete anche un piccolo piedistallo per stabilizzare le vostre foto.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -38% [18X Zoom] Sincewe Telescopio Cellulare Universal Lenti Smartphone 18X Zoom per iPhone 7/iPhone 6/6s ,5 , Samsuang S6,S5,S4,Xiaomi, Huawei ecc Prezzo: EUR 25,99 Da: EUR 41,99 Apexel Universal 4 in 1 10x

    Per gli amanti dei kit tutto fare non potevamo non proporre questo modello 4 in 1. Oltre a fornire una buona lente zoom 10x, vi permette di applicare diversi effetti alle vostre immagini. Inclusi nella confezione troviamo:

    lente zoom per smartphone 10x lente fisheye a 198° lente grandangolare 0.63x lente macro 15x mini treppiede telecomando per scatto a distanza

    In questo modo potreste sbizzarrirvi e utilizzare tutta la vostra creatività per foto senza eguali. Nella stessa serie potete trovare anche un ottimo kit 5 in 1.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -20% Apexel universali 4-in-1 10 x teleobiettivo, fish eye, grandangolo e macro lens con mini treppiede per iPhone 7 6/6S Plus Samsung HTC e tablet e più Andriod Phone Prezzo: EUR 19,98 Da: EUR 24,98 -5% Apexel universali 4-in-1 10 x teleobiettivo, fish eye, grandangolo e macro lens con mini treppiede per iPhone 7 6/6S Plus Samsung HTC e tablet e più Andriod Phone Prezzo: EUR 32,44 Da: EUR 34,09 Prweyn zoom kit

    Altro kit multifunzione questo di Prweyn che promette dei buoni risultati e una spesa equa. La lente zoom per smartphone è dotata di un ingrandimento 18x ed è corredata di lente macro 15x e lente grandangolare 0.6x. Si tratta di un ottimo compromesso fra prestazioni e costo, tenendo conto che il kit in questione si adatta facilmente a tutti i device presenti sul mercato.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: -58% Phone HD camera Lens kit, Prweyn® teleobiettivo 18 x Zoom teleobiettivo + 15 x super macro lens + 0.6 x Grandangolo alluminio messa a fuoco manuale lente ottica per iPhone, Samsung, smartphone Prezzo: EUR 25,89 Da: EUR 61,23 -58% Phone HD camera Lens kit, Prweyn® teleobiettivo 18 x Zoom teleobiettivo + 15 x super macro lens + 0.6 x Grandangolo alluminio messa a fuoco manuale lente ottica per iPhone, Samsung, smartphone Prezzo: EUR 25,89 Da: EUR 61,23 -46% Phone HD camera Lens kit, Prweyn® teleobiettivo 18 x Zoom teleobiettivo + 15 x super macro lens + 0.6 x Grandangolo alluminio messa a fuoco manuale lente ottica per iPhone, Samsung, smartphone Prezzo: EUR 32,96 Da: EUR 61,23

    Moto Mod Hasselblad per la serie Moto Z

    Se siete alla ricerca di un accessorio fotografico esclusivo per il vostro moto Z, non possiamo non consigliarvi questa Moto Mod sviluppata in collaborazione con Hasselblad. Non si tratta solo di una lente zoom per smartphone, ma di una vera e propria estensione della fotocamera. Incorpora infatti un’ottica 25-250mm con zoom 10x. Inutile dire che la qualità è decisamente più alta rispetto ai modelli visti fino ad ora.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Lenovo Moto Mods Hasselblad True Zoom Fotocamera, Zoom Ottico 10x, Nero Prezzo: EUR 259,90 Lenovo Moto Z Smartphone, Dual SIM, Schermo 5.5 pollici Amoled Quad-HD 535 ppi, Fotocamera 13 MP, Processore Qualcomm® Snapdragon 820 con CPU Quad-core e supporto di GPU fino a 1,8 GHz, 4 GB di RAM, 32 GB di Memoria Interna espandibile fino a 2 TB, Nero [Italia] Prezzo: EUR 280,00 -27% Motorola Moto Z2 PLAY SM4490AC3H1 Smartphone, Memoria Interna da 64 GB, Grigio Lunare Prezzo: EUR 362,84 Da: EUR 499,00 Motorola ASMTRBOBLKWE Caricabatteria, Nero Prezzo: EUR 74,94 -14% Lenovo Moto Mods JBL SoundBoost Speaker Prezzo: EUR 77,41 Da: EUR 89,90 -59% Lenovo Moto Z Smartphone, Dual SIM, Schermo 5.5 pollici Amoled Quad-HD 535 ppi, Fotocamera 13 MP, Processore Qualcomm Snapdragon 820 con CPU Quad-core e supporto di GPU fino a 1,8 GHz, 4 GB di RAM, 32 GB di Memoria Interna espandibile fino a 2 TB, Bianco [Italia] Prezzo: EUR 287,75 Da: EUR 699,90 Lenovo Moto Z Smartphone, Memoria Interna da 32 GB, Nero/Grigio Prezzo: EUR 425,15 Sony DSC-QX10

    Se puntate al top in questo settore non potete ignorare questo magnifico prodotto di Sony. Al suo interno è celato un sensore CMOS Exmor Rda 18 MP, con zoom ottico integrato 10x. La connessione con lo smartphone avviene tramite NFC ed è possibile agganciarla al retro grazie a un apposito supporto. Che dire, si tratta di un accessorio costoso ma di qualità assoluta. 

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Sony DSC-QX10 Fotocamera Lens-Style per Smartphone, Sensore CMOS Exmor R da 7,76 mm e 18,2 Megapixel, Obiettivo Sony G con Zoom Ottico 10x, Nero Prezzo: Vedi su Amazon.it Sony DSC-QX10 Fotocamera Lens-Style per Smartphone, Sensore CMOS Exmor R da 7,76 mm e 18,2 Megapixel, Obiettivo Sony G con Zoom Ottico 10x, Bianco Prezzo: Vedi su Amazon.it Kodak SL25 Black PIXPRO

    Sulla stessa lunghezza d’onda viaggia questa lente zoom per smartphone di Kodak. Integra infatti un sensore CMOS da 16 MP ed è dotata di zoom ottico 25x. Si tratta a tutti gli effetti di un completissimo obiettivo fotografico che garantisce la sua connettività con il device tramite il WiFi. Davvero alta la qualità con un prezzo in realtà neanche troppo alto per un prodotto del genere.

    Potete acquistare il prodotto dai seguenti link: Kodak SL25 Black PIXPRO Smart Camera Lens Nero Prezzo: EUR 217,30

    Nel caso in cui siate degli amanti della fotografia in generale, o vogliate solo avvicinarvi a questo mondo meraviglioso, che ne dite di dare un’occhiata ai nostri articoli?

    Migliore fotocamera istantanea: quale acquistare Miglior smartphone fotocamera: quale comprare Zero Camera Mod: fotocamera Android a pieno potenziale Trucchi e consigli per scattare belle foto con lo smartphone Come fare belle foto con iPhone Le migliori app per sfocare foto Il significato delle sigle sugli obiettivi fotografici Filtri fotografici: differenze e vantaggi Conclusioni

    Bene, ora che abbiamo visto quali sono le migliori lenti zoom per smartphone, è il momento di fare la vostra scelta. Investire qualche decina di Euro su di un prodotto di media qualità o scegliere il top con i sensori wireless?

    Se vi piace scattare foto, ma non è nulla di più che un passatempo, vi consigliamo di scegliere la prima opzione. Sicuramente non mancheremo di avvisarvi se scoveremo altri prodotti interessanti di questo tipo in rete.

     

     

     

     

    L'articolo Zoom per smartphone: le migliori lenti appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!

    Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!


    In questo articolo troverete le offerte Gearbest più importante, aggiornate quotidianamente. Gearbest è uno degli store cinesi più famosi e che spesso viene scelto dagli utenti per la sua gamma di offerte e prezzi vantaggiosi. Bisogna ammettere che è...

    In questo articolo troverete le offerte Gearbest più importante, aggiornate quotidianamente. Gearbest è uno degli store cinesi più famosi e che spesso viene scelto dagli utenti per la sua gamma di offerte e prezzi vantaggiosi. Bisogna ammettere che è anche molto affidabile e spesso l’assistenza vi risponde anche in Italiano: per maggiori info su garanzia e spedizioni fate riferimento a questa pagina.

    Siti e store cinesi sicuri e affidabili per acquisti onlineVoglia di shopping online dal paese dei dragoni? Vediamo insieme i migliori siti cinesi per acquistare e risparmiare in sicurezza.Internetcina paypal

    In questo articolo vi riportiamo ogni giorno le migliori offerte Gearbest del momento, con tanto di link a tutte le promozioni attive o codici sconto esclusivi. Gearbest ha anche lanciato una versione Italiana del suo store dove vengono offerti ben 2 anni di garanzia e supporto Italiano!

    Corriere espresso: orari, tracking e contattiIn fase di spedizione è particolarmente utile poter conoscere in tempo reale tutto sul nostro corriere espresso: orari, tracking e contatti, e molto altro!Internetcorriere espresso pacco spedizione Le offerte Gearbest di oggi

    C’è anche il nostro canale Telegram dedicato alle offerte: iscrivetevi se vi va, resterete sempre aggiornati in tempo reale su tutte le promozioni e le offerte del momento oltre a ricevere codici sconto esclusivi.

    Nota bene: alcune offerte potrebbero avere un prezzo diverso da quello mostrato nell’articolo. Questo perché l’offerta in questione potrebbe essere già terminata oppure le scorte in promozione sono state esaurite.

    Xiaomi Redmi Note 4X (4GB|64GB)

    COUPON: notex4 PREZZO: 143€ ACQUISTA Bluboo S8+ (4GB|64GB)

    COUPON: HNYear256 PREZZO: 118€ ACQUISTA Xiaomi Mi Notebook Pro (i7 8GB + 256GB)

    COUPON: XiaomiMiNqq PREZZO: 761€ ALTRO: Spedizioni Priority Line – no dogana ACQUISTA Xiaomi Redmi Note 5A (2GB|16GB)

    OFFERTA LAMPO PREZZO: 92€ ACQUISTA Vernee Mix 2 (4GB|64GB)

    OFFERTA: 22% PREZZO: 135€ ACQUISTA Xiaomi Mi Max 2 (4GB|64GB)

    COUPON: ITcapodanno62 PREZZO: 161€ ACQUISTA Xiaomi Redmi 5 Plus (3GB|32GB)

    SCONTO: 37% PREZZO: 168€ ACQUISTA Zhiyun Smooth Q

    OFFERTA LAMPO PREZZO: 93€ ACQUISTA OnePlus 5T – lava red – (8GB|128GB)

    SCONTO: 22% PREZZO: 490€ ACQUISTA T-bao Tbook R8 (Cherry Trail – 4GB|64GB)

    COUPON: TBAOR8 PREZZO: 143€ ACQUISTA Xiaomi Mi 5X (4GB|64GB)

    COUPON: 5xximbj PREZZO: 164€ ACQUISTA Xiaomi Redmi Note 4 (3GB|32GB)

    COUPON: blnote4
    PREZZO: 129€ ACQUISTA Xiaomi Redmi Note 4 (3GB|32GB)

     

    SCONTO: 20% PREZZO: 126€ ACQUISTA Hawkeye Firefly 7S 2160P WiFi

    SCONTO: 37% PREZZO: 56€ ACQUISTA Lenovo G66 TV Box

    COUPON: GBLG66
    PREZZO: 53€ ACQUISTA Pipo N7 Tablet PC (2GB|32GB)

    COUPON: PipoN7
    PREZZO: 67€ ACQUISTA Xiaomi Mi Mix 2 (6GB|64GB)

    COUPON: ITcapodanno80
    PREZZO: 379€ ACQUISTA Samsung Micro SD – 32GB

    SCONTO: 20% PREZZO: 11€ ACQUISTA MEIIGOO M1 (6GB|64GB)

    COUPON: HNYear265
    PREZZO: 169€ ACQUISTA Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!Ogni giorno una carrellata di offerte Amazon imperdibili sul mondo della tecnologia! Approfittatene subito, la scadenza è vicina e le scorte limitate!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon

    L'articolo Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come fare Jailbreak su Apple TV e 4K

    Come fare Jailbreak su Apple TV e 4K


    Lo sviluppatore Jonathan Levin aka @Morpheus ha rilasciato un importante aggiornamento per LiberTV, tool per eseguire il jailbreak su Apple TV. Questo aggiornamento è molto importante per chi sulla propria Apple TV ha tvOS 11.0 e 11.1 e desidera...

    Lo sviluppatore Jonathan Levin aka @Morpheus ha rilasciato un importante aggiornamento per LiberTV, tool per eseguire il jailbreak su Apple TV.

    Questo aggiornamento è molto importante per chi sulla propria Apple TV ha tvOS 11.0 e 11.1 e desidera effettuare il jailbreak del dispositivo. Attenzione però, se sulla tua Apple TV hai installato tvOS 11.2 non puoi eseguire il jailbreak.

    Come effettuare il jailbreak?

    Non preoccuparti, la procedura è semplice e ti guideremo passo passo:

    Scarica l’ultima versione di LiberTV da qui, e anche Cydia Impactor, che puoi scaricare qui.
    Avvia Cydia Impactor, collega la tua Apple TV al tuo computer, trascina all’interno di Cydia Impactor il file .ipa scaricato in precedenza. A questo punto Cydia Impactor ti chiederà le credenziali d’accesso del vostro ID Apple, inseriscile senza preoccupazione. Una volta terminato il processo scollega l’Apple TV dal computer e collegala alla TV. Lancia l’applicazione “LiberTV” e clicca sul pulsante Click Me. La tua Apple TV è jailbroken! Adesso premi il tasto Done per terminare tutta la procedura con successo.

     

    Ricordiamo che né l’autore dell’articolo né ChimeraRevo si assumono le responsabilità per eventuali danni sui vostri dispositivi. Questa guida è a solo scopo informativo

    L'articolo Come fare Jailbreak su Apple TV e 4K appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Trasferire soldi da PayPal a Postepay

    Trasferire soldi da PayPal a Postepay


    La vostra Postepay è a corto di soldi e non avete denaro contante per poterla ricaricare? Se avete un conto PayPal non c’è nulla di più facile per ricaricare la nostra carta. Può sembrare una procedura un po’ complicata, ma vi assicuro che è...

    La vostra Postepay è a corto di soldi e non avete denaro contante per poterla ricaricare? Se avete un conto PayPal non c’è nulla di più facile per ricaricare la nostra carta. Può sembrare una procedura un po’ complicata, ma vi assicuro che è facile e che non c’è assolutamente nulla di cui preoccuparsi.

    Vediamo quindi come fare a trasferire soldi da PayPal a Postepay.

    Costi e tempi

    Prima di tutto dobbiamo sapere quali sono i costi e i tempi entro i quali viene effettuata la transazione. L’operazione è gratuita per importi pari o superiori ai 100€, mentre prevede un costo di 1€ per importi pari o inferiori a 99,99€.

    Per quanto riguarda i tempi, invece, il trasferimento impiega massimo 1 giorno lavorativo, mentre l’accredito richiede in genere 1-2 giorni lavorativi, ma per alcune carte può arrivare fino a 30 giorni lavorativi.

    Come trasferire saldo da conto PayPal a carta Postepay

    Per raggiungere il nostro scopo possiamo procedere con due metodi diversi: da browser PC o da app mobile.

    Da browser PC Da app mobile

    Vediamo quindi quali sono i passaggi da seguire per ogni metodo.

    Da browser PC

    Ovviamente dobbiamo avere una carta Postepay collegata al nostro conto PayPal. Nel caso in cui non avessimo una carta collegata, dobbiamo seguire i seguenti passaggi. Altrimenti, se abbiamo già una carta collegata, possiamo passare ai passaggi successivi.

    Rechiamoci sul sito di PayPal cliccando su questo link; Effettuiamo l’accesso cliccando su Accedi ed inserendo le nostre credenziali; Dalla schermata principale clicchiamo su Portafoglio; Clicchiamo su Collega una carta; Scegliamo il tipo di carta, ad es. Visa, Mastercard etc; Inseriamo tutti i campi richiesti e clicchiamo su Salva.

    A questo punto possiamo procedere al trasferimento del saldo PayPal sulla nostra carta (se avete effettuato i passaggi precedenti possiamo saltare i passaggi 1 e 2).

    Rechiamoci al sito PayPal cliccando su questo link; Effettuiamo l’accesso cliccando su Accedi ed inserendo le nostre credenziali; Dalla schermata principale clicchiamo su Trasferisci denaro, nella sezione Saldo PayPal; A questo punto inseriamo l’importo che vogliamo trasferire e diamo la conferma.

    Fatto questo non ci rimane altro che attendere che il trasferimento venga completato. Inoltre possiamo visualizzare lo stato della transazione e di tutte quelle effettuate in precedenza dalla sezione Cronologia.

    Da App Mobile

    È possibile trasferire soldi da PayPal a Postepay anche dall’app mobile, disponibile per iOS, Android e Windows Phone. Vediamo quindi come collegare una carta al nostro conto PayPal.

    Apriamo l’app PayPal; Effettuiamo l’accesso con le nostre credenziali; Selezioniamo l’icona delle Impostazioni, quella a forma di ingranaggio; Tocchiamo sulla voce Conti bancari e carte; Tocchiamo il simbolo “+”; Selezioniamo la voce Carta; Scegliamo il tipo di carta; Inseriamo tutti i dati richiesti e infine selezioniamo l’opzione Collega carta.

    Fatto questo siamo pronti a trasferire un determinato importo sulla nostra carta collegata.

    Apriamo l’app PayPal; Selezioniamo la voce Gestisci saldo; Inseriamo l’importo che desideriamo trasferire; Selezioniamo la PostePay alla quale vogliamo inviare denaro; Confermiamo la transazione.

    A questo punto non ci rimane altro che attendere che il trasferimento venga portato a termine. Inoltre possiamo visualizzare lo stato della transazione e di tutte quelle effettuate in precedenza dalla sezione Vedi la cronologia.

    Conclusioni

    Come abbiamo visto è davvero semplice trasferire soldi da PayPal a Postepay. Le procedure per browser e per app mobile sono semplici e veloci da realizzare, inoltre sono garantite e tutelate da Paypal stessa.

    Apple Pay: cos’è, come funziona e si configuraIl nuovo sistema di pagamento Apple Pay è arrivato ed è disponibile in Italia. Vediamo cos'è, come funziona e come configurarlo.Appleapple pay Amazon Pay: cos’è e come funzionaAnnunciato ufficialmente in Italia Martedì 18 Aprile, Amazon Pay è il nuovo servizio di pagamento targato Amazon. Può mettere paura a PayPal? Vediamo come funziona.Internetamazon amazon pay

    L'articolo Trasferire soldi da PayPal a Postepay appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Il Corsaro Nero: il miglior torrent tracker italiano!

    Il Corsaro Nero: il miglior torrent tracker italiano!


    Il Corsaro Nero è una delle fonti di torrent italiani più apprezzate, lo abbiamo già citato nel nostro post dedicato ai torrent nostrani. Considerato il suo successo e la sua importanza, merita un approfondimento. I torrent sono uno dei metodi più...

    Il Corsaro Nero è una delle fonti di torrent italiani più apprezzate, lo abbiamo già citato nel nostro post dedicato ai torrent nostrani.

    Considerato il suo successo e la sua importanza, merita un approfondimento.

    I torrent sono uno dei metodi più usati per scaricare e condividere file, per questo ne abbiamo già parlato e spiegato come si usano in una guida dedicata.

    Il Corsaro Nero è con ogni probabilità il migliore motore di ricerca per torrent italiani, è sempre ricco di materiale nuovo ed aggiornato.

    Come si usa il Corsaro Nero?

    In modo assolutamente semplice, raggiunto il sito, vi trovate di fronte alla seguente pratica interfaccia (è praticamente la stessa da una decina di anni). Nell’interfaccia c’è in alto a destra una comoda barra di ricerca, per permettervi di trovare facilmente il contenuto che vi interessa.

    Interessante è anche la divisione in categorie che aiuta a vedere le ultime release, ed a trovare il materiale che ci interessa:

    Giochi Film Musica App (software) Recenti

    Se quando cliccate si aprono popup, vi conviene utilizzare un’estensione per bloccare completamente la pubblicità come uBlock.

    Scaricare un torrent dal Corsaro è assolutamente semplice, il metodo che preferisco è cliccare sul titolo torrent che mi interessa e poi cliccare sulla piccola icona a forma calamita per ottenere il magnet link.

    Il Corsaro Nero ha chiuso?

    La risposta è No, il sito è raggiungibile e funzionante, è bloccato per alcuni dagli operatori (blocco DNS). Se quando cercate di entrare sul Corsaro il browser vi dà la seguente schermata, siete fra gli utenti bloccati.

    Niente paura potete aggirare il blocco DNS in modo davvero semplice cambiando DNS del vostro operatore con quelli forniti da Google.

    E’ una procedura di pochi passaggi, la abbiamo descritto nel dettaglio nel post dedicato.

    Una volta sostituiti il sito sarà accessibile, al solito indirizzo.

    Se raggiungete il sito da Google potreste avere la schermata di sito non sicuro, il motivo di questo avviso è che il sito non ha un certificato https affidabile ed ha un campo di testo (la ricerca). Potete raggiungere comunque il sito senza problemi cliccando su Avanzate e Procedi su ilcorsaronero.info (non sicuro).

    Un modo sicuro e rapido per entrare su ogni sito bloccato e scaricare torrent in sicurezza è l’uso di una VPN, questi servizi per costituzione criptano il traffico e se sono affidabili nascondono completamente la vostra identità in rete. Abbiamo approfondito l’utilità delle VPN per chi scarica spesso tramite torrent.

    Perchè il Corsaro Nero è stato bloccato sui DNS italiani?

    Per un semplice motivo, assieme a molto materiale libero sul motore è presente anche moltissimo materiale coperto da copyright. La condivisione di questo materiale come saprete di certo costituisce reato, quindi il sito è stato bloccato in base al regolamento anti-pirateria di AGCOM del 31 marzo 2014.

    Cambiare i DNS non è in sé un reato, è diritto di chiunque poter utilizzare i DNS di Google che sono anche normalmente più rapidi di quelli degli operatori.

    Resta il fatto che se scaricate e condividete materiale pirata, dovete essere coscienti che state commettendo un reato e potete essere perseguiti.

    Perchè il Corsaro Nero consiglia di usare una VPN?

    Il noto portale per il download dei torrent consiglia fortemente una VPN per proteggere la vostra privacy.

    Il motivo è semplice, oramai chi scarica deve essere cosciente che anche il protocollo torrent è vulnerabile e quindi scaricando e condividendo sta potenzialmente esponendo il proprio IP e la propria identità.

    Quindi ovunque oramai quando si parla di torrent si parla anche di VPN, visto che queste permettono di celare il proprio traffico (la connessione è criptata) e la propria identità.

    Noi abbiamo approfondito quali sono i vantaggi di usare una VPN con torrent e come si configura.

    Tre ottimi servizi veloci che funzionano molto bene con torrent e sono particolarmente economici e sicuri sono: NordVPN (recensione), PureVPN (recensione) e IPVanish (recensione).

    Quali sono le migliori alternative al Corsaro Nero?

    Il Corsaro Nero è come detto il migliore motore di ricerca di torrent in italiano, le alternative sono le fonti di torrent che contengono una grande quantità di materiale nella nostra lingua.

    Abbiamo già dedicato un approfondimento al tema che vi invitiamo a consultare.

    In breve i migliori siti da cui poter reperire torrent italiani sono:

    TNT Village scambioetico; The Pirate Bay; Torrentz2; RARBG.

    Sui siti internazionali come le ultime tre voci di questa breve lista non ci sono solo contenuti nella nostra lingua, anzi tutto il contrario. Per trovare materiale in italiano su questi portali, nella ricerca conviene scrivere “ita” dopo ogni contenuto da cercare.

    Il nostro approfondimento sul Corsaro Nero si è concluso, fateci sapere con un commento se avete ulteriori dubbi e se apprezzate il noto portale.

    L'articolo Il Corsaro Nero: il miglior torrent tracker italiano! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come aggiornare Apple Watch

    Come aggiornare Apple Watch


    Gli aggiornamenti di Apple Watch non vengono applicati dallo smartwatch stesso, bensì dal nostro iPhone. Quindi è strettamente necessario avere un iPhone collegato allo smartwatch per aggiornarne il firmware. Dal nostro smartphone dovremo scaricare e...

    Gli aggiornamenti di Apple Watch non vengono applicati dallo smartwatch stesso, bensì dal nostro iPhone. Quindi è strettamente necessario avere un iPhone collegato allo smartwatch per aggiornarne il firmware. Dal nostro smartphone dovremo scaricare e installare l’ultima versione disponibile di watchOS.

    Vediamo quindi come fare per aggiornare il nostro fidato Apple Watch.

    Come aggiornare il firmware di Apple Watch

    Prima di tutto è obbligatorio avere l’ultima versione di iOS sul nostro iPhone. Per controllare la presenza di eventuali aggiornamenti, basterà andare in Impostazioni > Generali > Aggiornamento software.

    Inoltre l’Apple Watch dovrà avere una carica maggiore del 50%, altrimenti non potremo eseguire l’aggiornamento del firmware.

    A questo punto siamo pronti a seguire tutti i passaggi necessari per aggiornare Apple Watch.

    Colleghiamo il nostro iPhone alla rete Wi-Fi; Apriamo l’app Watch; Entriamo nella sezione Generali; Selezioniamo la voce Aggiornamento software; A questo punto il software cercherà eventuali aggiornamenti; Se è presente una nuova versione di watchOS clicchiamo su Scarica e installa; Inseriamo il codice di iPhone e accettiamo le condizioni del contratto; Tocchiamo sulla voce Continua; Quando richiesto inseriamo il codice di sicurezza di Apple Watch.

    Durante il download e l’installazione dell’aggiornamento del firmware non dobbiamo spegnere o riavviare nessuno dei due dispositivi. Quando l’update si sarà concluso, il nostro smartwatch si riavvierà automaticamente con la nuova versione del software.

    Conclusioni

    È davvero molto semplice aggiornare Apple Watch all’ultima versione del software. È molto importante assicurarsi che i due dispositivi abbiano una carica sufficiente per tutta la durata dell’aggiornamento. Quindi è meglio caricarli prima di effettuare la procedura o tenerli in carica durante il processo di update.

    Come fare Jailbreak iOS 11/11.1.2 su iPhone e iPadFinalmente è stato reso disponibile il Jailbreak su iOS 11/11.1.2 per iPhone e iPad. Vediamo insieme l'occorrente e i passaggi necessari.AppleiOS jailbreak Come formattare iPhoneIl vostro smartphone Apple fa le bizze o semplicemente lo dovete vendere o regalare? Scopriamo insieme come ripararlo o cancellare tutti i nostri dati in esso contenuti.AppleiCloud iPhone itunes

    L'articolo Come aggiornare Apple Watch appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Offerte Geekmall del weekend: smartphone, tablet, smartwatch e tanti gadget High Tech!

    Offerte Geekmall del weekend: smartphone, tablet, smartwatch e tanti gadget High Tech!


    Qualche giorno fa vi abbiamo segnalato il nostro esclusivo codice sconto su OnePlus 5T da Geekmall, ma le offerte non finiscono qui! Il noto e-commerce ha lanciato alcune interessanti promozioni che dureranno per tutto il weekend: e allora vediamo subito...

    Qualche giorno fa vi abbiamo segnalato il nostro esclusivo codice sconto su OnePlus 5T da Geekmall, ma le offerte non finiscono qui! Il noto e-commerce ha lanciato alcune interessanti promozioni che dureranno per tutto il weekend: e allora vediamo subito le offerte Geekmall preparate per voi!

    Ma prima di iniziare, sappiate che le offerte non finiscono qui! Ogni giorno vi segnaleremo le migliori Offerte Amazon sulla tecnologia e se cercate smartphone a poco prezzo, allora date un’occhiata ai numerosi coupon GearBest. E non dimenticatevi del nostro Canale Telegram, dove vi segnaleremo le migliori offerte durante tutto l’arco della giornata.

    Offerte Amazon del giorno: speaker, power bank, smartphone e tanto altro!Ogni giorno una carrellata di offerte Amazon imperdibili sul mondo della tecnologia! Approfittatene subito, la scadenza è vicina e le scorte limitate!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon Offerte Geekmall

    Le promozioni come detto, dureranno per tutto l’arco del weekend e più precisamente fino alle 23:59 di Domenica 14 Gennaio. Sono tante le promozioni che vogliamo segnalarvi, e di cui potrete usufruire grazie a dei coupon esclusivi! Quindi non perdiamo altro tempo ed iniziamo subito:

    Nubia Z17 (6GB|64GB)

     

    Il Nubia Z17 si distingue per il suo particolare design e per un comparto harware/fotocamera da top di gamma. In questa configurazione potrete acquistarlo in versione Internazionale con 6GB di RAM e 64GB di memoria, in due colorazioni (Blu o Nero) con uno sconto di 50€ ai quali potrete sommare altri 5€ di sconto grazie al nostro esclusivo codice sconto!

    CODICE: CHIMERAREVO5 PREZZO FINALE: 239,00 € ACQUISTA Jumper EZBook 3S (6GB|256GB)

    L’ultrabook Jumper EZBook 3S da 14 pollici  è un computer portatile con Windows 10 potente ed economico mosso da un Intel Celeron N3450 accoppiato a ben 6GB di RAM e un velocissimo SSD da 256GB. Con le offerte Geekmall potrete comprarlo con 10€ di sconto, ai quali sommare altri 5 euro con il seguente coupon:

    CODICE: CHIMERAREVO5 PREZZO FINALE: 284,00 € ACQUISTA Xiaomi Redmi Note 4 (4GB – 32/64GB)

    XiaomiRedmi Note 4SmartphoneScheda Tecnica

    Lo Xiaomi Redmi Note 4 è uno degli smartphone più venduti del brand cinese grazie al suo design ed il rapporto qualità/prezzo imbattibile, ma soprattutto per la sua affidabilità come abbiamo dimostrato nella nostra recensione. Disponibile in varie colorazioni e con due tagli di memoria, potrete portarvene uno a casa per circa 160 euro grazie allo sconto Geekmall e al nostro esclusivo codice sconto di 5 euro su tutti i prodotti!

    CODICE: CHIMERAREVO5 PREZZO FINALE: 164,00 € ACQUISTA Xiaomi Redmi 4X (3GB|32GB)

    XiaomiRedMi 4XSmartphoneScheda Tecnica

    Tra gli smartphone di fascia bassa, lo Xiaomi Redmi 4X si è distinto per il suo hardware ed il suo design che lo fanno sembrare tutt’altro che uno smartphone economico. Il prezzo però, è molto economico, e dopo l’ulteriore sconto di 25 euro di Geekmall ed il nostro coupon di altri 5 euro, è diventato un best buy assoluto:

    CODICE: CHIMERAREVO5 PREZZO FINALE: 134,00 € ACQUISTA Xiaomi Mi Mija 4K

    Action Cam pratica ed economica dall’alta qualità costruttiva e prestazioni. La Xiaomi Mijia 4K è dotata di un sensore Sony IMX 317, un obiettivo con 7 lenti in vetro, touch screen da 2,4″ e batteria al litio 1450 mAh. Dotazioni da Action Cam di fascia alta ad un prezzo veramente competitivo, soprattutto per questo weekend grazie allo sconto di 10 euro e al nostro coupon:

    CODICE: CHIMERAREVO5 PREZZO FINALE: 84,00 € ACQUISTA Offerte Amazon della settimana: PC, gaming e tante promozioni!Ecco il nostro appuntamento settimanale con le promozioni e le offerte Amazon sull'informatica, il gaming, l'elettronica e la tecnologia in generale!Internetamazon migliori offerte offerte offerte amazon Nuovi prodotti su Geekmall

    Il catalogo di Geekmall.it si infoltisce con dispositivi ricercati e a prezzi molto vantaggiosi! Di seguito vi mostriamo i nuovi dispositivi in catalogo e vi ricordiamo che su ognuno di essi potrete applicare il nostro esclusivo codice sconto “CHIMERAREVO5” con il quale potrete risparmiare 5 euro sul prezzo finale! Incominciamo:

    Smartphone Nubia Z17 Lite (ver. Internazionale) OnePlus 5T (6GB|64GB) Xiaomi Redmi 5 Plus Xiaomi Mi A1 Smartwatch Ticwatch S Xiaomi Amazfit Bit (verde) Tablet Teclast P10 e 98 Jumper EZpad 6 Pro Tv-Box TvBox Vorke Z6 Zidoo H6 AllWinner Pro Smart Home Xiaomi Dafang 1080p Scopa elettrica Xiaomi Mijia Xiaomi Mijia Dome Home Xiaomi MI Cinema Proiettore Laser Altro Tronsmart Element T4 Tronsmart Mega Speaker Xiaomi Mi Drone 4K Offerte Gearbest: coupon e offerte lampo su tantissimi smartphone!Raccogliamo per voi, ogni giorno, le migliori promozioni e offerte Gearbest. Il noto store Cinese propone sempre molti sconti: eccoli tutti.HardwareGearbest migliori offerte offerte offerte gearbest

    Insomma queste erano le offerte Geekmall per questo weekend, ma tranquilli ne arriveranno altre altrettanto interessanti! E voi, avete trovato qualcosa di interessante?

    L'articolo Offerte Geekmall del weekend: smartphone, tablet, smartwatch e tanti gadget High Tech! appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Dove scaricare video gratis (senza copyright)

    Dove scaricare video gratis (senza copyright)


    Se sei un videomaker e ami condividere i tuoi lavori su internet (Youtube su tutti), saprai che uno dei problemi più diffusi è quello relativo al copyright. Molto spesso, infatti, c’è bisogno di alcuni spezzoni ad effetto, come ad esempio i...

    Se sei un videomaker e ami condividere i tuoi lavori su internet (Youtube su tutti), saprai che uno dei problemi più diffusi è quello relativo al copyright. Molto spesso, infatti, c’è bisogno di alcuni spezzoni ad effetto, come ad esempio i timelapse, che rendono più accattivante il lavoro finale ma che non devono violare nessun diritto d’autore.

    Pexels

    La piattaforma più famosa ed utilizzata di tutte non può che essere Pexels. Famosa per il suo comparto “fotografico”, Pexels permette anche di condividere i propri video e di renderli utilizzabili senza nessun diritto d’autore. Infatti, le licenze sono “Creative Commons Zero“, quindi “Gratuite per uso personale e commerciale” e, nella maggior parte dei casi, “senza obbligo di attribuzione“, quindi senza l’obbligo di citare l’autore.
    Su Pexels è possibile trovare ogni genere di filmato, dai paesaggi agli animali, dalla città alle azioni quotidiane e chi più ne ha più ne metta.

    Link | Pexels Video

    Vimeo

    Se Youtube dispone di un’ampia libreria di contenuti audio utilizzabili semi-liberamente, uno dei suoi principali competitors. La scelta non è molto ampia, ma anche in questo caso abbiamo video, riutilizzabili liberamente, di tutti i generi.

    Link | Vimeo Download

    Scaricare musica gratis e legale per video YoutubeDovete scaricare musica gratis, legale e con licenza Creative Commons? Siete nel posto giusto: potete utilizzarla anche come sottofondo per i video Youtube.InternetMusica Youtube PIXABAY

    Così come per Pexels, anche Pixabay, dopo il successo della libreria gratuita di immagini, ha aperto uno spazio per i video senza copyright. È uno dei più forniti e quello con la community più grande, data l’importanza della piattaforma.
    Anche in questo caso, le licenze sono Creative Commons Zero, quindi “gratuite per uso personale e commerciale senza obbligo di attribuzione”, ma la marcia in più è la qualità visto che i contenuti sono disponibili in HD e 4K.

    Link | Pixabay Video

    ChangeCopyright, la campagna di Mozilla per riformare la legge EuropeaPossiamo fare un selfie o un meme in libertà? Forse non tutti lo sanno ma la maggior parte di voi è un... criminale!Internetmozilla privacy Sicurezza Videvo

    Essenzialmente come le altre piattaforme, il punto di forza di Videvo è la quantità di video scaricabili visto che, probabilmente, è la piattaforma con il catalogo più ampio di tutte.
    Questo si deve al fatto che anche Videvo permette di caricare i propri video con tre diverse licenze:

    Videvo Standard License: la licenza standard (senza la possibilità di renderlo disponibile al download su altre piattaforme); Creative Commons 3.0 Unported: utilizzabili e modificabili liberamente, anche a scopo commerciale, con l’obbligo di attribuzione (più info qui); Videvo Attribution License: che è come la prima con, però, l’obbligo di attribuzione. Per maggiori dettagli sulle licenze, clicca qui.

    Su Videvo, inoltre, sono disponibili video a 720p, 1080p, UltraHD e 4K.

    Link | Videvo

     

     POND5 Se cerchi video retrò in bianco e nero, Pond5 è la piattaforma che fa per te.

    L'articolo Dove scaricare video gratis (senza copyright) appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    App per SpeedTest: le migliori da usare

    App per SpeedTest: le migliori da usare


    Nella società odierna, dove ormai tutti quanti siamo sempre più connessi ad internet, l’argomento della velocità diventa cruciale sotto ogni punto di vista. Questa viene quantificata in Megabit (rappresenta il milione di bit e viene usata nel...

    Nella società odierna, dove ormai tutti quanti siamo sempre più connessi ad internet, l’argomento della velocità diventa cruciale sotto ogni punto di vista. Questa viene quantificata in Megabit (rappresenta il milione di bit e viene usata nel sistema internazionale, in rapporto al tempo, per calcolare la velocità di trasmissione di segnali digitali) e come strumento di misura possono essere utilizzati vari servizi disponibili sia su Desktop che su mobile.

    Considerando che lo smartphone è attualmente l’oggetto più utilizzato viene spontaneo utilizzarlo come strumento per testare la velocità della propria rete di casa o dell’operatore mobile. Esistono numerose app che permettono di conoscere l’effettiva velocità sia in download che in upload della nostra linea.

    Partiamo dal presupposto che per avere la massima accuratezza relativa alla propria rete è bene effettuare il test attraverso il collegamento diretto via Ethernet al proprio router/modem. Questo perché permette di avere un risultato non influenzato da interferenze tipiche del wireless. Queste ultime le possiamo suddividere in due macro-aree:

    2.4 GHz: Copertura più ampia ma facilmente influenzabile visto e considerato il fatto che ormai gran parte delle trasmissioni di dati senza fili vengono effettuate su questa frequenza ed è possibile trovare, soprattutto nei grandi centri urbani, decine e decine di reti che operano sullo stesso canale. 5 GHz: Copertura limitata ma con meno interferenze rispetto alla prima

    Nel caso in cui foste interessati a scoprire maggiori dettagli riguardo questo genere di trasmissione di dati e i relativi campi di applicazione vi consigliamo di dare un’occhiata a questo:

    WiFi 2,4 GHz e 5 GHz: le differenzeAbbiamo un router che supporta entrambe le frequenze? Qual è la migliore per copertura e velocità? Scopriamo le differente tra Wi-Fi 2,4 GHz e 5 GHz.Hardwarewifi

    Ma tornando a noi, prima di proseguire con le app per gli speedtest, vogliamo consigliare l’app Analizzatore WiFi che permette di analizzare le reti nelle vostre vicinanze così da scoprire se siano presenti connessioni wireless che operano sullo stesso canale.

    Come trovare il miglior canale WiFiLa vostra rete WiFi fa i capricci? Avete disconnessioni e rallentamenti? Con la nostra guida per trovare il miglior canale WiFi risolverete ogni problema.AndroidRouter wifi Speedtest.net

     

    L’app messa a disposizione dalla Ookla risulta essere una delle alternative migliori per effettuare gli speedtest. L’utilizzo è davvero semplice ed intuitivo, infatti, una volta scaricata ed avviata basterà cliccare sul tasto con su scritto ”Begin Test” ed attendere la fine della procedura automatizzata che vi restituirà i risultati relativi alla vostra connessione.

    Link per il download: 

    Android iOS Meteor Speed Test

    Ottima app per lo speed test che implementa tra le varie funzionalità anche la possibilità di predire come si comporterà la vostra connessione durante l’utilizzo delle applicazioni installate sul vostro cellulare (ad esempio con Youtube sarà in grado di dire come si comporterà la connessione con le varie risoluzioni).

    Link per il download:

    Android iOS Fast

    Una delle app più conosciute per semplicità di utilizzo. Una volta avviata vi permetterà di conoscere la velocità di download della nostra connessione.

    Link per il download:

    Android iOS

     

    Per concludere vi consigliamo la lettura di questo interessante articolo relativo ad un progetto che permette di usufruire degli hotspot gratuiti presenti sullo stivale per navigare in internet:

    WiFi Italia: collegarsi gratis a WiFi e hotspotFinalmente è stato avviato il progetto WiFi.Italia.It, una rete WiFi pubblica che si estende su tutto il territorio nazionale. Ecco cos'è e come funziona.Internetwifi wifi italia

     

    L'articolo App per SpeedTest: le migliori da usare appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Yi Dome Camera 1080p : controllo a 360° per la casa

    Yi Dome Camera 1080p : controllo a 360° per la casa


    Dopo la Yi Outdoor Camera, scopriamo un altro modello del mondo Yi con caratteristiche e funzionalità simili, ma progettato per un utilizzo diverso. L’azienda cinese punta a coprire ogni aspetto di una casa super-tecnologica, soprattutto con le sue...

    Dopo la Yi Outdoor Camera, scopriamo un altro modello del mondo Yi con caratteristiche e funzionalità simili, ma progettato per un utilizzo diverso. L’azienda cinese punta a coprire ogni aspetto di una casa super-tecnologica, soprattutto con le sue videocamere multi-purpose.

    Infatti se la Yi Outdoor è pensata per un utilizzo esterno a causa della sua impermeabilità, la Yi Dome permette un controllo più ampio tra le mura di casa, grazie al suo “occhio” rotante e le sue funzioni di riconoscimento di movimento e di pianto del bambino.

    Unboxing e Design

    Il design della confezione è minimale e senza abbellimenti inutili. La camera all’interno è adagiata su una base in plastica, forse sarebbe utile aggiungere qualche imballaggio di protezione, per prevenire gli urti durante il trasporto.
    La scatola contiene :

    Yi Dome Camera 1080p Manuale (Eng, Esp, Ita, Fra, Deu, Pol, Cze, Rus, Isr) 2 viti 2 fisher Cavo micro-USB Base Adattatore Il design della camera è molto essenziale, con linee moderne e semplici. Il corpo della camera è solido, e adatto ad essere posizionato su un piano dal quale tenere sotto controllo tutta la zona. La Yi Dome può essere tranquillamente fissata su una parete o sul soffitto, grazie alla base e alle viti in dotazione (l’angolo dell’immagine ruotato tramite l’applicazione). Il cavo Micro USB è lungo 2m, in ogni caso è meglio posizionare la camera nelle prossimità di un router per una migliore fluidità delle immagini. A differenza della Yi Outdoor Camera, la Yi Dome presenta in bella vista il tasto reset e lo scomparto per la Micro SD. Caratteristiche

     

    Come suggerisce il nome, Yi “Dome” cioè cupola, è un vero e proprio occhio al quale non sfugge niente, grazie alla sua rotazione orizzontale di 345°, verticale di 115° e lenti da 112° wide-angle. Vediamo nel dettaglio tutte le specifiche annoverate sul sito della Yi.

    Funzionalità PTZ Control Pan/ Tilt/ Zoom Sensore di movimento e di notifiche via app Rilevamento di pianto del bambino Audio a 2 vie, con microfono e altoparlante Risoluzione 1080p HD 112° Wide-angle Visione notturna Memorizzazione Micro SD (Classe 4 o superiore, 4GB-32GB di capacità massima) YI Cloud

     

    Dimensioni Altezza: 110m Diametro superiore: 64mm Diametro base: 93mm Peso : 230g  Camera Angolo: 112° Risoluzione : 1080p Visione Notturna : 8 led Infrarossi non invasivi (940nm) Lunghezza Focale: 2.6mm Ambiente di funzionamento Umidità tollerata:
    Trasmettere schermo Android su TV

    Trasmettere schermo Android su TV


    Stanchi di dover guardare filmati sul piccolo schermo del vostro smartphone Android? Sapevi che si potesse trasmettere il video dello smartphone alla propria TV in maniera estremamente semplice e che fosse possibile anche su TV che non hanno la...

    Stanchi di dover guardare filmati sul piccolo schermo del vostro smartphone Android? Sapevi che si potesse trasmettere il video dello smartphone alla propria TV in maniera estremamente semplice e che fosse possibile anche su TV che non hanno la tecnologia SmartTV? Se non ne sapevi nulla non preoccuparti, sei capitato nella guida giusta.

    Ci sono infatti tre semplici modi per trasmettere il contenuto dello schermo del tuo smartphone Android sulla TV, il primo e il secondo sfruttano la tecnologia wireless, il terzo utilizza un cavo speciale.

    Chromecast

     

    Google ha sviluppato una tecnologia in grado di trasmettere lo schermo del tuo smartphone Android sulla TV in modalità completamente wireless anche al tuo televisore attacandogli un dispositivo chiamato Chromecast.
    Per utilizzare Chromecast è necessario che il televisore sia provvisto di attacco HDMI. Il costo di Chromecast è molto competitivo infatti si tratta di 39€ per la versione base e 79€ per la versione ultra (che aggiunge l’HDR 4K e UHD).

    Molte applicazioni sono compatibili con Chromecast come Netflix, YouTube e Spotify.

    Configurare Chromecast è semplicissimo e basta scaricare l’applicazione Home di Google. Una volta configurato, trasmettere un video alla TV è semplicissimo, basta infatti avviare il video e cliccare l’icona della trasmissione (schermo con le onde della rete Wi-Fi in basso a sinistra).

    Chromecast è inoltre compatibile con Windows, macOS e Linux.

    Per trasmettere lo schermo di Android con Chromecast:

    Andare nelle Impostazioni; Toccare la voce Display; Selezionare la voce Trasmetti; ‎Selezionare la voce relativa al Chromecast. Miracast

     

    Miracast è lo standard sviluppato da Wi-Fi Alliance che permette di trasmettere contenuti multimediali alla TV attraverso il Wi-Fi Direct senza l’utilizzo di cavi. Il vantaggio del Wi-Fi Direct sta nel fatto che potrete trasmettere lo schermo del vostro dispositivo Android anche senza una connessione Wi-Fi casalinga. Non è adatta, però, a giochi frenetici in quanto potreste subite cali di frame considerevoli.

    La procedura per trasmettere lo schermo di Android con Miracast è analoga a quella del Chromecast:

    Andare nelle Impostazioni; Toccare la voce Display; Selezionare la voce Trasmetti; ‎Selezionare la voce relativa al Chromecast. Tramite cavo

     

    In alternativa puoi utilizzare il cavo. Il cavo da scegliere si basa sulla tecnologia e sulla porta utilizzata dal proprio smartphone. I cavi possono essere MHL o Slimport, per scegliere quale tipo utilizzare bisogna leggere le specifiche tecniche dello smartphone.

    L'articolo Trasmettere schermo Android su TV appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Gram: la nuova criptovaluta made in Telegram


    Telegram è una delle migliori app di messaggistica in circolazione, se non la migliore. Uno dei suoi punti di forza è la privacy, per colpa della quale il suo fondatore, Pavel Durov, è stato al centro di diverse controversie. Durov ha sempre...

    Telegram è una delle migliori app di messaggistica in circolazione, se non la migliore. Uno dei suoi punti di forza è la privacy, per colpa della quale il suo fondatore, Pavel Durov, è stato al centro di diverse controversie. Durov ha sempre specificato che Telegram non è stato creato a scopo di lucro, bensì per fornire una piattaforma sicura per gli utenti. Ebbene, dalle ultime indiscrezioni sembra che questa piattaforma si arricchirà presto con una sua rete blockchain e una criptovaluta proprietaria, chiamate rispettivamente Ton (The Open Network o Telegram Open Network) e Gram.

    Le indiscrezioni

    È trapelato da qualche giorno quello che sembra un video promozionale di questa iniziativa. Il suo obiettivo principale è quello di permettere lo scambio di denaro tra le persone che abitano i paesi con i governi più oppressivi.

    Sembra che poi Ton e Gram saranno implementate anche in altre applicazioni di messaggistica, non solo in Telegram, e il tipo di wallet usato sarà molto leggero in modo da supportare la potenza di calcolo degli smartphone.

    Questa iniziativa è a tutti gli effetti una ICO (Initial Coin Offer), grazie alla quale la nota app di messaggistica potrà finanziarsi per velocizzare e migliorare lo sviluppo, come una specie di raccolta fondi. Fortunatamente, Telegram gode già di un ampio bacino di utenza, circa 180 milioni di utenti attivi al mese. Forti di questo dato, è molto probabile che il Gram diventerà popolare in pochissimo tempo. Non ci resta altro da fare se non aspettare l’annuncio ufficiale di questa novità.

    Nel frattempo, vi ricordiamo che se non avete molte conoscenze nel mondo delle criptovalute potete esplorare il nostro sito nel quale troverete molte informazioni a riguardo. Per esempio:

    Cos’è il Bitcoin (spiegazione sulle criptovalute) Come minare Bitcoin Come cambiare Bitcoin in Euro E tanto altro nella sezione dedicata

    L'articolo Gram: la nuova criptovaluta made in Telegram appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

    Come cancellare cronologia Netflix

    Come cancellare cronologia Netflix


    Netflix limita il numero degli schermi su cui il servizio può essere utilizzato simultaneamente. Il motivo è presto detto, se con lo stesso account (qui una guida su come eliminare un account Netflix) si potessero vedere i contenuti della piattaforma...

    Netflix limita il numero degli schermi su cui il servizio può essere utilizzato simultaneamente. Il motivo è presto detto, se con lo stesso account (qui una guida su come eliminare un account Netflix) si potessero vedere i contenuti della piattaforma su un alto numero di televisori contemporaneamente, chi avrebbe voglia di attivare nuovi account? Molto più probabilmente si creerebbero grandi gruppi di condivisione di account unici (abbiamo realizzato anche una guida su come disdire un abbonamento) e la compagnia di Scotts Valley chiuderebbe i battenti in men che non si dica.

    Quello che invece possibile è creare un numero infinito di profili allo scopo di gestire in maniera separata la cronologia delle visualizzazioni e i gusti di tutti coloro che condividono l’account. Non solo, questa interessante feature consente di eliminare dalla cronologia, e quindi dalle preferenze di visualizzazione, eventuali contenuti non graditi o che sono finiti nel feed dopo aver lasciato nelle mani di figli o partners il proprio malcapitato profilo.

    Come cancellare uno o più contenuti dalla cronologia delle visualizzazioni su Netflix

    Vediamo dunque come è possibile eliminare la cronologia sul proprio profilo di Netflix in pochi clicks:

    Accedi tramite browser al tuo account Netflix e sposta il cursore del mouse sull’icona dedicata ai profili in alto a destra. Al passaggio si aprirà un menù. Clicca su Account;
    Verrai indirizzato alla pagina relativa ai dati del tuo abbonamento, all’indirizzo di fatturazione e, scorrendo a fondo pagina troverai la scheda “Il Mio Profilo”; Clicca su “Attività di visione contenuti”;

    Verrai indirizzato alla pagina “La mia attività” relativa al tuo profilo, dove sarà possibile visualizzare tutti i contenuti visti. Come potrai notare tutti i titoli in elenco sono associati ad un link, il che ti consentirà, cliccandovi sopra, di essere reindirizzato al film/serie TV/documentario in questione; Per eliminare uno o più contenuti visualizzati dalla cronologia del tuo profilo Netflix sarà sufficiente cliccare sulla “X” presente alla destra dello schermo in corrispondenza di ogni contenuto.

    Conferma la rimozione cliccando su “Rimuovere la serie?”, poi clicca su “Fine”.

    A questo punto verrai reindirizzato alla pagina relativa ai dati del tuo Account e la procedura di eliminazione di uno o più contenuti visualizzati dalla cronologia del tuo profilo personale sarà terminata. Per avere la certezza di aver effettivamente eliminato il film o il documentario che non ti è piaciuto, sarà sufficiente cliccare nuovamente “Attività di visione contenuti”.

    La cancellazione è irreversibile ma non completamente immediata

    Ti ricordo che sebbene la cancellazione del contenuto da te scelto sia immediata e irreversibile nella pagina delle attività, affinché Netflix smetta di proporti contenuti affini a quello da te eliminato potrebbero servire almeno 24 ore. Questo significa che se la tua ragazza ha inavvertitamente versato qualche lacrima su un’amabile commedia romantica, Netflix potrebbe continuare a consigliarti film tratti dai romanzi di Jane Austen ancora per un giorno (qui trovate una guida che vi aiuterà a scoprire tutti i nuovi contenuti nel catalogo di Netflix).

    Se avete trovato questa guida interessante e volete rimanere sempre aggiornati sulle principali news relative al mondo tecnologico, seguiteci su Facebook!

    L'articolo Come cancellare cronologia Netflix appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.